Posts by FitnessUP

Dieta Atkins immagine copertina Alimenti, cibi dimagrire velocemente, dieta proteica, proteine, verdure, dieta chetogenica, carne alla brace, carne grigliata, limone,verdura

DIETA ATKINS. PERDERE PESO VELOCEMENTE

Ti piacerebbe perdere peso velocemente con una dieta a suon di bistecche, pancetta, frittate con uova e speck a cubetti, oppure grigliate di carne? Nella Dieta Atkins come per la Dieta Paleolitica, la Dieta Dukan e le Diete Chetogeniche in generale, tutto questo non è solo permesso, ma addirittura indicato dal programma.
In questo articolo parliamo di Dieta Atkins.

Questa dieta ti assicura di perdere peso già dai primi giorni, senza fare sacrifici mostruosi e disincentivanti.
Inoltre, promette che, pur limitando il contenuto di carboidrati, non sarai affamato durante la dieta.
In più, sarai sulla strada giusta per migliorare la salute del cuore e la funzione della memoria, oltre ad altri benefici per il benessere.

PRINCIPIO DELLA DIETA ATKINS

È stata creata dal cardiologo americano Robert Atkins negli anni ’60.
Con la pubblicazione del libro nel 1972 è avvenuta la pubblicazione e la sua ampia diffusione.
La Dieta Atkins si basa sul principio che le persone in sovrappeso mangiano troppi carboidrati.
I nostri corpi bruciano sia grassi che carboidrati per produrre energia, ma i carboidrati vengono usati per primi come fonte energetica del corpo.

Inoltre, le proteine non forniscono tutte le calorie che i carboidrati producono.
Perciò, riducendo drasticamente i carboidrati e mangiando più proteine e grassi, i nostri corpi perdono peso in maniera naturale e veloce.
In conseguenza, viene intaccato il grasso adiposo che si è accumulato nelle varie parti del corpo.
L’effetto è un dimagrimento naturale, visibile già dopo i primi giorni di dieta.

SCOPO DELLA DIETA ATKINS

Il Centro di Medicina Complementare di New York, con le sue affermazioni, spazza via dubbi e critiche. Fù fondato dal dr. Robert Atkins (1930-2003), l’inventore dell’omonima dieta.
Al Centro di Medicina si sostiene che, la maggior parte delle persone che segue la dieta Atkins lo fa per il mantenimento del peso, la buona salute, e per prevenzione delle malattie.
Proprio gli aspetti della perdita di peso, unita alle storie dei casi di successo, rendono la Dieta Atkins famosa e seguita, oltre che divulgata tramite i libri.

COME FUNZIONA LA DIETA ATKINS

La riduzione drastica dei carboidrati, nella propria dieta quotidiana, porta l’organismo ad uno stato di chetosi.
Si tenga presente che un corpo in chetosi trae il 70% della sua energia dai grassi e, solamente, il 5-10% delle calorie deriva dai carboidrati.
Ciò significa è proprio il grasso che brucia e fa da carburante.

LA CHETOSI

Quando un organismo entra in chetosi sta ricevendo energia dai chetoni, dei prodotti intermedi nella produzione di energia in un processo metabolico che si chiama Ciclo di Krebs.
I chetoni sono il combustibile creato dalla riconversione delle riserve di grasso.
Quando il corpo è in chetosi, tende a percepire meno la fame.
Pertanto, è probabile che si mangerà meno di quanto si sarebbe potuto altrimenti.
Tuttavia, in alcune persone la chetosi causa alcuni effetti spiacevoli ed imbarazzanti, come un insolito odore di acetone nell’alito e costipazione.

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALOREQUALCHE PICCOLO CENNO PER CAPIRE MEGLIO CERTI MECCANISMI

CICLO DI KREBS

È il ciclo metabolico che avviene nei mitocondri delle cellule, in particolare quelle epatiche.
Scoperto dallo scienziato biologo tedesco Hans Adolf Krebs, tale ciclo, detto anche il Ciclo dell’Acido Citrico è fondamentale per la produzione di energia per il corpo.

CICLO CATABOLICO

In sostanza, avviene il catabolismo, ovvero la combustione (ossidazione) dei grassi e dei carboidrati.
Per cui, ossidati con l’ossigeno della respirazione, questi producono CO2, o anidride carbonica che espiriamo.
Inoltre, tale reazione rilascia acqua ed energia che mantiene il corpo caldo e funzionante.

CICLO ANABOLICO

In carenza di ossigeno, dal ciclo catabolico si passa all’anabolico, in cui si ha la formazione dei tessuti come le fibre muscolari.
In questo ciclo, abbiamo la produzione di energia dalla fermentazione.
Inoltre, vi è la crescita muscolare e la formazione di tessuti adiposi dovuta a l’accumulo di carboidrati e grassi in eccesso.

Tale eccesso di zuccheri non viene impiegato nella produzione di energia, pertanto si accumula come riserva di grasso.

CICLO ANABOLICO E CARNE GREVE

Quando si compie uno sforzo troppo prolungato, anche per il non allenamento muscolare, si ha la formazione di acido lattico.
Questo provoca acidosi nei muscoli, a causa dell’effetto anabolico dovuto alla carenza di ossigeno nella muscolatura coinvolta.
Noi la conosciamo comunemente come “carne greve”.
Tale acido viene riassorbito con il riposo, o con altro allenamento, per effetto del ripristino del Ciclo Catabolico.

CARBOIDRATI

Dieta Atkins Prima e dopo,perdere peso, dimagrire velocementeSono composti a catena molecolare basata principalmente su molecole di Carbonio, Idrogeno, Ossigeno.
Sono la forma di combustibile più facile da usare per il nostro corpo, al fine di produrre energia.
Abbiamo carboidrati con catena lunga e complessa, come l’Amido.
Inoltre, abbiamo i carboidrati a catena più corta, più semplici come gli zuccheri.
Per menzionare alcuni degli zuccheri, ricordiamo il saccarosio o zucchero commerciale che usiamo in cucina, ed il fruttosio dalla frutta.

Ora che si è capito di più su certi meccanismi, torniamo alla Dieta Atkins.

CAMBIAMENTO DEL FUNZIONAMENTO DEL CORPO

Dicevamo che, in carenza di carboidrati, il corpo cambia combustibile passando dagli zuccheri, più o meno complessi, a l’utilizzo dei grassi.
Pertanto, si vanno ad aggredire le riserve, ovvero, la parte adiposa che è responsabile del sovrappeso.
Solitamente il grasso si accumula solo in alcune parti del corpo.
Infatti, lo troviamo sui fianchi, la pancia e le cosce. Utilizzando queste riserve come una fonte di energia primaria, si ottiene la perdita di peso ed il dimagrimento.

I CARBOIDRATI – ENERGIA PRONTA

Vediamo nel dettaglio cosa succede, quando introduciamo nel corpo un pasto ricco di carboidrati.
Questi, vengono facilmente scomposti in zuccheri, che entrano rapidamente nel flusso sanguigno.
Per mantenere il livello di zucchero nel sangue troppo alto, il corpo secerne l’insulina.

INSULINA – A CHE SERVE

L’insulina è un ormone creato nel Pancreas che regola la quantità di glucosio nel sangue.
Infatti, essa consente di conservare lo zucchero in eccesso nel fegato e nei muscoli, sotto forma di glicogeno.
Tuttavia, questi depositi vengono rapidamente riempiti fino al massimo della capacità.
Pertanto, l’insulina converte tutti gli zuccheri in eccesso in grassi, che si accumulano formando riserve nello strato adiposo.
Sono esattamente quelle che, con l’ausilio delle diete, si vuole eliminare.

DIETA ATKINS E L’INSULINA

Secondo il dr. Atkins, se il corpo continua a produrre un eccesso di insulina, rispetto a quella effettivamente richiesta per cercare di affrontare lo zucchero in eccesso, crea una controidicazione seria.
Questo perché, tale eccesso potrebbe rendere il corpo meno reattivo all’insulina stessa, con la probabilità di sviluppare un disturbo metabolico che conosciamo come “diabete”.
Il dr. Atkins definiva il livello di zucchero nel sangue come instabile.
Infatti , per l’effetto dell’insulina, il livello di zucchero prima aumenta nel sangue e, poi, diminuisce drasticamente.

DIETA ATKINS E LA CHETOSI

Quando un corpo va in chetosi brucia il grasso in eccesso.
Successivamente, secondo le affermazioni dr. Atkins, ritorna alla normale funzione metabolica, con il catabolismo degli zuccheri e dei grassi.
Può capitare che, il grasso introdotto con questa dieta possa, temporaneamente, aumentare il livello di colesterolo nel sangue.
Tuttavia, questo è un fattore soggettivo e di breve durata.
Inoltre, l’Istituto medico del dr. Atkins assicura che si prevede un abbassamento del livello di colesterolo ed acidi grassi nel sangue, dovuto alla perdita di peso.

DIETA ATKINS ED ESERCIZIO FISICO

Per la maggior parte delle persone che sposano la Dieta Atkins, il consumo di carboidrati non deve superare i 20 grammi al giorno, per non veder vanificare la dieta.
Tuttavia, questo dosaggio, che corrisponde al 5-10% dell’apporto energetico del corpo, per le persone attive fisicamente può non bastare.
Inoltre, nonostante l’esercizio fisico non sia espressamente richiesto dalla Dieta Atkins, esso è altamente consigliato.
A tal proposito, per coloro che volessero avere un’idea di dimagrire con il fitness da casa, potete trovare ben 22 esercizi per dimagrire cliccando QUI.
In effetti, anche per le teorie del dr. Atkins su cui si basa la Dieta, soprattutto per alcuni soggetti dal metabolismo lento, l’attività fisica migliori la chetosi.

L’APPORTO DI VITAMINE PECCA NELLA DIETA

I seguaci della Dieta Atkins sono consigliati di integrare vitamine.
Questo perché, la restrizione di frutta e certe verdure non consente di integrarle con il cibo.
Infatti, riguardo la verdura ne sono ammessi solo alcuni tipi, ma unicamente dopo la fase di induzione allo stadio chetogenico.
Invece, per la frutta è ammesso solo l’avocado.

CIBI AMMESSI NELLA DIETA ATKINS

La Dieta Atkins ti permette di mangiare cibi che molte persone, le quali devono perdere peso, possono solo sognare.
Anche se si hanno avuto insuccessi con diete nel passato, la Dieta Atkins porta risultati soddisfando chi la segue senza particolari privazioni.
Nella Dieta Atkins ci sono pochi limiti sulla quantità di cibo che è concesso mangiare.
Tuttavia, la dieta limita fortemente le tipologie dei cibi ammessi al programma.

Sono esclusi dalla Dieta Atkins:

  • Lo zucchero raffinato
  • Il latte (per la prima fase)
  • La farina di mais ed i mais
  • Il riso
  • Grassi idrogenati trans, con catena molecolare diritta che troviamo in alcune margarine.

Invece, ti permette di mangiare cibi considerati tradizionalmente “ricchi”, che addirittura sono tabù in altre diete.
La Dieta Atkins, si sostiene, riduce l’appetito durante il programma.
Questo perché si mangiano proteine e grassi quasi puri.

Sono ammessi alimenti come:

  • Carne rossa
  • Pesce (compresi i crostacei), pesci di mare da luoghi freddi. particolarmente ricchi di acidi grassi omega-3
  • Pollo e carni bianche
  • Formaggio stagionato, non quello spalmabile o formaggi a base di siero di latte, oppure dietetici.

Inoltre, la Dieta Atkins ammette l’uso del burro e dell’olio d’oliva per le insalate.
L’olio d’oliva, soprattutto quello extravergine o vergine, dovrebbe essere incentivato in ogni tipo di dieta.

Infatti questi oli, prodotti dalla “spremitura a freddo”, sono lavorati in modo tale da mantenere intatte alcune componenti e caratteristiche organolettiche come la clorofilla, più altri fitonutrienti ed antiossidanti.

DIETA, DETOX, NATURALE 100%, SCIOGLI IL GRASSO, TENERSI IN FORMAFASI DI DIETA ATKINS

La dieta Atkins è suddivisa in 4 fasi.
La quantità giornaliera di carboidrati prevista varia da fase a fase

Fase 1 – Induzione

Questa è la parte più restrittiva della Dieta Atkins, in cui ci si sazia con gli alimenti ammessi, evitando gli alimenti vietati come:

  • Frutta
  • Pane
  • Mais e Riso
  • Verdure amidacee
  • Latticini (tranne formaggio e burro)
  • Alcool

Ogni giorno, come detto sopra, si mangiano solo 20 grammi di carboidrati.
Questa è una quantità significativamente inferiore alla Razione Raccomandata Giornaliera (RDA) di 300 grammi di carboidrati al giorno.

L’induzione deve portare chi segue la Dieta Atkins alla Chetosi nell’organismo, aumentando la capacità del corpo di bruciare i grassi.
È la fase, fra le quattro, in cui si perde maggiormente peso.
L’induzione dovrebbe durare due settimane al massimo.
Tuttavia, per chi dovesse perdere molto peso e se il corpo lo tollera, l’induzione può essere prolungata per perdere ulteriormente peso.

Fase 2 – Perdita di peso in corso

Durante questa fase vengono aggiunti gradualmente dei carboidrati alla Dieta Atkins, con le seguenti integrazioni alimentari:

  • 2 o 3 cucchiai di succo di limone o lime
  • Yogurt
  • 2 o 3 cucchiai di panna oppure 50 grammi di panna acida
  • Frutti di bosco
  • 10 a 20 olive
  • Noccioline
  • La metà di un piccolo avocado

Puoi consumare dai 25 a 45 grammi di carboidrati al giorno.
La fase 2 dura fino a quando il soggetto arriva a 4-5 chili dal peso stabilito come traguardo.

Fase 3 – Pre-mantenimento

Durante la fase 3, si continua ad incrementare i carboidrati nella dieta tramite alimenti come:

  • Frutta
  • Verdure amidacee
  • Cereali integrali

Puoi mangiare da 50 a 70 grammi di carboidrati al giorno.
La fase 3 ha per durata un periodo che va oltre il mese, dopo l’aver raggiunto il peso stabilito.

Fase 4 – Mantenimento a vita

Questa è la fase chiave, che richiede la maggior costanza nell’osservare le regole.
Infatti, una volta ottenuto il peso stabilito, si deve proseguire con il rispetto dei criteri della Dieta Atkins per tutta la vita, come il controllo dei carboidrati assunti.
Tuttavia, è meno restrittiva delle fasi iniziali.
Infatti, consente un consumo giornaliero di 75 grammi di carboidrati al giorno.
L’alimentazione, come si può notare, resta con una logica di bassa assunzione di carboidrati, in regime “Low Carb”.
Si deve fare un calcolo delle calorie, per capire quanti carboidrati si possono mangiare per mantenere il giusto peso.

ragazza dimagrisce con dieta atkins, prima e dopo, perdere peso, dimagrire velocemente

tutore per schiena per correggere la postura sbagliata. contro mal di schiena, cervicale, dolori muscolo scheletrici, tendiniti, sciaticaBEVANDE

L’acqua è la bevanda ideale nella Dieta Atkins come nelle altre.
Infatti, essa disseta senza alterare il calcolo delle calorie ingerite.
Con la Dieta si consiglia di bere circa 1,5 litri di acqua al giorno.
Può essere tollerata anche l’acqua gassata.
Tuttavia, sono escluse le seguenti bevande tipo quelle zuccherate, i succhi di frutta, sidro compreso.
Anche le bevande alcoliche sono assolutamente proibite.
Questo poiché l’alcool è un prodotto che viene dagli zuccheri semplici e complessi, compromettendo la misura delle calorie assunte.
Il latte non è permesso nella fase di induzione.

Té, infusi, tisane in generale sono tollerate con succo di limone, ma senza zucchero.
Anche il caffé può essere tollerato se preso senza dolcificante, purchè si sia certi che non provochi disturbi nel metabolismo.
Le gazzose e le bibite gassate dolci sono assolutamente proibite.
Infatti, visto l’alto contenuto di zucchero, comprometterebbero gli esiti della Dieta Atkins.

ALIMENTI VIETATI

Ci sono alcuni cibi vietati nella Dieta Atkins perché, anche se non si direbbe, contengono carboidrati.

Sono vietati anche:

  • La farina e sfarinati, come pane, pasticcini, crackers
  • Prodotti caseari non stagionati come latte, fiocchi di latte o formaggi magri che, molto spesso, contengono zuccheri.
  • Verdure amidacee come le patate e, le barbabietole.
  • Legumi, come fagioli e piselli
  • Noccioline

CIBI LAVORATI INDUSTRIALI E DIETA ATKINS

Anche i cibi prodotti industrialmente non sono ammessi.

Questo poiché, oltre ad ingredienti già compromettenti di per sé, nell’industria alimentare gli zuccheri sono molto usati.
Infatti, il loro impiego massiccio è dovuto ad aspetti come il gusto ma, soprattutto, perché gli zuccheri hanno proprietà stabilizzanti e conservanti.

Pertanto, impediscono l’irrancidimento ed il deterioramento degli alimenti.
Per questo, gli zuccheri trovano impiego nella maggior parte dei prodotti alimentari trasformati.

DIETA ATKINS

ATTENZIONE AD ALCUNI CIBI

Alcuni alimenti come salumi, insaccati, pancetta e prosciutto sono consentiti purché, nella loro lavorazione non siano stati aggiunti zuccheri.
Inoltre, la Dieta Atkins ammette i prosciutti cotti ed i salumi senza nitrati.
Alcuni molluschi, come ostriche e cozze, contengono più carboidrati rispetto alle altre tipologie di prodotti ittici.
Pertanto, è richiesta una moderazione ed un’attenzione maggiore.

CONSIGLI UTILI PER CHI SEGUE LA DIETA ATKINS

Soprattutto per le prime fasi di induzione e di perdita di peso, sarebbe il caso di evitare di avere a disposizione in casa quegli alimenti che la Dieta Atkins proibisce.
Lo scopo della dieta è, oltre alla perdita di peso in sé, l’adesione ad un nuovo regime alimentare “lifetime”, ovvero per sempre.

Pertanto, non è più il caso di tenerli in casa.
Essi potrebbero indurre in tentazione, vanificando la dieta ed i sacrifici effettuati fino a quel momento.

Allo stesso modo, è il caso di tenere in casa alimenti “Low Carb”, a basso contenuto di carboidrati.

RACCOMANDAZIONI PARTICOLARI

Come per altre diete, in particolare le diete proteiche come la dieta Dukan, la dieta Paleolitica, o diete Chetogeniche in generale, anche per la Dieta Atkins si consiglia di tenere monitorati i valori nutrizionali.
Infatti, è il caso di consultare un medico periodicamente, secondo sua indicazione, per tenere osservati i livelli di analisi del sangue.
In tal modo, si possono individuare eventuali carenze alimentari a cui, purtroppo, è probabile andare incontro con la restrizione dei tipi di cibo.

Si possono evitare, così, spiacevoli controindicazioni.
Oltre all’aspetto sicurezza, che ha la precedenza su tutto, il monitorarsi permette di ottimizzare la dieta, incrementando i benefici.

  CHETOSI, BRUCIA GRASSO, BRUCIARE I GRASSI, DIMAGRIRE, PERDERE PESO, AUMENTA L’ENERGIA, TRASFORMA GRASSO IN ENERGIA, ACCELERA IL METABOLISMO, MIGLIORA UMORE ED ENERGIA, PASTIGLIE, CAPSULE, BLISTER, KETO BIOATTENERSI ALLE INDICAZIONI

Quando si inizia una Dieta Atkins, si raccomanda di non alterarne le indicazioni, magari creando una versione a basso contenuto di grassi della dieta.
Infatti, la giusta quantità di grassi e di proteine è essenziale per poter indurre lo stato chetogenico del corpo, da cui dipende il successo della Dieta.
Infine, si consiglia di alimentarsi con grassi sani, naturalmente presenti nella carne.
Pertanto, si sconsigliano altri tipi di grassi lavorati o da fritture ripetute, che possono provocare problemi di salute anche gravi.

Ripetiamo la raccomandazione di tenersi controllati periodicamente dal medico.

L’alimentazione è una cosa seria ed è sempre meglio far le cose per bene.

LEGGI ANCHE :

  1. Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)
  2. Ipnosi – Da spettacolo a terapia
  3. Piedi – Benessere e salute del corpo
  4. Alimenti per una pelle sempre giovane
  5. Benessere fisico, mentale ed intimo
  6. Body Building e Caduta dei Capelli
  7. Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa
  8. Chiropratica – Cos’è e quando serve
  9. Dieta Chetogenica – Come funziona?
ragazza fa esercizi a casa per dimagrire velocemente a casa, fitness

ESERCIZI PER DIMAGRIRE VELOCEMENTE DA CASA

Quando si hanno chili in eccesso, prima di pensare di andare in palestra, solitamente, si comincia col praticare esercizi per dimagrire da casa. Te ne suggeriamo 21. Probabilmente, non si sa nemmeno come usare le attrezzature da palestra. Quindi, si vuole iniziare dal proprio salotto o dal garage.

 

22 ESERCIZI PER DIMAGRIRE DA CASA SENZA ATTREZZATURA

Il praticare fitness a casa propria può essere una buona soluzione. Questo perché, non tutti hanno la possibilità, per vari motivi, di andare in palestra. Che si voglia perdere peso, tonificare o costruire una solida muscolatura, gli esercizi per dimagrire da casa possono aiutare molto. Infatti, allenarsi senza attrezzature professionali, arrangiandosi con quel che si trova in casa è fattibile.

 

DISCLAIMER

In questo articolo elenchiamo alcuni esercizi per dimagrire da casa, senza necessariamente avere gli strumenti che sono illustrati. Infatti, in casa ci possono essere altri mezzi per poter eseguire gli esercizi che questo articolo suggerisce. Però, prima, si riporta un piccolo disclaimer per raccomandare di non strafare e, di fare molta attenzione a non farsi male. Inoltre, se è possibile, è meglio farsi seguire da esperti che conoscono già i modi per allenarsi in sicurezza a casa. Oltretutto, è consigliato di consultare preventivamente il medico.

Infatti, è meglio sapere prima se si hanno alcune limitazioni o precauzioni da adottare, per evitare di farsi male.

 

I DUBBI DEGLI INESPERTI SU ESERCIZI PER DIMAGRIRE A CASA

Ti stai ancora chiedendo quale esercizio puoi fare a casa tua? Esistono molti esercizi che puoi fare. Anche perché, è importante esercitare i muscoli con diversi esercizi, da diverse angolazioni, per ottenere risultati migliori.

 

PRINCIPALI MOTIVI PER ALLENARSI A CASA

I vari impegni che si hanno come il lavoro, la famiglia, i figli, ci impediscono di poter dedicare del tempo a noi stessi. Infatti, spesso capita di non avere la possibilità di andare in palestra per allenarsi. Inoltre, tali impegni assorbono tutte le nostre energie. Per questo, talvolta capita di non aver abbastanza forza per allenarsi. Quindi, si avverte il fastidio di buttare denaro per abbonamenti di fitness che non si usano. Quando si hanno chili in eccesso, gli esercizi per dimagrire a casa possono essere una buona soluzione o, forse, l’unica.

 

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALOREMOTIVI PER CUI SCEGLIERE LA PALESTRA A CASA

I motivi più comuni per cui le persone si allestiscono una palestra in casa di solito sono:

  • Troppi impegni: non si hai il tempo di andare in palestra perché si fa sempre tardi quando si torna dal lavoro o dagli impegni di famiglia.
  • Troppo giovane: gli appassionati di fitness sono sempre più giovani. Ragazzi di 13-14 anni hanno i genitori che non li vogliono portare in palestra.
  • Ansia: Si ha paura della sala pesi e si vuol iniziare il percorso di fitness senza essere giudicati.

Pertanto, si tenga presente che le persone non giudicano gli altri, se sono disposti a progredire.

  • La palestra è troppo affollata: Si può andare in palestra solo nell’orario di punta, quando si fa fatica a praticare qualsiasi esercizio.
  • Si ha la palestra a casa: Si ha tutto ciò che serve per allenarsi d casa, senza prendere l’auto, risparmiando tempo e denaro.

 

ESERCIZI PER DIMAGRIRE DA CASA – PRINCIPIANTI

Scovare alcuni esercizi per dimagrire a casa, senza attrezzatura professionale può essere una sfida per chi inizia. Per buttar giù chili, si può iniziare con esercizi a corpo libero. Inoltre, ciò aiuta a costruire una motivazione mentale che sarà quella che porterà, poi, alla palestra. Tuttavia, è bene dire che in palestra si è più coinvolti e più seguiti. Inoltre, si è anche monitorati nei progressi, ma, soprattutto, nell’esecuzione in sicurezza degli esercizi. In più, il vedere gli altri praticare fitness accresce conoscenze ed anche volontà e motivazioni.

 

A CASA SERVE CAUTELA

Quando si vuol tornare in forma con esercizi per dimagrire da casa, non si deve strafare. Non si possono, per esempio, sollevare pesi troppo alti per un corpo non allenato. Per ottenere buoni risultati, evitando strappi muscolari o lussazioni, è il caso di cominciare con poco. Il corpo non abituato reagirà cambiando se stesso, in modo da sostenere lo sforzo e l’allenamento.

 

CHI GIÀ STATO È  IN PALESTRA

Chi è abituato ad allenarsi in palestra con pesi ed attrezzi, si sentirà come se gli esercizi per dimagrire da casa non siano efficaci. Questo perché, da casa, non sempre si possono allenare i muscoli da diverse angolazioni, come in palestra. Inoltre, può capitare di eseguire esercizi che non stressino abbastanza la muscolatura coinvolta. Tuttavia, è inevitabile che, alcune parti del corpo, non si sia in grado di allenarle come si vorrebbe. Tutto ciò porta insoddisfazione a chi è già un esperto del fitness in palestra.

 

GLI ESERCIZI PER DIMAGRIRE A CASA PREPARANO ALLA PALESTRA

Quando, partendo da una condizione di sovrappeso, si eseguono costantemente esercizi per dimagrire a casa, i muscoli si tonificano e comincia il dimagrimento. Inoltre, modificando anche la dieta, il corpo cambia adattandosi al nuovo regime alimentare e di allenamento. In più, durante il riposo il corpo recupera energie e, fornisce più fibre muscolari alla parte allenata. Pertanto, il riposo non è un tempo inutile poiché, durante esso, si ha la crescita muscolare.

Tutto questo lavoro porta a sentirsi più forti, più tonici, migliori di aspetto.

Succede che la propria autostima cresce con il sentirsi meglio con se stessi, ed in chi può, ciò porta ad iscriversi in palestra per migliorare ulteriormente.

 

DOPO UN PERIODO DI ALLENAMENTO

Una volta iniziati gli esercizi per dimagrire, si dovranno intensificare gli sforzi fisici. Questo perché il corpo, allenandosi, si adatterà allo sforzo richiesto dagli allenamenti, che andrà ulteriormente aumentato. Infatti, quando i soliti sforzi non sono più sufficienti si hanno tre possibilità:

  • Si aumenta l’intensità dello sforzo con maggiore peso
  • O si aumentano le ripetizioni
  • Oppure si diminuisce la velocità di esecuzione.

Altrimenti, senza queste variazioni, la crescita muscolare non si ottiene come si vorrebbe.

 

DOPO LE PRIME SETTIMANE

Dunque, quando il corpo si adatta all’allenamento, si deve alzare il massimale di stress. Il modo migliore per aumentare lo stress su un muscolo è aumentare il peso sollevato. Infatti il corpo, sollevando pesi maggiori rispetto alla volta precedente, aumenta le fibre muscolari, facendo crescere la massa.

 

OTTIMIZZARE GLI ESERCIZI PER DIMAGRIRE

Generalmente, a casa non si hanno particolari attrezzature per allenarsi. Infatti, spesso si sfrutta come peso, per aumentare l’intensità di allenamento, il proprio peso corporeo. Perciò, è difficile aumentare il carico al fine di aumentare lo sforzo dei vostri muscoli. Tuttavia, si può utilizzare qualche oggetto pesante che avete in casa, oppure chiedere a qualche familiare di farvi da zavorra. Per fare un esempio, potete eseguire le flessioni con il fratello o figlio seduto sulla schiena. Inoltre, nell’eseguire esercizi per dimagrire o tonificare esistono diversi modi per aumentare lo sforzo di un muscolo.

 

COME RENDERE PIÙ EFFICACE L’ALLENAMENTO

Si può rendere l’allenamento più efficace:

  • Alzando il massimale di sforzo:

Come detto prima, aumentando il peso con quel che si trova in casa. Per esempio, potete usare le casse dell’acqua, oppure le confezioni dei detersivi in polvere. Inoltre, potete usare delle bottiglie di plastica piene d’acqua o di sabbia. Oppure, potete usare i fustini di ammorbidente, sedie, poltrone, secchi, oltre al peso corporeo dei familiari.

  • Variare gli esercizi:

Quando il corpo è più allenato, meglio non ripetere gli stessi allenamenti sempre nella stessa sequenza. Infatti, il solo il cambiare l’ordine degli esercizi può fare la differenza.

  • Varia il periodo di riposo:

Se hai l’abitudine di riposare per 45 secondi, prova ad accorciarlo a 30 secondi. Questo ti aiuterà a bruciare più calorie e scioglierà i tuoi muscoli.

 

RICORDA

Anche se ti alleni da casa, per avere buoni risultati devi concentrarti sull’allenamento. Inoltre, per eseguire bene i tuoi esercizi per dimagrire spegni il telefono, concentrati ed impegnati. In più, durante la fase di sforzo, puoi rallentare i tempi di esecuzione. Nella fase attiva di contrazione conta fino a 2 espirando, mentre in fase passiva di rilassamento, conta fino a 1.

 

NUMERO DI ESERCIZI, SET, RIPETIZIONI

Ogni allenamento deve essere composto da almeno 4-5 esercizi. A loro volta, questi devono avere ognuno 3-4 set di ripetizioni. Ogni set deve avere un numero di ripetizioni che dipende dallo sforzo che riesci a mantenere.

 

PICCOLO SUGGERIMENTO

C’è un modo per capire se stai eseguendo a dovere gli esercizi per dimagrire. Il numero delle ripetizioni, eseguite a dovere, che sei in grado di sostenere dev’essere compreso tra le 8 e le 12 ripetizioni a set. Se si eseguono facilmente, la muscolatura non è abbastanza impegnata. Pertanto, o si aumenta il carico, oppure si cambia esercizio.

Ci sono esercizi per dimagrire che aumentano la resistenza, oltre alla massa muscolare. Il periodo di riposo deve cambiare in base agli obiettivi che si desiderano. Più è corto il riposo, più l’allenamento sarà intenso e breve, più alta sarà la quantità di calorie bruciate. Perciò, se l’obiettivo è bruciare grassi, puntare a 30 secondi tra un set e l’altro, oppure, mantenere il riposo tra 45 secondi e 1 minuto.

tutore per schiena per correggere la postura sbagliata. contro mal di schiena, cervicale, dolori muscolo scheletrici, tendiniti, sciatica

 

ESERCIZI PER DIMAGRIRE A CASA VELOCEMENTE

Finora non hai mai praticato esercizi per dimagrire. Tuttavia, ora vuoi perdere peso velocemente. Forse, sei una di quelle persone che non ama molto la palestra in sé. Inoltre, non impiegheresti del tempo per prendere l’auto ed andare in palestra. Pertanto, ecco una lista di esercizi per dimagrire da casa, senza attrezzatura.

 

STABILISCI QUALI RISULTATI VUOI OTTENERE

Vuoi perdere peso? Vuoi più muscoli? Hai già deciso che allenamento vuoi seguire? Puoi farti un’idea con quello che vedrai di seguito.

Però, tieni conto del tuo stato di salute fisica, della tua età. Meglio ancora, fai una visita medica preventiva, in modo da capire se devi escludere qualche tipo di esercizio.

In più, tale visita può farti sapere che livello di sforzo fisico puoi sopportare. Inoltre ricorda che, per risultati migliori e più veloci, oltre gli esercizi fisici per dimagrire, sono importanti il seguire una dieta sana ed un buon riposo.

 

21 ESERCIZI PER DIMAGRIRE A CASA

FASE DI RISCALDAMENTO

1 – LA ROTAZIONE DEL COLLO

ESERCIZIO RISCALDAMENTO DI RUOTARE IL COLLO, FITNESS, ESERCIZI PER DIMAGRIRE VELOCEMENTE DA CASA Questo è un ottimo esercizio per riscaldare i muscoli del collo, da eseguire prima degli esercizi per dimagrire.

Infatti, si possono così evitare parecchi dolori dovuti a movimenti a freddo.

La rotazione del collo può tonificare e allungare i muscoli vicino alla mascella.

Lo stesso per i muscoli della gola e vicino la colonna vertebrale.

Inoltre, questo aiuta anche a liberare la tensione delle spalle alleviando eventuali dolori.

 

COME ESEGUIRE LA ROTAZIONE DEL COLLO

Da in piedi o da seduti con la schiena eretta e mani ai fianchi. Inspira e ruota la testa di lato finché il mento non tocca la spalla, con gli occhi rivolti in questo lato.

Ruota delicatamente la testa verso il basso fino a che il mento poggia sul petto. Mantieni la colonna vertebrale eretta e le spalle diritte.

Mentre espiri, solleva lentamente la testa, finché il mento non tocca l’altra spalla. Dovresti guardare dall’altra parte. Infine, solleva la testa indietro con gli occhi rivolti al soffitto sopra di te.

Ripeti questo giro completo 8-10 volte nei sensi orario ed antiorario.

 

ESERCIZI PER LA BELLEZZA DEL VISO E DEL COLLO

2- SOLLEVAMENTO DEL MENTO

SOLLEVAMENTO DEL MENTO, ESERCIZI PER DIMAGRIRE, VISO, RUGHE, TONOFICARE LA PELLE,fitness, esercizi per dimagrire velocemente da casaIl sollevamento del mento può allungare e tonificare i muscoli dell’area del viso come mascella, collo e gola.

Per eseguire il sollevamento del mento, segui alcuni semplici passaggi:

1. Posizionati con la colonna vertebrale eretta.

2. Alza la testa all’indietro e guarda verso il soffitto.

3. Stringi forte le labbra, come se volessi baciare il soffitto.

4. Evita di muovere altri muscoli facciali mentre fai questo esercizio. Pertanto, usa solo le labbra.

5. Tieni le labbra in questa posizione raggrinzita per 5 secondi e rilasciale.

6. Ripeti questo esercizio 6 – 10 volte di seguito.

 

3 – RILASCIO DELLA MASCELLA

ESERCIZIO DI RILASCIO DELLA MASCELLA, ESERCIZI PER DIMAGRIRE, VISO, RUGHE, TONOFICARE LA PELLE,fitness, esercizi per dimagrire velocemente da casaL’esercizio di liberazione della mascella può tonificare e allungare i muscoli del viso. Esegui l’esercizio di liberazione della mascella come mostrato in figura.

Mettiti nella posizione eretta, con la colonna vertebrale diritta.

Inspira profondamente. Dopodiché, espira lentamente con le labbra chiuse ermeticamente.

Mentre fai questo, muovi la mascella in un movimento di masticazione.

Una volta espirato, apri la bocca ed allargala più che puoi.

Inspira col naso ed espira dalla bocca aperta. Inoltre, mentre espiri, emetti un suono con la bocca tipo “ahh”.

Dopodiché, appoggia delicatamente la punta della lingua sulla parte posteriore degli incisivi inferiori, per rilassare la mascella. Ripeti questi passaggi da 5 a 10 volte.

 

4 – ESERCIZIO DEL PLATISMA

ESERCIZIO DEL PLATISMA,, ESERCIZI PER DIMAGRIRE, VISO, RUGHE, TONOFICARE LA PELLE,fitness, esercizi per dimagrire velocemente da casaIl Platisma è un grosso muscolo che va dalla linea della mascella alla spalla.

Gli esercizi per il mento e la gola aiutano a mantenere questo muscolo fermo, forte e tonico.

Siediti con la schiena diritta.

Contrai le labbra verso i denti, fino a far risaltare i tendini del collo.

Mantieni le labbra premute molto saldamente sui denti. Quindi, tieni gli angoli della bocca rivolti verso il basso. Apri la bocca e muovi i muscoli della mascella.

Ripeti questo 5 – 10 volte per tonificare il Platisma.

 

ESERCIZI PER DIMAGRIRE A CASA CON IL FITNESS

 

5 – POSA DEL COBRA E DEL BAMBINO

Posizione del cobra o del bambino, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE, VISO, RUGHE, TONOFICARE LA PELLE,fitness, esercizi per dimagrire velocemente da casaQuesto esercizio apre il torace, distende e rafforza la schiena.

I passi da seguire sono i seguenti:

A) Distenditi a faccia in giù con le gambe estese e le punte dei piedi appoggiate sul pavimento.

Posiziona le mani alla larghezza del torace sul pavimento con i gomiti piegati e puntati dietro di te.

B) Quindi, distendi bene le gambe e spingi le mani a terra.

Mentre fai questo inizia a sollevare il petto, facendo roteare le scapole avanti e indietro.

Le braccia si raddrizzano più in su che si può. Quindi, si mantiene la spinta per 10 secondi e si riporta lentamente il busto sul tappetino.

POSA DEL BAMBINO

C) Si entra ora nella posa del bambino.

Pertanto, le ginocchia vanno larghe come le spalle.

Inoltre, le punte dei piedi si devono toccare dietro di te e le braccia si distendono in avanti.

La fronte e i palmi si appoggiano sul tappeto.

Devi sentire i muscoli della schiena, delle spalle e delle braccia distendersi.

Mantieni la posizione per 20 secondi. Quindi, ripeti l’intera serie per altre 2-3 volte.

 

6 – PILATES A RANA

pilates a rana, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE, VISO, RUGHE, TONOFICARE LA PELLE,fitness, esercizi per dimagrire velocemente da casaPREPARAZIONE

Assumi una posizione prona con bacino e colonna vertebrale rilassati e neutrali.

1) Distendi le gambe. Quindi, aprile alla larghezza dei fianchi con le dita dei piedi distese e delicatamente puntate .

Braccia piegate e mani all’altezza delle spalle con i palmi rivolti verso il basso.

Le scapole si rivolgono verso il basso e verso il bacino.

PARTENZA

Inspira e mantieni le scapole vicino a terra.

Quindi, distendi le braccia in avanti, tese ad ampiezza delle spalle.

2) Rivolgi i palmi delle mani verso il basso creando una linea lunga e bassa con la parte superiore del corpo, che si libra leggermente sopra il tappeto.

Quindi, manteni la gabbia toracica chiusa mentre si allunga la colonna vertebrale.

3) Espira e porta con movimento circolare le braccia verso i fianchi, con i palmi rivolti verso il corpo. Mantieni le scapole chiuse ed estendi la parte superiore della schiena e del collo.

Quindi, lascia che la gabbia toracica si apra, mantenendo la costola inferiore a contatto con il tappeto. Dopodiché, completa altre 5-8 ripetizioni.

SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,
SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO
PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,

 

7 – ESERCIZIO DEL NUOTATORE

nuoto,nuotatore, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLE,fitness, esercizi per dimagrire velocemente da casaSdraiati a pancia in giù, sullo stomaco con le gambe e le braccia distese.

Coinvolgi gli addominali in modo che tu possa contrarre anche l’addominale laterale.

Solleva le braccia e le gambe dal pavimento e, tieni il naso sospeso sopra il tappeto.

Quindi, sforbicia le braccia e le gambe, con fianchi e spalle coinvolti.

 

Mantieni una postura stabile, come se stessi nuotando.

L’obiettivo è mantenere il corpo diritto, mentre gli arti si muovono rapidamente.

Prova per 30 secondi e lavora fino a 60 secondi.

 

8 – ESERCIZIO DELL’ELICA

esercizio dell'ELICA,mulino a vento , dimagrire veloce, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLE,fitness, esercizi per dimagrire velocemente da casaMettiti con le gambe tese ed aperte alla larghezza delle spalle.

Quindi, piega il busto in avanti a 90° con le braccia distese ai lati, come pale di un elicottero.

Dopodiché, tocca con la mano sinistra il piede destro e, con la mano destra il piede sinistro.

Esegui questi movimenti 20-30 volte senza fermarti, in un movimento ampio.

Infine,tornare alla posizione iniziale.

 

9 – PLANK CON PALMI IN SU

plank-palmi in su, dimagrire veloce, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLE,fitness, esercizi per dimagrire velocemente da casaEntra in posizione distesa con le braccia piegate.

Dopodiché, mettiti in punta di piedi con il corpo sospeso, appoggiando il peso sui gomiti in linea retta e le mani.

Con i palmi rivolti verso l’alto, osserva per quanto tempo riesci a mantenere una linea retta.

Cerca di resistere per un intero minuto.

 

10 – STACCHI A GAMBA DRITTA

stacchi a gamba dritta, dimagrire velocemente con esercizi da casa, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLE,fitness, esercizi per dimagrire velocemente da casaGli stacchi da terra a gamba tesa sono ottimi per un buon sviluppo del bicipite femorale e del gluteo.

Inoltre, con questo esercizio, può migliorare anche la postura.

Per l’esecuzione serve un bilanciere o barra metallica, o due manubri, oppure un manico di scopa con un peso bilanciato ai lati.

Per la tua sicurezza, se dovessi aumentare bene il peso, dotati di una cintura da palestra per evitare ernie.

Resta con i piedi abbastanza vicini, di fronte ai pesi (bilanciere, manubri) che si trovano sul pavimento. Quindi, piegati in avanti in modo da tenere la schiena diritta ed il bacino tirato indietro, con le gambe più diritte possibile.

Con una presa sicura sulla barra, inspira mentre raddrizzi il busto, portando il peso verso i fianchi. Durante questi passaggi va mantenuto l’addome in contrazione.

Mentre ritorni alla posizione di partenza, espira. Ripeti 10-12 volte a set, per 3-4 set.

 

11 – ESTENSIONI IN ARCATA POSTERIORI

arcata posteriore, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLE,fitness, esercizi per dimagrire velocemente da casaÈ un esercizio da fare a casa senza attrezzature per il fitness.

Ci si mette sdraiati a faccia in giù su una stuoia di yoga.

Le braccia vanno distese in avanti con ampiezza delle spalle ed i palmi rivolti in avanti.

Solleva lentamente le spalle e la testa dal pavimento in modo che la schiena sia arcuata e le spalle strette insieme.

Quindi, conta un tempo in tensione prima di riprendere la posizione.

Tieni conto di questo tempo. Infatti devi resistere in modo da poter eseguire, verso il limite della resistenza, le 4-5 ripetizioni dell’esercizio.

Magari, all’inizio, conta fino a 10 secondi, per poi andare aumentando fino ai 30 secondi.

 

12 – L’ESERCIZIO DEL CANE CHE PUNTA L’UCCELLO

uccelli del cane, birds dog, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLE,fitness, esercizi per dimagrire velocemente da casaQuesto esercizio ti fa usare il baricentro del corpo.

In tal modo impari a prenderne coscienza. Inoltre, rafforza spalle, glutei, addominali e zona lombare.

Serve anche a distendere la colonna vertebrale migliorando la postura.

Su un tappeto o tappetino, partendo dalla posizione inginocchiata “del cane”, distendi il braccio destro in avanti, sollevandolo.

Per una corretta velocità conta fino a due. Inoltre, contemporaneamente, allunga la gamba sinistra il più possibile.

Mantieni per qualche second la posizione, dopodiché, ritorna con la stessa velocità alla posizione iniziale.

Esegui la stessa operazione con braccio sinistro e gamba destra. Esegui 4-5 set da 10 ripetizioni per lato sinistro e destro.

 

13 – CRUNCH DELLA BICICLETTA

Esercizi di Bicycle-Crunches.bicicletta fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLE,fitness, velocemente da casaAncora un altro esercizio che fa miracoli sui tuoi addominali.

Infatti, se lo esegui bene avrai addominali favolosi, prima di quanto tu creda.

Non dimenticare di includere questo fra i migliori esercizi per dimagrire, da poter eseguire a casa.

Sdraiati sulla schiena con le mani sulle orecchie. Quindi, eleva le gambe piegate ad angolo di 90 gradi.

Dopodiché, porta il ginocchio sinistro verso il petto e, contemporaneamente, gira il gomito destro per incontrarlo.

Infine, ripeti questo esercizio con il ginocchio destro ed il gomito sinistro.

Fai 3-4 set per 10-12 ripetizioni ciascuno nei due lati. Quindi, conta fino a 20-24 ripetizioni a set.

 

14 – TWIST RUSSO

esercizio del twist russo, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE velocemente da casa, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLEIl Twist russo è un ottimo modo per tonificare i muscoli addominali.

Ti puoi aiutare con una palla, per eseguire meglio l’esercizio.

Siediti in posizione eretta con le ginocchia piegate, tenendo tra le mani una palla.

Tieni i piedi uniti.

Quindi, inarca indietro la schiena a 45° circa, alzando i piedi per bilanciare.

Devi formare un angolo retto circa tra cosce piegate e busto.

Infine, allunga le braccia con la palla e ruota il busto da un lato all’altro, come da foto.

L’addome è in contrazione e si coinvolgono gli addominali superiori, laterali ed inferiori.

Se riesci, continua l’esercizio ininterrottamente per almeno 30 secondi, per poi alzare il tempo con l’allenamento.

 

15 – BARBELL SQUAT

Squat con bilanciere, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE velocemente da casa, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLEQuesto esercizio mira a perdere peso bruciando il grasso di glutei e quadricipiti, oltre dei polpacci e degli addominali.

Un altro grande esercizio per dimagrire velocemente da casa.

PASSAGGI

Appoggia un bilanciere sulle spalle, dietro la nuca.

 

Allarga le gambe un po’ di più della larghezza delle spalle.

Schiena diritta e piedi ben appoggiati a terra, con le punte diritte davanti a te.

È importante sentirsi stabili in questa posizione.

Le mani devono prendere la barra su un punto esterno alle tue spalle, come da foto.

Quindi, porta indietro le spalle. Scendi piegando le ginocchia delicatamente, fino a quando i quadricipiti sono paralleli al pavimento.

Durante questa fase inspira, mentre durante la salita espira.

Come tempo di movimento, conta fino a 2 sia per scendere che per salire.

Ritorna in posizione eretta. Esegui 12 ripetizioni per 3 serie.

KETO BIO, CHETOSI, BRUCIA GRASSO, BRUCIARE I GRASSI, DIMAGRIRE, PERDERE PESO, AUMENTA L’ENERGIA, TRASFORMA GRASSO IN ENERGIA, ACCELERA IL METABOLISMO, MIGLIORA UMORE ED ENERGIA

 

16 – ALTALENA CON MANUBRIO

altalena col manubrio kettlebell, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE velocemente da casa, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLEQuesto esercizio ti aiuterà a perdere grasso sulle spalle, sulle cosce e sulle gambe.

Segui queste istruzioni per eseguire correttamente l’esercizio.

Dalla posizione eretta, allarga i piedi in modo che siano più larghi della larghezza delle spalle.

Usa un manubrio, oppure un peso che abbia l’impugnatura regolare.

Infatti, ti deve permettere di non sbilanciarti durante l’esercizio.

Ora, abbassati lentamente ed impugna bene con entrambe le mani il peso od il manubrio, con il palmo rivolto verso il corpo.

Tieni la schiena dritta e, sollevati facendo oscillare il manubrio verso l’alto, fino all’altezza degli occhi. Inoltre, tieni i piedi ben appoggiati a terra.

Sia per prendere che per riporre il peso, la schiena resta diritta e si piegano solo le gambe.

In questo modo, non si fanno sforzi irregolari che possono essere dannosi.

Infine, eseguire 12 ripetizioni per 3 serie.

 

17 – SQUAT

Squat , fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE velocemente da casa, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLEQuesto è un altro esercizio per dimagrire, ideale da eseguire a casa.

Infatti, è perfetto per perdere peso velocemente vicino a glutei, quadricipiti, polpacci e addominali.

Mettiti in posizione eretta ed allarga i piedi alla larghezza delle spalle, con le punte diritte.

Quindi, fletti le ginocchia fino a quando le cosce sono parallele al pavimento.

Torna alla posizione iniziale.

Durante l’abbassamento si inspira e durante la risalita si espira.

Per il tempo di esecuzione, conta fino a 2, in entrambe le fasi di discesa e salita.

 

18 – ALPINISTA

esercizio dell'alpinista , fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE velocemente da casa, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLECon questo esercizio per dimagrire, si perde peso sciogliendo il grasso su addominali, glutei, quadricipiti e muscoli posteriori della coscia.

CONSIGLIO PER L’ESECUZIONE A CASA

Metti sotto le punte dei piedi degli stracci da pavimento piegati, in modo da far spessore. Ti permetteranno di scivolare sul pavimento, eseguendo bene l’esercizio.

PARTENZA

Stenditi sul pavimento e mettiti in posizione di partenza, come per l’esercizio delle flessioni.

Ovvero, appoggiati con le mani e le braccia diritte; il corpo e le gambe ben distese che poggiano sulle punte dei piedi.

La larghezza delle mani e dei piedi dev’essere in linea fra loro, con una larghezza che supera di poco l’ampiezza delle spalle.

Con la gamba sinistra diritta sollevata sulla punta del piede, fai scivolare il piede destro in avanti, portando il ginocchio destro verso il petto.

Dopodiché, ritorna nella posizione iniziale con le gambe distese appoggiate sulle punte dei piedi.

Esegui con l’altra gamba senza fermarti.

Ripeti questi passaggi per 10-15 volte per set, ed esegui 3 set.

Tempi di esecuzione: Contate 1 per entrambe le fasi.

Espira portando la gamba in avanti, ed inspira distendendo la gamba.

 

19 – TRAZIONI IN SU ALLA BARRA CON LE MANI SOTTO

trazioni alla sbarra,fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE velocemente da casa, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLEQuesto è un esercizio che coinvolge i muscoli della schiena, delle spalle, bicipiti, avambracci ed addominali.

Ti serve una barra per trazione, tipo quelle da mettere sugli stipiti delle porte, oppure a muro.

Se hai una scala adatta, con gradini abbastanza larghi, puoi fare anche con quella.

Afferra saldamente una barra per trazioni ed aggiusta la larghezza delle mani, leggermente oltre l’ampiezza delle spalle.

Ti trovi in posizione distesa con i gomiti diritti.

Piega i gomiti e tirati su, finché il torace è all’altezza della barra.

Resta su per un secondo e, poi, scendi lentamente contando 2 secondi.

Ripeti l’operazione, finché riesci a farlo correttamente.

Fra i vari esercizi per dimagrire è il più difficile. Tuttavia da ottimi risultati.

Poi, con l’allenamento arriverai a fare 3 serie da 10-12 trazioni.

 

flessioni,fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE velocemente da casa, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLE20 – FLESSIONI

Questo esercizio serve a tonificare ed irrobustire spalle, petto, tricipiti ed addominali.

Sdraiati con la faccia in giù e le mani vicino alla spalla.

Tirati su spingendo le braccia fino a stenderle e, senza fermarti, scendi alla posizione di partenza piegando i gomiti.

Per i primi tempi, ripeti finché l’esercizio è fatto correttamente.

Al limite, se non ce la fai, puoi aiutarti appoggiando le ginocchia sul pavimento.

Poi, con l’allenamento, puoi permetterti 3 serie da 10-12 flessioni.

 

21 – SALTI DA PATTINATORI

salto da pattininaggio, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE velocemente da casa, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLEIl saltare come pattinatori è, fra gli esercizi per dimagrire, uno dei più efficaci per la velocità del risultato.

Ecco come eseguirlo: Mettiti in posizione semi-squat, con le gambe appena flesse in avanti.

Quindi, salta sul lato sinistro ed atterra sul piede destro.

Dopodiché, spingiti immediatamente nella direzione opposta ed atterra sul piede sinistro.

I salti vanno eseguiti ininterrottamente fino alla fine del set di ripetizioni.

 

Esegui 10 ripetizioni per lato, per 4-5 serie (se riesci anche 8), con riposo tra un esercizio e l’altro di 30 secondi.

 

22 – SALTO DELLA CORDA (a piedi uniti)

salto della corda a piedi uniti, fitness ESERCIZI PER DIMAGRIRE velocemente da casa, VISO, RUGHE, TONIFICARE LA PELLESaltare alla corda è il migliore tra gli esercizi per dimagrire a casa, per entrambi i sessi.

Infatti, ti aiuta a bruciare il grasso della pancia, intorno alle cosce ed a tutto il corpo.

Lo conosciamo tutti, poiché ci abbiamo giocato da bambini.

Ma ecco come eseguirlo:

  • Prendi una corda per saltare e salta per 60 secondi.
  • Assicurati di usare entrambe le gambe mentre salti, con i piedi uniti.
  • La prima sessione va eseguita a velocità normale.

Poi, per un risultato migliore, si passa ad un’altra sessione di 20 secondi di salti veloci, molto intensi.

 

ESERCIZI PER DIMAGRIRE – RACCOMANDAZIONI

Questi sono solo alcuni esercizi che puoi fare a casa senza attrezzature professionali.

Quindi, ora inizia pure il tuo percorso di esercizi per dimagrire da casa.

Associa gli esercizi ad una dieta, magari varia, come la Dieta Mediterranea, oppure proteica tipo la Dieta Paleolitica o la Dieta Dukan per la massa.

Ricorda che la costanza e l’impegno sono le madri di ottimi risultati.

Concentra la tua mente nei muscoli coinvolti e nella respirazione, che è fondamentale.

Ricordati di consultare un medico, per controlli ed eventuali consigli circa il tuo stato fisico.

Inoltre, ricorda di eseguire gli esercizi con la massima attenzione, per evitare di farti del male.

Se li esegui costantemente e con la giusta modalità, già dopo una settimana ti sentirai più forte ed avvertirai il calo del peso.

ALOE FEROX, PASTIGLIE, DIMAGRIMENTO, STITICHEZZA, PERDERE PESO, NATURALE, BLISTER, STIPSI, regolarità del transito intestinale e le funzionalità depurative.CONCLUSIONI

Ci auguriamo che questo articolo sia stato utile ed informativo per soddisfare le tue esigenze.

Ora, potrai eseguire gli esercizi per dimagrire da casa, in sicurezza e con i risultati desiderati, nell’ordine che preferisci.

A questo punto, non resta che proseguire negli allenamenti.

Tieni conto che, nelle palestre, ci sono allenatori che ti seguono e ti supportano, soprattutto se sei “alle prime armi”.

Buon esercizio e, buona lettura per i nostri ulteriori articoli.

Potrai lasciare un feedback a:        fitnessup.it@gmail.com

 

LEGGI ANCHE:

  1. Alimenti per una pelle sempre giovane
  2. Benessere fisico, mentale ed intimo
  3. Body Building e Caduta dei Capelli
  4. Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa
  5. Chiropratica – Cos’è e quando serve
  6. Dieta Chetogenica – Come funziona?
  7. Dieta Detox-È valida e sicura?
  8. Dieta Dukan – Efficace o dannosa
  9. Dieta Mediterranea ed i suoi benefici
  10. Dieta Paleolitica – Una dieta del Momento
  11. Dieta Selvaggia- La Dieta N° 1 In America
  12. Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)
  13. Ipnosi – Da spettacolo a terapia
  14. Piedi – Benessere e salute del corpo
MAL DI TESTA ALLE TEMPIE DI UNA RAGAZZA. CAUSE, SINTOMI E CURE

MAL DI TESTA – SINTOMI CAUSE E POSSIBILI CURE

Il mal di testa, o cefalea, è un dolore tra i più diffusi in assoluto.

In questo articolo cerchiamo di capirne le cause, riconoscere i sintomi ed adottare le giuste cure.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ci dice che, il 47% della popolazione ne soffre almeno una volta all’anno.
Tutti, chi prima chi dopo, ci troviamo a fare i conti con il mal di testa ad un certo punto della nostra vita.
Può colpire chiunque, indipendentemente dall’età, dalla razza e dal sesso.
Le cause possono essere di vario tipo, dallo stress all’affaticamento fisico e mentale, ad una sofferenza emotiva.
Oppure, può nascere da fattori psichici e psicologici, come l’ansia, la depressione, l’ipertensione.
Inoltre, la cefalea proviene da disturbi come l’emicrania.

 

MAL DI TESTA E CONSEGUENZE SULLA NOSTRA VITA

Può portare chi ne soffre in maniera cronica ad isolarsi.
Non si riesce a stare in mezzo alla gente ed ai rumori che si sentono in certi ambienti affollati.
Le persone con emicrania cronica, ad esempio, possono avere difficoltà a frequentare il lavoro, e la scuola regolarmente.
È un problema da non sottovalutare poiché, può causare esaurimento nervoso creando problemi nelle relazioni sociali.
In questo articolo, cercheremo di capire cosa sia il mal di testa e, come riuscire a curarlo.

 CLASSIFICAZIONE

Ci sono diversi tipi di mal di testa che si distinguono tra loro per cause e sintomi.
La medicina li distingue  in:

  • mal di testa primari
  • mal di testa secondari

 

MAL DI TESTA PRIMARI

mal di testa, bere,idratare, succo di frutta medicinale per curareQuando sono causati da una predisposizione genetica, ovvero problemi provenienti da cause naturali all’interno della testa, che causano dolore.
Questi dolori nascono dai nervi e muscoli della testa e del collo, vasi sanguigni, ed anche da cambiamenti nell’attività chimica nel cervello.
I principali mal di testa primari sono:

Emicrania, mal di testa a grappolo e mal di testa da tensione.
Li vediamo meglio più avanti

 

MAL  DI TESTA SECONDARI

Sono secondari quando i mal di testa sono causati da altri fattori esterni, le cui cause non sono localizzate all’interno della testa.
I mal di testa secondari possono essere causati da una vasta gamma di fattori.

Questi includono:

  • coaguli di sangue
  • disidratazione
  • postumi di sbornia causati da un eccesso di alcol
  • “congelamento del cervello” o mal di testa gelato, bevendo liquidi freddi o prendendo freddo alla testa
  • tumore al cervello
  • digrignare i denti durante la notte
  • emorragia cerebrale con sanguinamento dentro o fuori al cervello
  • avvelenamento da monossido di carbonio che impedisce l’apporto di ossigeno al cervello
  • concussione cerebrale, o trauma cranico dovuto ad un urto alla testa, senza perdita di coscienza del soggetto
  • glaucoma; cioè una malattia dovuta all’aumento della pressione all’interno del bulbo oculare
  • influenza, con infiammazioni come sinusite, rinite, cefalite
  • abuso di antidolorifici, conosciuto anche come mal di testa di rimbalzo
  • attacchi di panico, stress, ansia, depressione sono tutte cause psichiche dai tratti psicosomatici, che causano il mal di testa ed emicrania
  • ictus, in cui un’occlusione a capillari o vene, impedisce un apporto sufficiente di ossigeno e nutrimenti al cervello, causando la morte delle cellule cerebrali

KRESTINA PRO, contrasta la caduta dei capelli, li rinforza e stimola la ricrescita, trattamento professionale d'urto

MAL DI TESTA – COSA FARE

Si capisce che, dietro un apparente semplice mal di testa può nascondersi una causa ben più grave.
Pertanto, quando questo dolore diventa sempre più forte e, tende a persistere a lungo, è meglio consultare un medico.
Lo stesso vale se il mal di testa si presenta regolarmente.
Per esempio, può capitare che un mal di testa sia sempre più doloroso dei precedenti mal di testa.
Esso peggiora o, comunque, non migliora con i farmaci.
Se i sintomi, poi, fossero febbre, allucinazioni, confusione e rigidità del collo, è meglio chiamare subito un medico.

 TIPOLOGIE

Ci sono diversi tipi di mal di testa, primari e secondari.

Possiamo distinguerne diversi tipi.
Le distinzioni possono indicare anche la parte coinvolta dalla cefalea.

I PIÙ COMUNI SONO:

1. Mal di testa da tensione
2. Mal di testa a grappolo
3. Emicrania

Le cause del dolore alla parte frontale della testa possono essere qualcosa di diverso da un dolore alle tempie, o alla schiena o al centro della testa.

 

1. Mal di testa da tensione

Tipo di dolore che coinvolge gli adulti e gli adolescenti. Provoca dolore intermittente nel tempo, con intensità da lieve a moderato.
Normalmente, non ci sono altri sintomi che accompagnano questa forma.
Le donne tendono a soffrire di questo mal di testa maggiormente, rispetto agli uomini.
I mal di testa da tensione si possono verificare a causa di ansia o tensione muscolare nel collo.
Le persone piuttosto soggette a questi tipi di mal di testa segnalano pressione, o senso di costrizione intorno alla loro testa.

 

2. Emicrania

ragazzo con mal di testa a martelloLe persone che soffrono di emicrania attraversano intensi dolori.
Il dolore che si può provare è quello di un martellamento continuo nella testa.
Tali sintomi possono durare da poche ore a 3 giorni e, possono verificarsi da una a quattro volte al mese.
Questi tipi di attacchi richiedono riposo e, non vanno d’accordo con l’attività fisica da sforzo.
Si possono provare anche altri tipi di sintomi, insieme a questo dolore.
Infatti, si possono avere disturbi associati come fastidio a rumori od alti toni di voce.
Oppure, si possono avere nausea o vomito, perdita di appetito e disturbi allo stomaco o ai muscoli addominali.
Anche la sensibilità alla luce, o agli odori, possono essere ulteriori sintomi che accompagnano l’emicrania.
Può capitare che un adolescente, colto da emicrania, appaia pallido in viso.
Egli può essere colto da febbre, mal di stomaco, capogiri e visione offuscata.

 

3. Cefalea a grappolo

La cefalea a grappolo è più rara degli altri tipi, ma molto più dolorosa.
Chi l’ha provata l’ha definita come “il più grave dolore che gli umani possano provare”.
Si dice che il parto sia il dolore più grande e che, al secondo posto, ci siano le coliche renali da calcoli.
Tuttavia, le donne, che hanno provato il dolore della cefalea a grappolo, confermano che è peggiore del dare alla luce un figlio.

 

 CHI NE SOFFRE

I casi di mal di testa a grappolo, sulla popolazione, variano da razza, a luoghi di provenienza.
La razza bianca ne soffre di più rispetto alle altre.
Generalmente, ne possono soffrire più gli uomini che le donne, con età media di 25 anni.

 

CAUSA DEL MAL DI TESTA A GRAPPOLO

La causa è un aumento di volume dei vasi sanguigni tra teschio e cervello.
Questi, gonfiandosi, premono sulle numerose terminazioni nervose, provocando questo tipo di mal di testa.

 

 SINTOMI DEL MAL DI TESTA A GRAPPOLO

Per descrivere il dolore, si può dire che è come una fitta lancinante ed angosciante.
Si ha bruciore intorno agli occhi con lacrimazione ed arrossamento.

Altri tipi di sintomi sono:

  • Congestione nasale, cioè il naso chiuso
  • Comparsa di edema palpebrale; i liquidi ristagnano sotto le palpebre a causa dei condotti lacrimali ostruiti.
  • Sudorazione frontale
  • Senso di agitazione
  • Arrossamento
  • Iperemia, cioè l’aumento del flusso sanguigno alla testa
  • Blefaroptosi, ovvero le palpebre fanno fatica ad aprirsi
  • Miosi, cioè la riduzione del diametro della pupilla
  • Fotofobia, che è la non sopportazione della luce, un’ipersensibilità degli occhi alla vista della luce
  • Anche la lacrimazione altera la luce fungendo da lente, provocando un maggiore fastidio.
  • Fonofobia, ovvero il non riuscire a sopportare i rumori
  • Sindrome di Horner con abbassamento della palpebra superiore, non più controllata dal muscolo
  • Nausea e vomito

 

MANIFESTAZIONI  “A GRAPPOLI”

Tutti questi sintomi tendono a manifestarsi in gruppi.
Per questo motivo, questo mal di testa viene definito “a grappolo” o cluster in inglese.

Può capitare da una a tre volte al giorno.
Arriva improvvisamente, ed improvvisamente svanisce.
Ma può capitare, invece, che abbia solamente abbassato la sua sensibilità senza sparire.
Il periodo del mal di testa a grappoli può durare da due settimane a 3 mesi.
Ogni crisi di dolore dura da 15 minuti a 3 ore e, può anche capitare durante il sonno.
Può svanire, oppure ripresentarsi anche dopo anni di tranquillità apparente.

 

cefalea, mal di testa a rombo di tuonoMAL DI TESTA A ROMBO DI TUONO

Un altro dolore improvviso e molto forte, forse ancor più forte di quello a grappolo, è il mal di testa a rombo di tuono.

Le cause e gli esiti possono essere molto gravi.
Quando si hanno questi attacchi, si deve tempestivamente farsi accompagnare all’ospedale.
Raggiungono la massima intensità in meno di un minuto e durano più di 5 minuti.
Questo tipo di male è spesso indice di pericolo di vita.

Le cause possono essere:

  • Meningite, infiammazione delle meningi dovute a contaminazione da batterio pneumococco, meningococco o emofilo del tipo B.
  • Emorragia Cerebrale per la rottura di un vaso sanguigno nel cervello.
  • Sindrome da Vasocostrizione Cerebrale Reversibile
  • Trombosi venosa cerebrale, dove un’ostruzione nella vena, o coagulo, impedisce l’apporto di sangue che trasporta ossigeno e nutrienti, causando la morte delle cellule.
  • Aneurisma, ovvero l’allargamento di un segmento vascolare, con pericolo di rottura e conseguente emorragia cerebrale.

Le persone che avvertono questo tipo mal di testa improvviso e forte, devono subito chiamare i soccorsi e farsi accompagnare in Ospedale.

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALORE

CAUSE CHE SPESSO SOTTOVALUTIAMO

Alcune cause possibili del mal di testa sono, spesso, sottovalutate dalla stragrande maggioranza di noi.
Eccone alcune:

1.Il fumare

Fumando, respiriamo sostanze nocive al posto di sana aria ed ossigeno. Quando fumiamo, immettiamo nel corpo oltre 4000 sostanze chimiche, molte aromatiche, da fumo, monossido di carbonio e catrame. Questo può provocare asfissia, astinenza e mal di testa.
Il mal di testa, analogamente al fumo, si ha anche quando si respirano altre sostanze, come solventi contenuti in colle e vernici.
Ovviamente, il consiglio è quello di smettere di fumare e, per gli ambienti saturi di sostanze intossicanti, dotarsi di mezzi di ventilazione forzata e protezione o aprire le finestre.

2. Il peso corporeo

Si è rilevato da alcuni studi che, chi è obeso, con un Indice di Massa corporea oltre 30, ha il 35% di probabilità in più di avere mal di testa.
Questa probabilità cresce all’80% per un IMC oltre 40.
Il chiaro consiglio è quello di dimagrire, per scongiurare rischi per la salute ben più gravi.

3. Stress

Lo stress porta con sé altri disturbi psichici, come irritabilità ed insonnia, oltre ad un’accelerazione cardiaca che portano il mal di testa.
Il consiglio è quello di imparare a rilassarsi e, trovare il modo di togliere lo stress.
Altri metodi molto validi sono la meditazione, lo yoga e l’ipnosi.
Tolgono la tensione, insieme al peso psicologico di ciò che la causa.

4. Disidratazionemal di testa, compressione delle tempie, dolore acuto, forte

La disidratazione provoca spossatezza, irritabilità, deconcentrazione e mal di testa.
Il consiglio è di bere, ma anche di mangiare cibi, come frutta e verdura.

5. I digiuni

I morsi della fame hanno come sintomi, i crampi allo stomaco, spossatezza e mal di testa.
Il consiglio è di fare piccoli pasti, più frequenti, per non incorrere in digiuni troppo prolungati.
L’Insonnia od il Jet Leg sono disturbi del sonno che portano irritabilità, stanchezza e mal di testa.
Il consiglio è di dare la giusta importanza al riposo, non solo per il corpo, ma anche e soprattutto per la mente.

 

POSSIBILI CURE

Ci sono 2 strade per trattare il mal di testa:

1) Con l’uso di farmaci, antidolorifici e rilassanti, contrastanti dello stress, ed antidepressivi.

2) metodi cosiddetti alternativi.

 

USO DI FARMACI

I farmaci per curare il mal di testa, quando non è dovuto a motivi gravi, sono i classici farmaci da banco (FdB).
Ricordiamo gli antidolorifici, analgesici, antistaminici, aspirina, ibuprofene, paracetamolo, rilassanti, anti infiammatori ecc..
Un buon consiglio è, sempre, seguire le indicazioni del vostro medico o del farmacista.
Il loro consiglio è importante, perché l’abuso di farmaci antidolorifici può portare a mal di testa di rimbalzo.
Nel caso si abbia questo tipo di dolore di rimbalzo, si deve ridurre o arrestare l’assunzione di farmaci antidolorifici.
Se necessario, potrebbe occorrere un breve periodo di degenza ospedaliera, per scongiurare ulteriori complicanze.

 

TRATTAMENTI ALTERNATIVI

agopuntura per curare il mal di testa,emicrania,
agopuntura per curare il mal di testa

Ci sono altre forme per trattare il mal di testa, che non prevedono l’utilizzo di farmaci.
Tuttavia, è sempre consigliato, preventivamente, il consultare un medico prima di iniziare qualsiasi cura alternativa.

Alcune cure alternative sono:

  • Prodotti a base di erbe officinali e nutrizionali
  • terapia per la gestione del comportamento e dello stress
  • agopuntura, dalla medicina tradizionale cinese che, sfruttando l’inserimento di finissimi aghi in punti nervosi precisi, toglie la tensione che causa il dolore
  • meditazione, con la quale si ritrova una calma interiore che si estende anche fuori della meditazione
  • Ipnosi, da persona qualificata (psicologo, psicoterapeuta, psichiatra)
    Durante l’ipnosi, ci si trova in uno stato di profondo rilassamento, come durante la meditazione.
    La differenza sta in chi vi induce alla trance, che vi può togliere tutte le preoccupazioni e le ansie che causano il mal di testa.
    Allo stesso tempo, può predisporvi meglio a non assorbire ulteriori cause di tensione e mal di testa.

Questi rimedi funzionano quando i dolori non sono frutto di malattie o carenze di qualche nutriente che, in tal caso, va integrato.

CALMA LA FAME, PIù ENERGIA, CARBOIDRATI, CONCENTRAZIONE

CONCLUSIONI

Le regole migliori per tener lontano il mal di testa, quando le cause non sono congenite e naturali, sono quelle che riguardano un sano stile di vita.

Una alimentazione sana equilibrata e varia; dormire le 7-8 ora al giorno; il non fumare od esporsi a sostanze nocive.
Ancora, il mantenere una costante attività fisica che, oltre al benessere del corpo, aiuta a scaricare i nervi e le tensioni accumulate; la gestione dello stress che causa molti altri sintomi e problemi, anche gravi.
Evitare rumori assordanti e prolungati, quindi, l’usare le protezioni adatte, quando necessarie.
Evitare di respirare fumo ed altre sostanze nocive.
Cercate di evitare sbalzi termici troppo alti, o sbalzi di pressione significativi.
Attenersi ad abitudini sane che ti fanno sentire bene, come un allenamento regolare, un sonno sufficiente ed una dieta sana.
Tutti questi comportamenti allontanano la probabilità di aver mal di testa, oltre che portare benefici anche alla vostra salute in generale.
Per sentirvi più sicuri, tenetevi monitorati dal vostro medico di fiducia.

 

LEGGI ANCHE:

Alimenti per una pelle sempre giovane

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa

Chiropratica – Cos’è e quando serve

Dieta Chetogenica – Come funziona?

Dieta Detox-Èvalida e sicura?

Dieta Dukan – Efficace o dannosa

Dieta Mediterranea ed i suoi benefici

Dieta Paleolitica – Una dieta del Momento

Dieta Selvaggia- La Dieta N° 1 In America

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Ipnosi – Da spettacolo a terapia

Piedi – Benessere e salute del corpo

 

 

dieta detox, ragzazza con cesta di frutta fresca in mano, dimagrire velocemente, perdere peso

DIETA DETOX – È VALIDA E SICURA?

Dieta Detox sta per dieta disintossicante (Detox è l’abbreviazione di disintossicante).

Il suo scopo è di eliminare le tossine che assorbiamo dal cibo, dai prodotti chimici usati e dall’ambiente.

Una Dieta Detox vi potrebbe servire se avete la preoccupazione delle festività natalizie.

Con le abbuffate del pranzo o della cena di Natale, del cenone del Nuovo Anno, pensate di esagerare?

Se si, avrete bisogno di una Dieta Detox per redimere i vostri peccati di gola.

La Dieta Detox si propone di depurare l’organismo da tossine e chili in eccesso, in modo rapido.

È stata resa famosa da personaggi pubblici, come Khloe Kardashian  che l’hanno portata alla ribalta nello scenario delle diete.

khloe kardashan,dieta detox, dimagrire velocemente, perdere peso
Khloe Kardashian

DIETA DETOX – PRINCIPIO BASE

La Dieta Detox intende eliminare tutte quelle tossine che ogni giorno immettiamo nel nostro corpo.

Queste tossine arrivano dal cibo spazzatura,dall’alcol, dal fumo di sigaretta, dall’inquinamento atmosferico e dall’acqua che beviamo.
Si ritiene che queste tossine, se assorbite continuamente, portino ad aumento di peso, cellulite, gonfiore, affaticamento e problemi di salute gravi.
Da qui nasce l’esigenza di una disintossicazione, poiché il corpo non può e non deve oltrepassare certi limiti di sostanze nocive.

TOSSINE DALL’INTERNO

A queste sostanze dall’esterno, vanno aggiunte quelle prodotte dal corpo stesso.
Infatti, alcuni dei prodotti di scarto derivano dalla normale attività cellulare come l’ammoniaca, l’acido lattico e l’omocisteina.
I polmoni, il fegato, i reni l’intestino, la pelle, il sangue ed i sistemi linfatici hanno il duro compito di contrastare le tossine.
Questi organi devono essere in grado di isolare queste tossine e di espellerle dal corpo.

 

DIETA DETOX – IN COSA CONSISTE

Essa consiste nell’eliminare sostanze come la caffeina, l’alcol, il sale, lo zucchero ed alimenti trasformati.
Con la Dieta Detox si può perdere peso a causa delle limitate scelte alimentari, che fanno dimagrire di conseguenza.
Quando si sente parlare di disintossicazione si pensa subito ad un trattamento per togliere la dipendenza da alcol o droga.
Tuttavia, la dieta è usata per togliere le tossine di vario genere, contenute nel corpo.

 

dieta detox, salmone e verdure, asparagi, limone, dimagrire velocemente, perdita di pesoDIETA DETOX – BREVE O LUNGA

Quando si parla di dieta detox, ci si riferisce ad una  dieta solitamente a breve termine.
Questo perché, la sua restrizione serve appositamente per facilitare la rimozione delle tossine e, promuovere la perdita di peso.

In genere, la sua durata non super ai 7 giorni.

CALMA LA FAME, PIù ENERGIA, CARBOIDRATI, CONCENTRAZIONEI PRINCIPI BASE

Anche se ci sono diversi tipi di diete detox, generalmente seguono gli stessi principi:

  • Ridurre, se non eliminare, la quantità di sostanze chimiche ingerite (per esempio, mangiando alimenti biologici).
  • Si deve agevolare alimenti che forniscono vitamine, nutrienti ed antiossidanti, di cui il corpo ha bisogno per la disintossicazione.
  • Si devono selezionare gli alimenti, come cibi ricchi di fibre ed acqua, che agevolano le evaquazioni intestinali e della vescica.

 

COSA MANGIARE

Le diverse diete detox stabiliscono cosa si possa mangiare o meno, in funzione degli obiettivi fissati.
Quindi, ciò che puoi o non puoi mangiare dipende dal tipo di dieta detox, in funzione della situazione di partenza ed arrivo.
Alcune richiedono di bere spremute o bere infusi.

Altre diete detox concedono di poter assumere frutta e verdura, o una più ampia gamma di alimenti.

CONTAMINAZIONE DAGLI ALIMENTI

Studi condotti da università americane indicano che, tutti i composti chimici che immettiamo nel corpo si depositano nei tessuti e grasso adiposo.
Esse provengono da quel che si respira, che si mangia e che si beve.
In Paesi , come Canada, America e Cina, usano quantità massicce di pesticidi, diserbanti ed altre sostanze tossiche.
Le coltivazioni che ne derivano assorbono tutto questo.

Perciò, quando mangiamo i prodotti di queste terre, le introduciamo nel nostro corpo in cui questi veleni poi si trattengono.
Anche gli imballaggi possono trasmettere sostanze chimiche dannose ai cibi.
Per questo si consiglia sempre di conservare i cibi lontano dal sole e da fonti di calore.
Infatti, farebbero alterare la struttura chimica degli incarti che rilascerebbero sostanze chimiche ai cibi.

 

DALL’AMBIENTE DOMESTICO

Dai detersivi per la casa, a quelli che usiamo per i pavimenti e per il bagno, che contengono acido cloridrico volatile.
Dai detergenti che usiamo per lavarci, non sempre derivanti esclusivamente dalla sola glicerina,
agli ammorbidenti e detersivi per il bucato che vengono assorbiti dalla nostra pelle.

Sono un’altra fonte di sostanze che intasano il nostro organismo, portando problemi.

DALL’AMBIENTE ESTERNO

Dai metalli pesanti dall’aria piena di smog e di gas di scarico delle auto..
Dal fumo di sigaretta, che si propaga nell’aria e viene assorbito da chi fuma e dai “fumatori passivi”.
Termovalorizzatori che, sebbene dovrebbero distruggere le immondizia, in realtà creano centinaia di migliaia di composti chimici liberati nell’aria.

Non per nulla i cosiddetti termovalorizzatori inquinano ancor di più dei rifiuti solidi di partenza.

PATOLOGIE CORRELATE DA SOSTANZE ASSORBITE

È facile immaginare come tutte queste sostanze, assorbite dal nostro corpo, abbiano delle conseguenze sulla nostra salute.
Si parla di “carico corporeo” per intendere proprio questa quantità assorbita.dieta Detox prima e dopo risultati, ragazza, perdita di peso, dimagrire velocemente
I disturbi che ne derivano sono:

  • squilibri ormonali
  • allergie ed ipersensibilità a cibi o indumenti
  • compromissione della funzione immunitaria e carenze nutrizionali
  • sfoghi della pelle, irritazioni, macchie, arrossamenti
  • celiachia
  • indigestione
  • scarsa concentrazione
  • stanchezza
  • mal di testa
  • alitosi
  • dolore muscolare

 

LA DIETA DETOX PURIFICA?

La dieta detox è una tipologia che include varietà di diete disintossicanti, alcune anche famose.

Tuttavia, ci sono pochissimi studi che provano realmente i benefici  che le vengono attribuiti.

Sappiamo, per merito di altre ricerche ed esperienze, che ci sono alimenti che hanno proprietà decisamente benefiche  per il corpo.

Se inglobati nella dieta, come conseguenza, il risultato sarà positivo.

A proposito, trovate 30 alimenti che fanno bene alla vostra pelle, oltre che al vostro corpo cliccando qui.

DIETA DETOX E CONFRONTO CON ALTRE DIETE

Determinati alimenti e sostanze possono avere proprietà disintossicanti.
Tuttavia, la maggior parte delle ricerche ha come soggetti gli animali in laboratorio.
Per questo motivo, non abbiamo la certezza assoluta che questi alimenti abbiano stessi effetti per l’uomo che si riscontrano sugli animali.

 

DIETA DETOX – VANTAGGI

È facile immaginare come la dieta detox, con ricette basate su verdure, cibi naturali, acqua ed esercizio fisico, dia risultati positivi.
Alcuni cibi previsti aiutano la perdita di peso con alcune sostanze naturali, che hanno effetto buciagrassi.

Mangiare solo cibi sani e non lavorati aiuta ad abituare il palato.

In questo modo, si ha meno probabilità di desiderare cibi grassi, salati e zuccherati.
Proprio come qualsiasi dieta, la dieta detox può aiutare ad assumere buone abitudini alimentari.

Inoltre, riuscire a ridurre i livelli di stress durante la dieta detox, come per le altre, aiuta ad ottenere esiti positivi e sostenibili.
Un altro aspetto  della dieta detox, che si rifà al principio della Dieta Mediterranea, è il cambiamento nello stile di vita.
A questo punto, una volta che si conoscono le regole base, si deve condurre una vita sana sempre.

CHETOSI, BRUCIA GRASSO, BRUCIARE I GRASSI, DIMAGRIRE, PERDERE PESO, AUMENTA L’ENERGIA, TRASFORMA GRASSO IN ENERGIA, ACCELERA IL METABOLISMO, MIGLIORA UMORE ED ENERGIA 

DIETA DETOX – DURATA DEGLI EFFETTI

L’eliminazione di caffeina, alcol, sale, zuccheri e cibi lavorati porta a perdere peso, per la natura restrittiva della dieta.
Tuttavia, la maggior parte di questo peso perduto sarà costituito da acqua e glicogeno immagazzinato (che poi si accumula come grasso).
Pertanto, sarà molto probabile recuperare tale peso, una volta terminata la Dieta Detox.

 

khloe kardashan,dieta detox, dimagrire velocemente, perdere pesoCHI NON DOVREBBE PROVARLA

Una regola saggia, che riguarda sia la Dieta Detox che tutte le diete, è il consultare preventivamente un medico di vostra fiducia.
Chiedetegli se la dieta detox fa al caso vostro.

Valutate i pro ed i contro, se e quali sono i benefici, ma soprattutto, quali possono essere i rischi.
Infatti, la dieta detox potrebbe essere dannosa per le persone con determinate patologie, come il diabete.
Le donne incinte, od in periodo di allattamento, non dovrebbero seguire una Dieta Detox.

 

SINTOMI  E MALESSERI

Può capitare, durante la Dieta Detox, di provare dolori muscolari, insonnia e di non avere appetito.
Inoltre, se vi capita di far fatica a digerire, oppure tosse e mal di testa, è il caso di interrompere la dieta e farsi vedere da un medico.
È probabile che stiate sbagliando qualcosa e, che siate nel bel mezzo di una carenza alimentare.
Ricordatevi che le diete “fai da te” possono essere dannose, con rischi per la salute gravissimi, se non sapete ciò che fate.
La dieta detox non è creata per disintossicare il corpo da droghe e da alcool.

EFFETTI COLLATERALI

Eventuali effetti collaterali possono essere causati dalle scelte nel strutturare e gestire una Dieta Detox.
Abbiamo detto che se vi sentite fiacchi, affamati, vi gira la testa, avete dolori di testa e muscolari, c’è un problema.
È probabile che vi manchino sostanze come zuccheri e nutrienti, per il buon funzionamento del corpo.
Infatti, può capitare di essere confusi, di non riuscire a ricordare o compiere un semplice ragionamento.
In genere, il sintomo più diffuso è il mal di testa.

Può capitare nei primi giorni di Dieta Detox, spesso dovuto alla mancanza di caffeina.
Capita anche che, alcune diete detox possano essere troppo estreme e restrittive.
Se seguite e protratte per un periodo oltre i sette giorni, possono portare a pericolose carenze nutrizionali.
Tali carenze possono innescare alterazioni del comportamento, come irritabilità e rabbia, specialmente negli adolescenti.
Addirittura, potrebbero avere un impatto sulla salute e sul benessere a lungo termine.

 

DIETA DETOX E LA CAFFEINA

ragazza scatta per correre, dieta detox, caffeina, maggiore energia, perdita di peso, dimagrire velocemente,La caffeina è un alcaloide naturale presente nel caffé, nel té, nel cacao, nel guaranà ed altre piante.

Essa ha un effetto psicoattivo, stimolante nel corpo.
Accelera i battiti ed aumenta il metabolismo, liberando più energia a disposizione dell’organismo.
Inoltre, aumenta l’attenzione del cervello.
La caffeina provoca assuefazione nel corpo e, quando manca per qualsiasi motivo, ne avverte la mancanza ed il bisogno.
Questa mancanza è indicata dal corpo con alcuni sintomi, come il mal di testa e la spossatezza fisica.
Nella Dieta Detox la caffeina è esclusa, e ciò porta dei problemi di astinenza per i bevitori di caffé abitudinari.
Gli esperti di dieta ne consigliano la diminuzione graduale, prima di cominciare la Dieta Detox.

 

DIETA DETOX – ALTRE CONTROINDICAZIONI

Se i pazienti consumano troppe verdure e troppa fibra, possono avere blocchi intestinali dovuti ad intasamento.
In questo caso è bene integrare cibi liquidi ed acqua.
Oppure, si può avere effetto contrario con la diarrea.

Questa porta altre conseguenze come disidratazione e perdita di principi nutritivi.

Come abbiamo già detto, se certi sintomi persistono, è bene consultare immediatamente un medico.
Inoltre, se il ciclo della Dieta Detox risulta lungo oltre la settimana, è bene farsi monitorare da un medico.
Alcune carenze alimentari (esempio di calcio, fosforo, potassio, proteine ecc..) potrebbero causarvi problemi alla salute.

INCINTA, per curare i sintomi climaterici della menopausa IN MODO NATURALE. PROBLEMI DI INFERTILITÀ, per GRAVIDANZA .

CONSIDERAZIONI SULLA DIETA DETOX

Il corpo ha organi per la sua difesa dalle sostanze ed agenti esterni come pelle, fegato, reni per espellere le tossine, sistema digestivo e polmoni.
Le nostre cellule producono enzimi che hanno il compito di sentinelle e spazzini verso sostanze estranee, tossine e scarti.
Potrebbe capitare che, riducendo drasticamente nutrienti utili come le proteine, sia molto più probabile compromettere queste difese naturali, anziché aiutare il corpo a disintossicarsi.
Inoltre, l’aspetto di recuperare il peso dopo la fine della dieta, rendendola inutile, non la pone come una dieta effettivamente efficace.

SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,
SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO
PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,

ALTERNATIVA ALLA DIETA DETOX

Ci sono diete che, essendo molto varie nella scelta degli alimenti, hanno molti meno rischi.

Infatti, non escludono un cibo in particolare, ma giocando sulla varietà e su porzioni più numerose e ridotte, evitano abusi e carenze.
La più famosa di queste è la Dieta mediterranea.

È una valida alternativa alla Dieta Detox, per ritrovare la pace con la vostra coscienza dopo gli eccessi delle feste.
Inoltre, la Dieta Mediterranea prevede uno stile di vita attivo ed all’aperto, con riscontri positivi sul benessere e la salute.

 

LEGGI ANCHE:

Alimenti per una pelle sempre giovane

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa

Chiropratica – Cos’è e quando serve

Dieta Chetogenica – Come funziona?

Dieta Dukan – Efficace o dannosa

Dieta Mediterranea ed i suoi benefici

Dieta Paleolitica – Una dieta del Momento

Dieta Selvaggia- La Dieta N° 1 In America

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Ipnosi – Da spettacolo a terapia

Piedi – Benessere e salute del corpo

dieta selvaggia, carne grigliata, dieta dukan, dieta paleolitica, dieta chetogenica

DIETA SELVAGGIA- LA DIETA N° 1 IN AMERICA

Molte mode ed abitudini che abbiamo in Europa ed in Italia sono sbarcate dall’America.
Sarà il gusto dell’esotico.
Sarà che l’erba del vicino è sempre la più verde, ma anche nelle diete il principio è quello.
Per cui, se stai cercando la dieta numero uno in America oggi è:
la Wild Diet, ovvero la Dieta Selvaggia.
Una dieta nata non da un dottore esperto, ma da un ragazzo che aveva la semplice esigenza di perdere peso.

 

CONSIDERAZIONI PRELIMINARI

In molti cibi che consumiamo, specie quelli di produzione industriale, troviamo grassi idrogenati, zuccheri e cereali raffinati.
Considerando ciò, qualsiasi dieta che li taglierà  migliorerà la perdita di peso e la salute generale.

Quando limitiamo tutti questi carboidrati raffinati, stabilizziamo i livelli di zucchero nel sangue e di insulina.

Questa è evidentemente una buona cosa per la salute ed il benessere fisico.

 

DIETA SELVAGGIA E ABEL JAMES

Abel James è il creatore della Dieta Selvaggia.
Musicista con una laurea in psicologia, non ha alcun titolo da dietologo.
È noto anche come “The Fat Burning Man”, l’uomo bruciagrassi.
Egli lavorava come musicista, ma un giorno ebbe l’esigenza di perdere peso.
Era frustrato dalle comuni diete e dai sacrifici che esse chiedevano.

Erano molto dure e non davano i risultati sperati.
Si mise, quindi, a fare le sue ricerche per trovare un percorso dietetico adatto a lui.

 

ABEL JAMES CREA LA DIETA SELVAGGIA

Fu così che, dai princîpi della dieta paleolitica, creò la dieta selvaggia.
Questa dieta, creata per lui, gli permise di perdere peso e di mantenere il risultato ottenuto.
Abel James è descritto semplicemente come un “blogger” di dieta.
Tuttavia, nella trasmissione che lo ha reso famoso, con la perdita di peso grazie alla sua dieta, ha superato consulenti nutrizionali, esperti di diete e, personal trainer.

 

LA DIFFUSIONE DELLA DIETA SELVAGGIA

La sua dieta è diventata famosa grazie ad internet, poiché fu riportata in un PDF scaricabile, oltre che nel libro “La Dieta Selvaggia” che ha riscosso un buon successo.
Ma, la vera fama la ottenne partecipando ad uno show televisivo.
In questo programma si mettevano a confronto 5 diete dimagranti.

La dieta selvaggia arrivò seconda, anche se ottenne la maggior perdita di peso.
Nonostante il secondo posto, la fama esplose rendendola la dieta del momento in America.

 

COS’È LA DIETA SELVAGGIA?

Se ti piacciono le diete dove si mangia carne, come la Dieta Dukan e la Dieta Paleolitica, allora ti piacerà anche quella selvaggia.

Tra l’altro derivano tutte dal principio base della dieta chetogenica, ricco di proteine ed a basso consumo di carboidrati.
La dieta selvaggia è una dieta stile paleo che, per la maggior parte, si basa su cibi non lavorati, ricchi di nutrienti.
In particolare, la dieta selvaggia promuove il consumo di grassi sani e limita gli zuccheri ed i carboidrati raffinati.

 

DIETA SELVAGGIA E LA CUCINA DELLA NONNA

Rispetto alla dieta Paleolitica consente un’ampia gamma di alimenti ed una minore rigidità alimentare.
In altre parole, è la dieta consigliata dalle nostre nonne, basata su un consumo di carne, pesce, verdure, noci, frutta secca e frutti di stagione.
Questi cibi, non sono industriali ricchi di zuccheri ed additivi, ma sono cucinati secondo le tradizioni sane di una volta.

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALORE

DIETA SELVAGGIA – ALIMENTI CONSENTITI

Abel James, nella sua dieta, ci indica i cibi da mangiare ed i cibi da evitare.
Il principio è che siano alimenti biologici, a base di verdure e frutta, carne o frutti di mare allevati localmente, in un ambiente simile all’ambiente naturale.

 

I CIBI CONSENTITI SONO:

  • Prodotti animali come burro, panna e formaggio, che nella dieta paleolitica non sono ammessi.
  • Legumi – preparati correttamente.
  • Grani senza glutine (riso selvatico, quinoa, ecc.)
  • Nocciole, arachidi, noci ecc..
  • Oli vergini a base di olio pressato a freddo, come olio di avocado, olio di cocco, olio di oliva o olio di noci
  • Carni grasse al pascolo allevate ad erba, biologiche, selvagge o allevate come manzo, tacchino, pollo, cavallo, cinghiale, vitello, maiale.

 

ALTRI CIBI CONSENTITI SONO:

  • Pane a lievitazione naturale (occasionalmente).
  • Patate dolci o riso, per chi fa sport, dopo gli allenamenti.
  • Verdure a foglia verde come insalate, bietole, spinaci e cavoli.
  • Verdure ricche di fibre colorate come carote, zucca, carciofi, peperoni e melanzane.
  • Pesce, crostacei o molluschi selvatici compresi.
  • Gamberetti, merluzzo, salmone, branzino, vongole, granchi o tonno.
  • Uova di pollo, anatra, quaglia, ecc..,purché, gli animali siano allevati a terra con cibi naturali, senza mangimi industriali.

 

BEVANDE CONSENTITE:

  • Vino rosso e birra con moderazione
  • Caffé

 

CIBI DA EVITARE:ragazza perde peso con la dieta selvaggia, carne grigliata, dieta dukan, dieta paleolitica, dieta chetogenica

  • Pane da lievito di birra (eccetto pasta madre)
  • I cibi ricchi di glutine
  • Cibi ricchi di amido come la pasta
  • Zucchero

 

 

 

DIETA SELVAGGIA – COME COMPORRE I PASTI

Come pricipio di base della Dieta Selvaggia, i piatti vanno composti come segue:
Circa 2/3 del piatto dovrebbero essere costituiti da insalata di verdure a foglia verde e non amidacee.
Le verdure amidacee, come patate dolci o barbabietole, sono consentite in quantità limitata per gli sportivi che si esercitano regolarmente.
La parte di proteine da ​​carne, pesce o uova, dovrebbe essere di una quantità pari a circa 50-60 grammi.
La parte restante dovrebbe essere riempita con frutta e grassi vegetali o di pesce.CONTRALIP, colesterolo, riso, riso rosso, malattie, cardiovascolari, fermentato, valori colesterolo, compresse, Ministero della salute, naturale,coloranti, oli, derivati animali, parabeni, paraffine, olio di palma, altri agenti chimici, Monacolina K, farmaci anticolesterolo, monacoline

DIETA SELVAGGIA – QUANTO MANGIARE?

Le porzioni variano a seconda del soggetto, della sua stazza, dell’età e dei chili da perdere.
Anche l’aspetto di vita sedentaria, o meno, è importante.
Come per tutte le diete, anche in questa si raggiungono risultati migliori se associata a movimento fisico regolare.
In altre parole, la dieta selvaggia va adattata al soggetto che la adotta, in base al suo stile di vita ed al suo corpo.
Abel James fornisce una guida su come preparare i pasti giornalmente.

ELASTICITÀ DELLA DIETA SELVAGGIA

Nella dieta selvaggia ci sono giorni in cui puoi mangiare qualsiasi cosa.
Alcuni potrebbero obiettare che, questi giorni aiutano a rendere la dieta meno restrittiva, aumentando i tempi di perdita peso ed i casi di insuccesso.
D’altra parte, questi giorni “liberi” possono essere un problema per coloro che hanno una dipendenza da cibo.
Infatti, molte persone hanno difficoltà a controllarsi ed a rinunciare al consumo di zucchero e di pasta.
Di conseguenza, mangiarli solo per un giorno può essere estremamente difficile.

 

PIANO ALIMENTARE SETTIMANALE

James afferma che il tuo piano alimentare dovrebbe essere organizzato per raggiungere obiettivi settimanali.
Questo rende alla dieta selvaggia una maggiore flessibilità e, rende il programma più facile da seguire.
Per esempio, se non puoi mangiare abbastanza verdure il lunedì, mangia più verdure nei giorni successivi.
In questo modo, entro la fine della settimana, avrai comunque mangiato il 65% di verdure richieste.
Le cene dagli amici ed il ristorante sono permessi.

 

DIETA SELVAGGIA ED IL CIOCCOLATO FONDENTE

cioccolato in pezzi, cioccolato fondente, 70%, cacao amaro, cacao, flavonoidiJames consiglia aver a disposizione il cioccolato fondente.
Il cioccolato può fornire alcuni benefici per la salute importanti.
La fava di cacao, da cui deriva il cioccolato, è ricca di flavonoidi.

 

COSA SONO I FLAVONOIDI

Potenti antiossidanti, sono utili per garantire l’ottimale funzionamento di fegato, del sistema immunitario e del sistema cardiocircolatorio.
Essi contribuiscono, inoltre, alla prevenzione di numerose patologie anche tumorali.
Inoltre, hanno proprietà anti infiammatorie che fanno bene alla pelle, perché contrastano l’invecchiamento causato dai radicali liberi.
Ma non tutto il cioccolato ha questi benefici.
Infatti, man mano che i semi di cacao vengono lavorati, questi benefici sono ridotti al minimo.
Per questo motivo, la scelta migliore è il cioccolato fondente.
Ma anche il cioccolato fondente lavorato fornisce zucchero e grassi, quindi, dovrebbe comunque essere consumato con moderazione.

 

PROGRAMMA DI ALLENAMENTO FISICO

La dieta selvaggia prevede anche un programma di esercizi fisici.
Il programma di allenamento include semplicemente una sessione di allenamento ad alta intensità di 7 minuti al giorno.
Va però precisato, che si parla di attività fisica minima consigliata.
Infatti, è chiaro che se il soggetto effettua regolarmente attività fisica, è sicuramente meglio.

LA DIETA SELVAGGIA FA BENE?

Questa dieta ha delle caratteristiche che potrebbero farti sentire meglio.
Infatti, il fatto che per 2/3 sia composta da verdure non amidacee, ricche di nutrienti sani, è già positivo.
Le persone che seguono il programma godranno di un maggiore apporto di proteine di alta qualità.
Inoltre, il fatto che si debbano escludere i cibi lavorati industrialmente è ulteriormente salutare.
Infatti, questi sono solitamente ricchi di additivi zuccherati e dolcificanti per aumentare la conservazione ed esaltare il gusto.
Le bevande zuccherate ed i prodotti da forno come le merendine e le caramelle, non sono ammesse.
Ciò rende la dieta selvaggia ancora più salutare.

Infine, si può ammettere che la dieta selvaggia sia valida; Una buona dieta per dimagrire velocemente.

DIETA, DETOX, NATURALE 100%, SCIOGLI IL GRASSO, TENERSI IN FORMAPREOCCUPAZIONE DEI DIETOLOGI

Alcuni dietologi sollevano il problema delle carenze nutrizionali dovute alla mancanza di cereali e formaggi di questa dieta.
Queste carenze sono state rilevate anche nella analoga dieta paleolitica.
Sollevano i loro dubbi circa l’indicazione del consumo di grassi saturi.
Infatti, se pur questi grassi siano ridotti in quantità e di qualità migliore, potrebbero essere ancora troppi per chi sta cercando di aumentare la salute del cuore.
Infine, anche il programma di esercizi ha sollevato preoccupazioni.
Non tutti i soggetti che seguono la dieta sono abbastanza in forma, o in salute per completare esercizi ad alta intensità.

 

DIETA SELVAGGIA E LA PERDITA DI PESO

DIETA SELVAGGIA, perdita di peso, prima, dopo

Con questo programma alimentare puoi perdere peso, in particolare nelle fasi iniziali.
Se parti da un’alimentazione con abuso di zuccheri e carboidrati, magari con poche verdure, la dieta selvaggia è una miglioria.
Poniamo che la vostra dieta attuale sia ricca di carne, cibi industriali, carboidrati e bevande dolci.
Il passaggio ad una alimentazione a basso contenuto di carboidrati, con molte verdure, può provocare una rapida perdita di peso in acqua.
A livello di immagine ci sarebbe un bel miglioramento visivo.
Ti potresti anche sentire più energico, dopo una riduzione dei carboidrati trasformati.

 

LA DIETA SELVAGGIA È ADATTA A TUTTI?

Come per tutte le dieta, anche i risultati di quella selvaggia sono soggettivi.
Infatti, non tutti avrebbero la stessa perdita di peso.
Abel James dice che puoi perdere 20 chili in 40 giorni con questa dieta.
È possibile che alcune persone raggiungano questo obiettivo e, che molte altre non riescano.
I più, le persone molto attive possono avere difficoltà a ottenere l’energia di cui hanno bisogno per le attività quotidiane.
Infine, non tutti hanno tempo e soldi per trovare e comprare selvaggina allevata, pesce catturato e verdure biologiche.

LA FAMA DELLA DIETA SELVAGGIA

abel james, inventore della dieta selvaggia, dieta paleolitica, dieta proteica, a basso consumo di carboidrati, perdita di peso veloceAbel James ha partecipato ad un reality show che mette in competizione diversi guru della dieta.
Avrebbe vinto chi avesse presentato il programma che portava alla maggior perdita di peso.
La dieta selvaggia non ha vinto il testa a testa finale.
Tuttavia, il programma di James è arrivato al secondo posto con il suo soggetto che ha perso 87 chili.
Questo show, ha portato alla crescita della fama del suo libro “LA DIETA SELVAGGIA” nonché del sito Web.

CONSIGLI DI FITNESSUP

La dieta selvaggia, come le altre diete, sono soggettive.
Hanno diversi esiti, essendo le persone diverse e con diversi problemi.
Anche se la dieta selvaggia ha funzionato per Abel James, non è detto che funzioni allo stesso modo per tutti.
Infatti, egli ha perso grasso e non l’ha recuperato.

Ma si consideri che pratica attività fisica costante per essere in forma, quando esibisce la sua dieta.
Se provi la dieta selvaggia, ma non vedi i risultati che desideri, non abbatterti.
Infatti, puoi servirti di tale dieta per avere una linea guida.
Inoltre, con l’aiuto di un medico, puoi apportarle modifiche in base al tuo stile di vita.
In questo modo, puoi soddisfare le tue esigenze di salute personale in maniera mirata ed efficace.
La consulenza di un buon medico esperto ti garantisce, maggiormente, il risultato con salute e benessere psicofisico.

CHETOSI, BRUCIA GRASSO, BRUCIARE I GRASSI, DIMAGRIRE, PERDERE PESO, AUMENTA L’ENERGIA, TRASFORMA GRASSO IN ENERGIA, ACCELERA IL METABOLISMO, MIGLIORA UMORE ED ENERGIALEGGI ANCHE:

Alimenti per una pelle sempre giovane

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa

Chiropratica – Cos’è e quando serve

Dieta Chetogenica – Come funziona?

Dieta Detox-Èvalida e sicura?

Dieta Dukan – Efficace o dannosa

Dieta Mediterranea ed i suoi benefici

Dieta Paleolitica – Una dieta del Momento

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Ipnosi – Da spettacolo a terapia

Piedi – Benessere e salute del corpo

Dieta paleolitica, dieta per dimagrire, dieta chetogenica, cibo naturale, cibo industriale, perdere peso, dieta,

DIETA PALEOLITICA – UNA DIETA DEL MOMENTO?

In cosa consiste la dieta paleolitica?
Si tratta di evitare gli alimenti che non erano disponibili ai tempi degli uomini delle caverne.

A quei tempi non c’erano alimenti trasformati, prodotti industriali, conservanti, fertilizzanti, insetticidi.
Gli alimenti base di una dieta paleolitica, ovviamente, includono soprattutto carne e pesce.
La dieta comprende anche frutta e verdura fresca, noci e semi, uova ed alcuni oli.
Nella dieta paleolitica possiamo trovare dei benefici, ma ci sono anche alcuni svantaggi.

Infatti, se non si sta attenti, la dieta paleolitica può portare ad alcune carenze nutrizionali.
Per fare un esempio, il calcio è uno degli elementi che possono scarseggiare.
Per ora, non sono provati i benefici nel lungo termine della dieta paleolitica.
Questo perché, mancano ancora prove affidabili per sostenere la sua bontà per la salute.

COS’È LA DIETA PALEOLITICA

La dieta paleolitica, è conosciuta anche come “dieta paleo” o “dieta del cavernicolo”.
La si può trovare come “dieta dell’età della pietra”, oppure “del cacciatore raccoglitore”.

Il principio, alla base della dieta paleolitica, è la convinzione di tornare ai cibi del passato.
Secondo questa idea, gli esseri umani dovrebbero mangiare cibi naturali, freschi, non trasformati.
Si vuole tornare, quindi, alla dieta degli antenati cacciatori raccoglitori vissuti durante l’era paleolitica.

Il Paleolitico iniziò 2,5 milioni di anni fa e si concluse circa 10.000 anni fa.
La dieta paleolitica comprende alimenti che devono essere cacciati o pescati.
Si ha quindi carne e pesce, oltre a quelli che si possono raccogliere, come frutta e verdura.

CARATTERISTICHE DELLA DIETA PALEOLITICA

dieta paleolitica, dieta paleo, dieta preistorica, cibo della preistoria, cibo non lavorato,La dieta paleolitica esclude gli alimenti che non erano disponibili per l’uomo a quel tempo.
Inoltre, si escludono alimenti che, pur disponibili, non soddisfano le esigenze nutrizionali della dieta.
Coloro che seguono la dieta paleolitica credono che tali alimenti siano migliori per noi.
Il motivo è che il nostro corpo è già predisposto geneticamente per poter assimilare tali cibi.

Essi sostengono che, la nostra genetica non è cambiata molto dal tempo del Paleolitico. Credono che, corpo umano e metabolismo non siano stati in grado di cambiare abbastanza.
Ovvero, che l’evoluzione del corpo non sia andata di pari passo con l’evoluzione agricola.

Perciò, il corpo non è ancora pienamente adattato per far fronte alla moderna dieta umana.
Oggi, la nostra alimentazione è ricca di prodotti lattiero-caseari, alimenti trasformati e cereali.

I seguaci della dieta paleolitica credono che, il seguirla porti benefici alla salute e al benessere.

DIETA PALEOLITICA – OSSERVAZIONI SCIENTIFICHE

Alcune ricerche hanno studiato i benefici del cibo in alcuni popoli, come gli australiani aborigeni.

Hanno scoperto la relazione cibo-malattie come l’obesità, diabete e malattie cardiache.
Esse aumentavano solo quando venivano introdotti nella dieta alimenti trasformati.
Ricerche recenti hanno osservato i fattori di rischio per diabete tipo 2 e malattie cardiovascolari.

Hanno notato che tali malattie si riducevano con una dieta paleolitica.
Tuttavia, si è ritenuto opportuno che ci fossero ulteriori conferme per sostenerlo.

DIETA PALEOLITICA – DIVERGENZE TRA ESPERTI

Ci sono varie opinioni tra studiosi ed autori sulla bontà della dieta paleolitica.
Tuttavia, essi concordano sul fatto che non c’è modo di replicare il cibo di allora.

Non si può replicare esattamente il cibo del paleolitico, essendo variati animali e vegetali di allora.
Quindi, in alcuni casi è necessario apportare delle sostituzioni.
Questo spiega molte delle diverse scelte degli autori nelle loro pubblicazioni.

DIETA PALEOLITICA E LOREN CORDAIN

Negli anni, molti autori hanno scritto articoli, libri e riviste sulla dieta paleolitica.inventore della dieta paleolitica, dieta paleo, dieta preistorica, cibo della preistoria, cibo non lavorato
Colui che l’ha creata, resa famosa e ne detiene il Copyright è il dott. Loren Cordain.
Il dott. Cordain ha pubblicato molte ricerche sui benefici della dieta paleolitica.
Ora è professore al Dipartimento di Scienze della salute presso l’Università del Colorado.

Il dott. Cordain possiede il marchio di fabbrica della Dieta Paleolitica.
Inoltre è il fondatore del Movimento Paleo, nonché suo presidente.

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALORE

LISTA DI ALIMENTI DELLA DIETA PALEOLITICA

La dieta Paleolitica ha sette caratteristiche fondamentali che la compongono :

1. Vi è un ridotto consumo di carboidrati.
Inoltre, i carboidrati mangiati sono quelli con un basso indice glicemico.
Frutta e verdure fresche non amidacee costituiscono la principale fonte di carboidrati,.
Esse forniscono tra il 35-45% dell’apporto calorico giornaliero.
Questi alimenti hanno un basso indice glicemico.
Ciò significa che, se mangiati, vengono digeriti ed assorbiti più lentamente dal corpo.

Questo causa un minore impatto sui livelli di zucchero nel sangue.
A tal proposito, le patate sono ricche di amido che è uno zucchero complesso.
Infatti, le patate hanno un alto indice glicemico, quindi, sono escluse dalla dieta.
2. La dieta paleolitica ha un alto uso di carne, pesce e legumi ad alto apporto proteico.
3. Anche l’assunzione di fibre è consistente.

ANDIAMO AVANTI…

I cibi con le quantità di fibre utili nella dieta paleolitica provengono da frutta e verdure.
Si escludono le verdure amidacee, mentre si utilizzano cereali integrali e cereali raffinati.
4. I seguaci consumano molte vitamine, minerali, fitofarmaci vegetali ed antiossidanti.
5. Nella dieta paleolitica c’è un alto contenuto di grassi.
Quelli mangiati dovrebbero essere per lo più monoinsaturi e polinsaturi anziché saturi.
6. L’assunzione di sale di potassio è alta e l’assunzione di sale di sodio (più dannoso) è bassa.
I cibi freschi non trasformati, consumati sulla dieta, contengono percentuali più elevate di sale di potassio rispetto al sale di sodio.

DIETA PALEOLITICA – ACIDO ED ALCALINO

La dieta paleolitica fornisce un equilibrio tra acido ed alcalino nell’alimentazione.
I cibi alcalini, come frutta e verdura, equilibrano i cibi acidi come carne e pesce.
Sappiamo che un corpo troppo acido è esposto a malattie, per cui dagli alcalini c’è un beneficio in salute.

ALIMENTAZIONE NELLA DIETA PALEOLITICA

Nella dieta paleolitica sono ammessi cibi come:

  • Carne da animali da pascolo o pollame
  • Frutta e verdura fresca
  • Pesce e frutti di mare
  • Uova
  • Noci, semi di lino, avocado e cocco
  • Olive ed oli di oliva
  • Bevande

CARNI E UOVA

Le carni rosse e bianche, anche i pesci e le uova, sono cibi importanti nella dieta paleolitica.

Secondo i suoi princîpi, gli animali da cui si ha carne e uova, sono nutriti con una dieta biologica.

Cioè, i polli si cibano di verdure, insetti, ecc., oltre che a cereali.
I bovini mangiano erba di pascolo, il pesce deve venire dai fiumi o dai mari.
In alternativa, il pesce deve almeno essere nutrito da ciò che mangiano i pesci in natura.
Inoltre, le impanature, certe salse o certe elaborazioni non sono ammesse per la cottura della carne.

Il fondatore della dieta paleolitica, Loren Cordain, parla delle carni a bassa percentuale di grassi.
Secondo lui le carni di oggi hanno molti più grassi saturi.
Pertanto, dovremmo unire carni magre con grassi provenienti da altre fonti.

VERDUREcibo preistorico, cibo dalla natura, dieta paleo, dieta preistorica, cibo della preistoria, cibo non lavorato

Nella dieta paleolitica le verdure vanno benissimo.
Tuttavia in certe versioni di dieta, non sono accettati legumi come fagioli verdi ed i piselli.

Addirittura, in certe interpretazioni della dieta paleolitica dicono di mangiare crudo.
O meglio, dicono di prendere verdure che si possono mangiare anche crude.
Questo però, non significa che debbano essere mangiate per forza crude.
Le patate e altri tuberi amidacei come la manioca, sono in balia di diverse opinioni.
Alcuni seguaci della dieta mangiano patate dolci ed altri tuberi, evitando le patate bianche.

SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,

FRUTTA

Coloro che devono dimagrire dovrebbero limitare il consumo di frutta troppo zuccherina.
I frutti sono generalmente ammessi, ma per questo motivo, si consiglia frutta secca e succhi.

NOCI E SEMI

In genere, le noci ed i semi sono ammessi nella dieta paleolitica.
Tuttavia, Cordain suggerisce che, chi vuole dimagrire si deve limitare a consumarne 100 gr al giorno.
Poi capita che le arachidi, che sono legumi, non siano ammesse.
Questo perché gli anacardi non possono essere mangiati crudi, ma vanno tostati.
Il latte di mandorle e di cocco, non zuccherati, sono spesso usati come sostituti del latte.

OLI

Ci sono discussioni su questo tipo di alimento, ma gli oli delle piante consentite vanno bene.

Olio di oliva ed olio di noci, compreso l’ olio di cocco, sono generalmente accettati.
Gli integratori di olio di pesce sono accettati e, addirittura, consigliati.

BEVANDE

L’acqua è la bevanda per eccellenza, ma anche il tè è consentito.
Il caffé e gli alcolici sono oggetto di interpretazioni differenti.
Le bevande dolci, addolcite da zuccheri o dolcificanti artificiali, non sono accettate.
Il prof. Cordain ritiene che si possano prendere occasionalmente le bevande dietetiche.

Questo vale praticamente per gli alimenti ammessi nella dieta paleolitica.

Assicurati, però, di controllare anche gli alimenti che sono vietati da questa dieta.

Non sono ammessi cibi come:

Cereali

Prodotti della lavorazione del latte come formaggi, yogurt ecc..
Zuccheri raffinati come il saccarosio
Legumi, compresi fagioli e arachidi
Patate
Alimenti trasformati
Sale
Oli vegetali raffinati

La dieta paleolitica ammette solo cibo che era disponibile per i cacciatori-raccoglitori antichi.
Infatti, prima della nascita dell’agricoltura, molti degli alimenti a cui siamo abituati non esistevano.

Per questo sono alimenti esclusi da questa dieta.

Vediamo qui di seguito quali cibi sono da eliminare, se si segue la dieta paleolitica.

ZUCCHERI RAFFINATI

Alcune interpretazioni della dieta ammettono, parlando di zuccheri naturali, il miele.
Gli zuccheri raffinati, essendo prodotti da lavorazioni, non sono ammessi.
Infatti, questi non erano disponibili in epoca preistorica.

GRANI

In antichi resti di incendi, sono stati rinvenuti dei chicchi tostati di grano selvatico.
Erano molto diversi, per forma e resa, dai grani moderni ed ibridati in laboratorio.
Questi chicchi moderni sono manomessi in laboratorio e, per questo, non esistevano anticamente.
Quindi, non sono ammessi nella dieta paleolitica.

KRESTINA PRO, contrasta la caduta dei capelli, cura per capelli, rinforzare, stimolare, ricrescita, trattamento professionale, trattamento d'urto, caduta capelli, capelli deboli, capelli sfibrati

TUBERI AMIDACEI

Anche i tuberi sono oggetto di diverse interpretazioni tra i seguaci della dieta paleolitica.
Alcuni dicono di non mangiarli.
Altri dicono che, le persone del Paleolitico mangiavano radici.
Ci sono diverse vedute tra chi vuole i tuberi e chi non li vuole, rifiutando le patate.
Poi ci sono fazioni che accettano anche le patate in quanto tuberi.
Si può decidere quale interpretazione seguire, anche basandosi su quello che il nostro corpo tollera bene.

In generale, è meglio evitare:

  • Patate
  • Patate dolci
  • Manioca
  • Barbabietole (secondo alcuni autori)

LEGUMI

I legumi, come i fagioli, i piselli, le arachidi di solito sono vietati dalla dieta paleolitica.
Questo perché, molti di loro non possono essere mangiati senza essere cucinati.
Quindi non dovrebbero essere stati mangiati durante l’era paleolitica.
I legumi hanno un alto contenuto di lectine ed altri anti-nutrienti.
La ricerca sulle lectine è ancora ai primordi, perciò non si sa molto su queste, con certezza.

piramide del cibo, dieta preistorica, cibo della preistoria, cibo non lavorato

LATTICINI

Anticamente, non si mangiavano latticini prima che gli animali fossero addomesticati.
Si crede che, vi sia stato un adattamento del corpo, nei millenni, a latticini e formaggi prodotti.
Molti esperti della dieta escludono il latte, burro, panna, yogurt, gelato, formaggio, ecc.
Altri dicono che, il burro e la panna, a volte, si possono accettare.
Ma tutti concordano sul fatto che, se si mangia latticini, assicuratevi che gli animali si nutrano con erba.
La maggior parte degli esperti incoraggerebbe le persone a cercare forme crude di latticini.

ALCUNE CARNI

Molte carni lavorate contengono nitriti ed additivi, pertanto non sono consentite.
Alcune di queste carni sono:

  • Gli hot dog,
  • la pancetta,
  • le salsicce,
  • la carne conservata come gli insaccati.

Altri dicono che, c’è diversità tra carni lavorate e carni semplicemente curate, tipo la pancetta.

Tutti concordano sull’importanza di sapere come è stato allevato e trattato l’animale.

OLI

Evita gli oli qui riportati:

  • Olio di mais
  • Di semi di cotone
  • Quello di di arachidi
  • Olio di soia
  • Quello di crusca di riso
  • Infine, l’olio di germe di grano
    Questo include alimenti prodotti, come la maionese, che include questi oli.

Il dott. Loren Cordain, autore di “The Paleo Diet”, ha una lunga lista di oli preferiti nel suo libro.

Egli disapprova gli oli vegetali tropicali come cocco e palma.
Essi hanno alti livelli di grassi saturi.
Altri sostenitori approvano, addirittura, incoraggiano a mangiare questi oli tropicali.

CHETOSI, BRUCIA GRASSO, BRUCIARE I GRASSI, DIMAGRIRE, PERDERE PESO, AUMENTA L’ENERGIA, TRASFORMA GRASSO IN ENERGIA, ACCELERA IL METABOLISMO, MIGLIORA UMORE ED ENERGIASALE

Seguendo questo tipo di dieta, si consiglia di usare molta moderazione con il sale.

CURIOSITÀ

Esperti di dieta paleolitica erano contrari all’aceto, mentre oggi si moderano su questo.

DIETA PALEOLITICA – EFFETTI SULLA SALUTE

ragazza perde 90 chili con, dieta paleo, dieta preistorica, cibo della preistoria, cibo non lavoratoI sostenitori della dieta paleolitica affermano che possa portare benefici alla salute.

Infatti, essa dovrebbe ridurre le probabilità di:

  • Malattie del sistema cardiocircolatorio
  • Diabete di tipo 2
  • Malattie degenerative croniche.

Altri benefici della dieta paleolitica sono:

  • Aumenta l’energia del corpo, compresa quella intima.
  • Favorisce la perdita di peso.
  • Contrasta o rallenta la progressione della malattie autoimmuni.
  • Migliora il sonno.
  • Migliora l’acne con i suoi inestetismi.
  • Aumentare le prestazioni muscolari ed atletiche.
  • Aumentare la libido
  • Migliora la chiarezza mentale, cioè la capacità di ragionamento e di concentrazione.

LA DIETA PALEOLITICA È SICURA?

C’è da dire che, gli studi e le ricerche per la dieta paleolitica condotte finora sono poche.
Inoltre, hanno esaminato solo un numero molto limitato di persone.
In più, le osservazioni non sono state eseguite nel lungo periodo, per cui non ci sono dati certi.

STUDIO SULLA BONTÀ DELLA DIETA PALEOLITICA

Nel 2014, è stato pubblicato uno studio riguardante la bontà della dieta paleolitica su donne.
Il gruppo di soggetti esaminati era più ampio e, per il clamore, l’osservazione fu più lunga.
70 donne, che avevano attraversato la menopausa, si erano sottoposte ai test.
Le donne erano divise in due gruppi:

Un gruppo seguiva una dieta nordica.

Percui, le donne assumevano un basso contenuto di grassi e, non escludevano alcun gruppo alimentare.
Un altro gruppo seguiva una dieta paleolitica.
I test, a cui sono stati sottoposti i due gruppi di donne, sono durati due anni.

Dopo sei mesi, le donne seguaci della dieta paleolitica avevano perso più peso delle altre.

ragazza dimagrisce in 9 settimane con, dieta paleo, dieta preistorica, cibo della preistoria, cibo non lavoratoTuttavia, dopo due anni il peso era uguale in entrambi i gruppi.
Dopo i due anni, si è misurata una differenza nei livelli di trigliceridi tra i due gruppi.
I trigliceridi sono i grassi coinvolti nelle malattie cardiache.
Le donne nella dieta paleolitica avevano livelli di trigliceridi migliori a due anni, che durante questo periodo.
Tuttavia, le donne nel gruppo di controllo avevano ancora livelli di trigliceridi più bassi e ritenuti sicuri.

 

 

 

ESITI DELLA RICERCA

In conclusione, è ancora difficile trarre conclusioni esatte dagli studi su una dieta paleolitica.

Servono altri esami su un campione ampio di soggetti e per altri lunghi periodi di tempo.
Per ora, non si può sostenere, con certezza, i benefici per la salute della dieta Paleolitica.

MOTIVI PER SEGUIRE LA DIETA PALEOLITICA

È positivo basare la propria dieta su alimenti freschi, presenti in natura, non trasformati.
Gli alimenti lavorati sono generalmente stati trattati o preparati con criteri industriali.
Nei processi di produzione industriale si usano conservanti, aromi artificiali, stabilizzanti ecc..
Gli alimenti prodotti tendono ad essere ad alto contenuto di calorie per aromi e zuccheri.
Lo zucchero, in particolare il destrosio, sono usati come conservanti ed antiossidanti.
Inoltre, spesso, troviamo anche un alto contenuto di sale, perché rende il cibo più appetitoso.
È risaputo però che, troppo sale nella dieta aumenta il rischio di sviluppare pressione alta.
A sua volta, la pressione alta può portare a malattie cardiache ed ictus.
Inoltre, il sale contenente sodio può portare all’indurimento delle vene ed altri rischi gravi.

DIETA, DETOX, NATURALE 100%, SCIOGLI IL GRASSO, TENERSI IN FORMADIETA PALEOLITICA È FACILE DA SEGUIRE?

La dieta paleolitica è relativamente più facile da seguire.
Infatti, non comporta gli impegni tipici delle diete come, contare calorie o pesare gli alimenti.

PUNTI NEGATIVI DELLA DIETA

Al momento, la dieta paleolitica non ha molte ricerche e prove scientifiche per sostenerla .

In alcuni Paesi, come il Regno Unito, gli enti di vigilanza sulla salute forniscono consigli utili.
Essi sostengono che non si dovrebbe mangiare oltre 70 g di carne rossa al giorno.
Lo stesso per quella lavorata, a causa di un aumento del rischio di cancro dell’intestino.
La dieta paleolitica, per l’elevato contenuto di carne, va contro questo consiglio.
Lo stesso si può dire per la Dieta Dukan e le Diete Chetogeniche in genere.

RISCHI DI CARENZE ALIMENTARI

Anche il non consentire il consumo di prodotti caseari è criticato da esperti nutrizionisti.

L’eliminazione di gruppi alimentari, come i latticini dalla dieta, aumenta le carenze nutrizionali.
Uno dei maggiori rischi di carenze della dieta paleolitica è il calcio.
Questo, proprio a causa dell’esclusione dei prodotti caseari.
Il calcio è necessario per avere denti e le ossa sani.
Inoltre, è anche coinvolto nella coagulazione del sangue e nella contrazione muscolare.

Ci sono prove che, anche i cereali integrali riducono il rischio di malattie gravi.

Fra loro ci sono: Le malattie cardiache, ictus, diabete di tipo 2 e alcuni tipi di cancro.
Le diete paleolitiche, escludendo i cereali, mettono in allarme gli esperti nutrizionisti.

Un altro aspetto negativo della dieta paleolitica è il costo.
Infatti, anche solo comportando un consumo prevalente di carne, sono costose.
Infine, proprio per l’elemento carne ,non possono essere seguite dai vegetariani o vegani.

 

LEGGI ANCHE :

Alimenti per una pelle sempre giovane

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa

Chiropratica – Cos’è e quando serve

Dieta Chetogenica – Come funziona?

Dieta Dukan – Efficace o dannosa

Dieta Mediterranea ed i suoi benefici

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Ipnosi – Da spettacolo a terapia

Piedi – Benessere e salute del corpo

Chiropratica, aggiustamento della schiena, cura il mal di schiena, spina dorsale, cervicale, mal di testa

CHIROPRATICA – COS’È E QUANDO SERVE

La chiropratica è una disciplina medicina che si pone come alternativa alla medicina ufficiale.

Ma come tratta il mal di schiena, cervicale ed altri dolori del corpo?

E soprattutto, ci si può fidare?

 

PREMESSA

Uno dei disturbi più diffusi e dolorosi che le persone affrontano è il mal di schiena.

Si stima che, tutti o quasi, almeno una volta nella vita, si soffra di mal di schiena per qualsiasi ragione.

Inoltre, almeno una volta nella vita capita alla metà di noi, o quasi, di soffrire di cervicale.

Questi eventi sicuramente molto diffusi, a seconda dei casi, possono essere acuti o cronici.

Cioè, possono durare poco nella forma acuta, o possono durare  molto tempo, nella loro forma cronica.

Una cura alternativa si sta facendo largo tra quelle esistenti, per alleviare il mal di schiena e la cervicale.

Questa cura è il trattamento chiropratico.

 

COS’È LA CHIROPRATICA O CHIROTERAPIA?

È una pratica, o disciplina, che la medicina rifiuta poiché, si dice, non è stata provata scientificamente.

Ancora oggi, in molti Paesi del mondo non si può definire una scienza.

Addirittura, è accaduto che sia stata sconsigliata dalla medicina ufficiale, per le differenze nei criteri di

cura.

Tuttavia, la sua diffusione è in continua crescita, non solo in Europa, ma anche in America ed a livello

mondiale.

Questo, a seguito dell’intesa tra Chiropratica e le Organizzazioni che regolano la Sanità con le normative

nazionali.

La Chiropratica si fonda sul prevenire i dolori del corpo, muscolari, dei nervi e delle ossa, agendo

sulla parte nervosa.

Infatti, alla base della Chiropratica c’è il principio per cui, tutti i mali del corpo partono dal

sistema nervoso.

Come sappiamo, il sistema nervoso passa per tutto il corpo attraverso il midollo spinale.

Perciò, il punto focale della Chiropratica è il midollo spinale, quindi l’intera colonna vertebrale che lo

contiene.

Pertanto, il midollo è considerato dalla Chiroterapia come il punto da cui nascono tutti i disturbi ed i

mali del corpo.

 

DEFINIZIONE DI CHIROPRATICA

dr John Williams, presidente Associazione Chiropratica ItalianaPer dare una definizione alla chiropratica, ci sembra doveroso avvalerci di quella del dr. John Williams.

Egli è il presidente dell’AIC, Associazione Italiana Chiropratici.

Per il dr. Williams la Chiropratica è una professione sanitaria che:

 

“È dedita a diagnosi,  trattamento e prevenzione dei disturbi del sistema neuro-muscolo-scheletrico”.

La Chiropratica tratta gli effetti di tali disturbi come cause dello stato di salute generale.

Il dr. Williams dice che una causa del dolore nasce dal rapporto tra corpo e l’ambiente in cui vive.

Infatti, nella prima visita serve a conoscere anamnesi, ambienti e abitudini di vita del paziente.

Inoltre, riconosce i laureati in chiropratica operatori sanitari di primo contatto.

Essi inviano il paziente ad altre figure sanitarie, qualora fosse la scelta idonea per il suo benessere».

Quindi, pur usando un criterio diverso, la chiropratica è una via complementare della medicina ufficiale.

Anche per la Chiropratica il benessere del paziente è al centro della sua esistenza.

Si differenzia dalla medicina ufficiale dal principio, per cui non usa farmaci nei suoi metodo di cura.

 

LA CHIROPRATICA E LA MEDICINA UFFICIALE

La manipolazione della colonna vertebrale ed analoghi trattamenti, sono metodi che usano i

chiropratici.

La chiropratica sottolinea l’importanza del corretto allineamento della struttura muscolo-scheletrica.

Essa ritiene che, questo fattore per il corpo sia la condizione fondamentale per il benessere dello stesso.

In particolare, l’allineamento della colonna vertebrale può aiutare il corpo ad autoguarirsi.

Tutto ciò senza la necessità di farmaci od interventi chirurgici, che la medicina ufficiale promuove.

In questo aspetto fondamentale, la Chiropratica si “oppone” ai criteri della medicina ufficiale.

Tale fatto probabilmente, costituisce una motivazione in più per cui la medicina ufficiale è avversa alla

Chiroterapia.

 

COME FUNZIONA LA CHIROPRATICA O CHIROTERAPIA

chiropratico cura il mal di schiena da incidente d'autoLa Chiropratica agisce quando, la mobilità delle articolazioni sia limitata da lesioni tissutali dovute a stress ripetitivi.

Per esempio, il sedersi ripetutamente con forza, senza un adeguato supporto per la schiena, può creare traumi.

Anche un evento traumatico come la caduta dall’alto, es.dalle scale, può essere causa di forti dolori alla schiena.

Oppure, in un incidente d’auto si può ricevere un forte trauma muscolo-scheletrico.

Infatti il trauma può diffondersi alla spina dorsale, alla zona cervicale e, alla zona sacrale della colonna.

Per la Chiropratica, i forti dolori che derivano da questi infortuni si possono curare attraverso la

manipolazione.

La chiropratica è utilizzata, principalmente, per fornire sollievo dal dolore per ossa, articolazioni e

muscoli.

Inoltre, è utilizzata per curare persino il tessuto connettivo come tendini, legamenti e cartilagini.

A volte, la chiropratica è usata come supporto a trattamenti medici convenzionali.

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALORE

IMPORTANZA DELLA CHIROPRATICA

Ogni anno, si stima che almeno 30 milioni di persone in Europa si servano delle cure dei chiropratici.

La cura chiropratica per il mal di schiena non è importante solo per la prevenzione.

Infatti, trova impiego anche come trattamento chiave, per curare il dolore alla schiena durante altre

terapie..

I metodi chiropratici si sono mostrati validi sul ridurre il dolore a coloro che soffrono di mal di schiena.

La chiropratica può essere impiegata, tra vari metodi, soprattutto nei trattamenti di questo tipo.

Il mal di schiena è considerato il male del secolo, poiché molte persone nel mondo ne soffrono.

In questo ambito, la chiropratica è particolarmente efficace per la sua attenzione alla colonna vertebrale.

Quindi, la chiropratica può tranquillamente gestire il dolore per coloro che soffrono di mal di schiena.

 

PERCHÉ DOVRESTI VISITARE UN CHIROPRATICO PER IL MAL DI SCHIENA?

I farmaci antidolorifici da banco (FdB) sono usati dalla maggior parte delle persone per trattare il mal di

schiena.

dottore chiropratico controlla allineamento spina dorsale, dolore cervicale, fibromialgia,Tuttavia, ci sono altri modi di affrontare il dolore in generale.

Questi possono essere ugualmente efficaci, come appunto la cura chiropratica.

Il trattamento di chiropratica è tra i metodi più sicuri ed efficaci, per curare il dolore alla schiena.

In America, l’Associazione Chiropratica Americana afferma e sostiene la bontà del  trattamento.

La medicina Chiropratica è sostenuta da molti personaggi del cinema americano famosi nel mondo.

Inoltre, possono trattare con successo anche altre condizioni di salute.

Ricordiamo il mal di testa, il dolore al collo ed alle articolazioni, legamenti, lesioni e disturbi muscolari.

I medici chiropratici si sottopongono ad un vasto addestramento presso strutture ospedaliere classiche.

In questo modo, si specializzano sulla diagnosi ed il trattamento dei problemi muscolo-scheletrici.

Se si soffre di mal di schiena e non si è mai ricorsi ad un chiropratico, ecco cosa aspettarsi.

Inoltre, ecco i più comuni metodi di trattamento chiropratico.

 

COME FUNZIONA IL TRATTAMENTO CHIROPRATICO?

I trattamenti chiropratici si basano su manipolazione ed allineamento della colonna vertebrale.

L’obbiettivo è stimolare le capacità di auto-guarigione del corpo ed aiutare la gestione del dolore.

Si ritiene che, il riallineamento spinale allevi la pressione sul sistema nervoso centrale, togliendo il

dolore.

Mal di schiena e mal di testa sono alcune delle condizioni più comuni che trattano i chiropratici.

 

LA PRIMA VOLTA DAL CHIROPRATICO

La prima visita presso un chiropratico non sarà molto diversa dalla visita di ogni altro specialista.

Il chiropratico ti chiederà di descrivere i sintomi ed i dolori richiedendo anche eventuali altri esami.

Per esempio, potrebbe richiedere radiografie o test che potrebbero aiutarlo a capire meglio il tuo caso.

Ma, soprattutto, vorrà sapere le tue abitudini e gli ambienti in cui vivi, oltre alla storia clinica famigliare.

 

CURA CHIROPRATICA

A questo punto, potrà essere sviluppato un programma di cura.

La gestione del dolore potrebbe chiedere più visite per un tempo maggiore ed offrire la migliore terapia.

I programmi di trattamento possono comportare aggiustamenti manuali della parte interessata.

Durante l’intervento, il chiropratico utilizza una forza controllata per manipolare le articolazioni.

In questa maniera egli è in grado di migliorare la qualità e la gamma dei movimenti delle articolazioni.

I chiropratici possono anche includere la riabilitazione e l’esercizio fisico nel programma di trattamento.

La cura chiropratica mira a ripristinare la funzione della parte trattata ed a prevenire le lesioni.

Inoltre, ha lo scopo di offrire sollievo dal dolore, in particolare dal mal di schiena.

 

formicolii ai piedi, senso di ffaticamento, vita frenetica, vita disordinata, trattamento, rcolazione, riflusso sangue, cuore, tensioni gambe, stress lavoro.TERAPIE E GESTIONE DEL DOLORE ALLA SCHIENA

La cura sulla colonna vertebrale può essere migliore, combinata a terapie per trattare il mal di schiena.

Alcune delle procedure del chiropratico sono:Chiropratico, mostra la colonna vertebrale, struttura ossea, midollo

  • Massaggio
  • Stretching ed esercizio
  • Educazione del paziente
  • Terapie per il freddo e il calore
  • Ultrasuoni o stimolazione elettrica
  • Tecniche di rilassamento

STRUMENTI DEL CHIROPRATICO

Nel trattamento di aggiustamento del mal di schiena, il chiropratico può servirsi di strumenti specifici.

Alcuni di questi sono:

1)Lo strumento di aggiustamento ad impulsi:

È uno strumento in grado di fornire un tocco leggero, ma insistente, sull’area tesa o disallineata.

2)Lettini a rulli:

Hanno il beneficio del massaggio dei rulli.

Talvolta, questi rulli sono incorporati nei lettini per trazione.

Il lettino a rulli integrati appare come un lettino da massaggio normale, ma con questa differenza.

ll paziente giace a faccia in su ed i rulli si muovono su e giù per la colonna vertebrale.

3)Attivatore di aggiustamento chiropratico:

È un dispositivo portatile che si serve di una forza delicata.

La usa per ripristinare il movimento di una particolare sezione della colonna vertebrale.

È un’alternativa più delicata dell’approccio diretto alla spinta.

4)Lampade di calore:

I chiropratici usano regolarmente lampade a raggi infrarossi, per riscaldare e sciogliere i muscoli.

Questo perché, si potrebbe rendere difficile la regolazione della colonna vertebrale.

5)Tavoli da trazione:

Un tavolo da trazione assomiglia ad un grande lettino da massaggio, ma può essere automatizzato.

La trazione si riferisce all’atto di tirare su una particolare parte del corpo allo scopo di riallinearlo.

I tavoli di trazione aiutano a creare spazio nella colonna vertebrale, con un’azione di stretching.

RISCHI E BENEFICI DELLA CURA CHIROPRATICA

MAL DI SCHIENA

La manipolazione della colonna vertebrale e la chiropratica sono, generalmente, considerate sicure.

Inoltre, è considerata efficace per la lombalgia acuta, una lesione improvvisa da eccessivi sforzi fisici.

Il mal di schiena acuto è più comune rispetto al mal di schiena cronico.

Inoltre, in genere non dura oltre le 6 settimane e, normalmente, migliora da sé.

 

MAL DI TESTA E CERVICALEMASSAGGIO ALLA PARTE CERVICALE, dolore, cure mediche, chiropratica, cura della parte cervicale

La ricerca dimostra che, la cura chiropratica può essere utile nel trattare il mal di testa e la cervicale.

La fibromialgia e l’osteoartrite si possono trattare con la chiropratica.

Infatti, rispondono bene alla pressione leggera dei chiropratici col massaggio ai tessuti più profondi.

 

IL RISCHIO DELLA CHIROPRATICA

Il dolore nella zona da regolare è il rischio maggiore che si possa trovare con la chiropratica.

Una sessione chiropratica raramente porta a compressione del nervo, o ernia del disco.

Tuttavia, può portare a ictus in casi estremamente rari, in cui vi siano combinazioni di fattori di rischio.

 

QUANDO LA CHIROPRATICA NON È LA SCELTA GIUSTA

La cura chiropratica potrebbe non essere necessariamente la scelta ideale di terapia del dolore.

In alcuni casi gravi, come per le persone che soffrono di cancro spinale, non sono indicate.

Infatti, questi pazienti tendono a soffrire di una conseguente osteoporosi in forma grave.

Addirittura, i pazienti con una colonna vertebrale instabile subiscono un aumento del rischio di ictus.

La cura chiropratica è considerata a rischio molto basso, rispetto ad altri metodi di controllo del dolore.

Questo, soprattutto se confrontata con interventi chirurgici, o farmaci con effetti collaterali anche gravi.

La cura chiropratica è un metodo di gestione del dolore che non coinvolge farmaci.

Pertanto, la chiropratica scongiura anche il rischio di interferenza da assunzione di medicine.

Ciò è importante, almeno finché il chiropratico conosce i farmaci che il paziente sta assumendo.

Sei incerto sulla bontà delle cure chiropratiche?

Non credi che siano sicure per te?

In tal caso, è importante consultare un chiropratico, oppure un medico ed esporgli i tuoi dubbi.

Ti permetterà di ricevere delucidazioni sulle tue preoccupazioni e di fugarle.

suppoto energetico, glutine, naturali, vegani, senso di fame, chili di troppo, gonfiore, leggerezza, naturale 100%, alimentazione sana, brucia grassiIL PERCORSO ACCADEMICO DI UN CHIROPRATICO

In Italia

Attualmente, in Italia non esiste un corso di studi per poter diventare un chiropratico.

Vi sono dei corsi nel nostro Paese che rilasciano una laurea in chiropratica, ma all’estero non ha valore.

Per esempio, non viene riconosciuta in Inghilterra, Danimarca, Canada, Stati Uniti, per citarne alcuni.

In questi Paesi, infatti, la chiropratica è una scienza riconosciuta, normata ed insegnata nelle università.

In tali Paesi,  si trovano scuole ideali e riconosciute per chiropratici con durata di 4000 ore di lezioni.

Inoltre, ci sono altre 1000 ore di pratica nelle varie cliniche di chiropratici.

Naturalmente, è assolutamente necessaria la lingua inglese e la disponibilità a viaggiare.

Chi volesse diventare chiropratico, può conoscere le scuole da frequentare in Europa guardando sul sito:

chiropratica.it

In Italia, l’AIC ed il Sistema Sanitario Nazionale stanno cercando un accordo per poterla approvare.

Diventerebbe un’altra medicina ufficiale che potrebbe essere insegnata  in Italia, invece che all’estero.

Il suo riconoscimento la renderebbe una medicina che offre un’alternativa a tutti gli effetti.

Ognuno avrebbe la possibilità della scelta personale per la cura a cui affidarsi, con o senza farmaci.

 

Negli stati Uniti

studente di chiropratica, formazione, percorso di studiIl percorso degli  accademici, per diventare chiropratici negli USA è il seguente:

1)Gli aspiranti chiropratici sono tenuti a sottoporsi a 4 anni di formazione in istituti accreditati.

2)Essi ricevono una formazione in aula sulla teoria e sulla conoscenza.

3)Solamente successivamente, acquisiscono formazione pratica nelle cliniche.

4)I Chiropratici devono anche praticare tirocini presso gli ospedali, per 2 o 3 anni.

Questo gli permette di potersi specializzare nella cura di particolari aree del corpo.

Ai tirocinanti chiropratici, sono richieste le qualifiche di studio conseguite.

Dopodiché, i tirocinanti possono esercitarsi negli ospedali durante il tirocinio.

 

COME FARE PER RIVOLGERTI AD UN CHIROPRATICO

Per poter provare la cura chiropratica nella gestione del dolore, devi:

Chiedi al tuo fisioterapista di un medico chiropratico o, altri professionisti medici di fiducia.

Egli saprà darti le giuste raccomandazioni per un buon chiropratico per il mal di schiena.

È consigliato di informare il proprio medico in anticipo, se si vuole sperimentare la chiropratica.

Infatti, è meglio conoscere la propria condizione medica, prima della regolazione iniziale chiropratica.

Inoltre si consideri che, lo stesso chiropratico può richiedere informazioni anche al vostro medico.

Scegli il chiropratico che ritieni giusto per te, che ti convince, sul quale sei disposto a porre la tua fiducia.

La gestione del dolore richiede una relazione continua con una buona corrispondenza.

Informati molto chiaramente presso i chiropratici che stai valutando.

Controlla le loro aree di specializzazione, le certificazioni e la loro formazione.

Puoi cercare chiropratici in Italia guardando quelli indicati dal sito dell’AIC qui di seguito:

chiropratica.it.

Coloro che sono indicati nel sito, hanno studiato presso scuole riconosciute ovunque.

Tuttavia, dal sito ti possono indicare anche nominativi di chiropratici bravi, ma non iscritti all’AIC.

CONSIGLI UTILI

È importante chiamare e poter parlare con un chiropratico in merito a qualsiasi problema.

In particolare, è opportuno scambiare informazioni circa la vostra condizione medica.

Inoltre, potrebbe richiedere al vostro dottore alcuni esiti di visite mediche, prima delle regolazioni.

Se si è nervosi, è bene esporre al chiropratico le proprie perplessità.

Egli, dal canto suo, dovrebbe essere ben disposto a discutere ed a sciogliere le tue preoccupazioni.

Se un determinato metodo di regolazione ti dovesse mettere a disagio, devi informare il chiropratico.

Ci sono oltre 100 tecniche di terapia della manipolazione spinale.

Quindi, il chiropratico dovrebbe conoscere altri modi per poterti curare, senza farti sentire a disagio.

 

CONCLUSIONE

Il trattamento è basato su una diagnosi accurata del mal di schiena.

I chiropratici devono essere adeguatamente informati sulla vostra storia clinica  e genetica (anamnesi).

Ciò significa che, vanno menzionati i farmaci che si stanno assumendo.

Si devono conoscere anche i fattori dello stile di vita, sedentaria o meno, riposo regolare ecc..

Si deve riportare anche la propria storia chirurgica, quella traumatica e, le condizioni mediche in corso.

Brucia grasso e liquidi in eccesso, per una pancia piatta

FOOTFIX.TUTORE IN SILICONE PER ALLUCE VALGO, 2 PER CONFEZIONE, silicone, correttore, piede, piedi, tutore, alluce, dita, presidio medico chirurgico, biotech, biotecnologia, biomedicaleCASI DI INSUCCESSI E PRECAUZIONI

Anche se rari, sono stati segnalati casi in cui il trattamento stava peggiorando i dischi, scivolati o erniati.

Inoltre, si sono avuti anche casi in cui, la manipolazione del collo ha causato lesioni al midollo spinale.

Pertanto, per scongiurare questi rischi, per la vostra sicurezza sono importanti le verifiche preventive.

Per questo, chiedete pure al vostro medico di base o di fiducia.

In tal modo, egli può assicurarsi che le vostre condizioni migliorino con le alternative cure chiropratiche.

Può capitare che tu ti sia già rivolto ad un chiropratico, ma il tuo mal di schiena non migliori, o peggiori.

In tal caso, potresti dover visitare il tuo medico di base, oppure uno specialista.

Ricorda che un buon chiropratico basa il suo lavoro, come per i buoni medici, sulla salute del paziente.

Perciò, dovrebbe essere lui stesso, se la chiropratica non facesse per te, ad indirizzarti da un altro

medico.

 

LEGGI ANCHE :

Alimenti per una pelle sempre giovane

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa

Dieta Chetogenica – Come funziona?

Dieta Dukan – Efficace o dannosa

Dieta Mediterranea ed i suoi benefici

Dieta Paleolitica – Una dieta del Momento

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Piedi – Benessere e salute del corpo

 

cervicale, dolore al collo, come curare, cause, rimedi

CERVICALE – COS’È E COME CURARLA, ANCHE A CASA

MOLTE PERSONE NEL MONDO SOFFRONO DI CERVICALE, SOPRATTUTTO NEI PASSAGGI DI STAGIONE. COME SI POSSONO CURARE? POSSONO CURARSI ANCHE A CASA?

COS’È LA CERVICALE? QUALI SONO SINTOMI, LE CAUSE, I FATTORI DI RISCHIO?

Ed ancora, quali sono le diagnosi, i trattamenti, i rimedi casalinghi e gli esercizi per alleviarla?

 

CERVICALE – DEFINIZIONE

spina cervicale, scheletro, colonna cervicaleLa parola “Cervicale” significa inerente o attribuibile alle prime sette vertebre della colonna vertebrale.

Quando si parla di “dolori cervicali” ci si riferisce a dolori del collo concentrati sulle prime 7 vertebre del collo, per l’appunto, cervicali.

La Colonna Vertebrale infatti, nel collegarsi alla testa nella zona del cervelletto, per le sue prime 7 vertebre costituisce il collo e la colonna cervicale.

Con il termine di “dolore Cervicale” si intende quindi quei dolori al collo che delineano la parte cervicale.

Più semplicemente, questi dolori cervicali vengono chiamati con il solo termine “Cervicale”.

 

CAUSE DELLA CERVICALE

La cervicale improvvisa è qualcosa che è in realtà abbastanza comune tra molte persone.

In effetti, due persone su tre la sperimenteranno ad un certo punto della loro vita, soprattutto con l’avanzare degli anni.

Mentre la cervicale spesso non è dovuta a problemi al collo o ad una malattia grave, la sua causa esatta non è ancora chiara.

La cervicale viene anche definita “dolore al collo non specifico”, proprio perché può essere causata da diversi fattori.

La maggior parte di questi attacchi è probabilmente causata da cattiva postura o distorsioni minori.

in questi casi l’aspetto positivo è che, nella maggior parte delle volte si ottiene il pieno recupero.

 

CONSIGLI E POSSIBILI RIMEDI

Il consiglio generale è: “Mantenere il collo attivo“.

Gli antidolorifici possono essere abbastanza utili fino alla cessazione del dolore.

Per la maggior parte delle persone, la cervicale è qualcosa di temporaneo che svanisce con il tempo.

Tuttavia, in alcuni casi, il dolore diventa (persistente) cronico, un problema che spesso richiede un ulteriore trattamento.

 

SPINA CERVICALE

spina dorsale, spina cervicale, spina toracica, spina lombare, doloreLa spina cervicale, nota come il collo, è costituita da vertebre ed inizia nella parte superiore del tronco e fino alla parte inferiore del cranio.

Le vertebre, cioé ossa tonde dentro le quali passa il midollo spinale, sono legate tra loro da muscoli e legamenti.

I legamenti sono dei nervi resistenti (simile a spessi elastici) che conferiscono alla colonna una certa stabilità.

I muscoli consentono movimento e supporto, poiché portano il peso della testa e permettono il movimento a piacere del collo e dell’intera colonna vertebrale.

Poiché il collo non è così protetto, rispetto al resto della colonna vertebrale, è spesso soggetto a dolori.

Inoltre, spesso è vulnerabile a disturbi e lesioni, che possono causare molto dolore e limitarne il movimento.

Tuttavia, la cervicale, per la maggior parte delle persone, è qualcosa che svanisce con il tempo.

Inoltre, ci sono alcuni che potrebbero richiedere una diagnosi ed un trattamento specializzato per la riduzione dei sintomi.

 

CHE COS’È IL COLLO ?

Il collo è una struttura complessa ma sorprendente.

È in grado di sostenere una testa che pesa più di 15 chili, mentre si muove in varie direzioni.

Gli urti tra le ossa vengono assorbiti dai dischi intervertebrali, una sorta di cuscinetti che dividono le vertebre in modo che non sfreghino tra loro.

In più, evitano anche che eventuali urti non si trasmettano a vicenda tra le vertebre causandone la rottura.

I cuscinetti tra le vertebre della zona cervicale compongono la colonna nella parte del collo e, sono detti “dischi cervicali”.

Vale la pena notare che, non c’è altra parte della colonna vertebrale con una tale libertà di movimento.

Tuttavia, questa combinazione di mobilità e complessità lascia il collo vulnerabile a lesioni e dolore.

Qualsiasi lesione, infiammazione o anomalia può anche causare rigidità o cervicale.

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALORECAUSE DELLA CERVICALE ACUTA

Le cause più comuni della cervicale, nella sua forma acuta meno grave,  sono le distorsioni e gli stiramenti.

Tali dolori, generalmente, guariscono abbastanza velocemente, pertanto si definiscono dolori acuti.

Una tensione è quando un tendine od un muscolo è irritato dalla sovraestensione o da un lavoro eccessivo.

Può anche accadere che, un legamento sia irritato dalla sovraestensione o da un sforzo eccessivo.

Nle caso invece delle distorsioni, tendini e legamenti subiscono un’alterazione dello stato normale di lavoro, proprio nella loro forma.

Cioò causa forti dolori cervicali che, tuttavia, tendono a cessare in un tempo relativamente breve.

 

DISCOPATIA ED ERNIA CERVICALE

discopatia, ernia cervicale, dolore, cronicaNel caso invece, ci si trovi davanti ad una discopatia cervicale, la gravità ed il tempo di durata della cervicale aumentano.

Questo perché, la discopatia cervicale si ha quando lo spazio tra due vertebre si è riduce.

La causa può essere, per esempio un urto, il quale comprime la colonna vertebrale e la parte cervicale.

Per questo motivo, il disco intervertebrale che funge da cuscinetto alle vertebre viene compresso, ed allargandosi va a picchiare sui nervi.

Se il trauma è ancor più importante, può capitare che il disco intervertebrale si schiacci, uscendo dalla sua sede ed andando a comprimere il midollo spinale e i fasci di nervi

Questo è il modo per cui si crea  di ernia cervicale.

 

CAUSE COMUNI DI DISTORSIONI E STIRAMENTI DEL COLLO

ALCUNE DELLE CAUSE PIÙ COMUNI DI DISTORSIONI E STIRAMENTI DEL COLLO INCLUDONO:

  • Colpo di frusta per un’incidente o per uno scatto improvviso con il collo.distorsioni al collo, cervicale, dolori acuti
  • Dormire nella posizione sbagliata
  • Infortuni sportivi
  • Cattiva postura al lavoro,oppure dovuta ad una vita sedentaria che rilassa la muscolatura.
  • Posture errate, tenendo la testa con un’angolazione o posizione insolite per un periodo prolungato. Per fare un esempio di posture errate prolungate, pensate a coloro che guardano continuamente lo smartphone con la testa china.
  • Infortuni sul lavoro, portando pesi sul capo o con colpi ricevuti da materiale che cade da una certa altezza.

 

CAUSE DI CERVICALE CRONICA

Il dolore alla colonna cervicale è considerato cronico se si prolunga per un periodo superiore a tre mesi.

Questi problemi derivano spesso da problemi al collo causati da un disco cervicale o da una facetta articolare.

Alcune delle cause comuni includono:

  • Osteoartrite cervicale che provoca dolori, gonfiore ed uno stato di rigidità
  • Malattia cervicale degenerativa del disco, che lo assottiglia.

Ciò a causa di cambiamenti degenerativi, come l’invecchiamento, magari dopo una vita di lavori pesanti.

  • Stenosi cervicale foraminale, cioè il restringimento del canale vertebrale cervicale che contiene il midollo spinale
  • Stenosi spinale cervicale associata a mielopatia, che comprimendo midollo e le fasce di nervi producono dolori alla schiena ed alla muscolatura.
  • Ernia del disco cervicale, si ha quando il disco intervertebrale della zona cervicale, a causa di un trauma esce dalla sede premendo sui nervi ed il midollo.

Altre cause che portano la cervicale cronica:

  • Dolore miofasciale, che provoca spasmi improvvisi di dolore muscolare, per esempio dopo un colpo di freddo
  • spondilite anchilosante cervicale, vertebre attaccate, spina dorsale curva, dolori cervicali, cervicaleAnomalie congenite che riguardano quindi il corredo genetico che portiamo dai nostri genitori.
  • Attacco di cuore o infarto
  • Tumore spinale
  • Infezione, che può provocare degenerazioni oppure rigonfiamenti che premono sui fasci di nervi
  • Spondilite anchilosante, o morbo di Bechterew, che è una forma di srtrite che colpisce la colonna vertebrale ed è invalidante.
  • Stress emotivo
  • Fibromialgia che è una malattia cronica che colpisce la muscolatura generale causando dolore, senso di stanchezza, mal di testa.

Inoltre, causa cali di concentrazione.irritabilità, ansia, formicolii e perdita di sensibilità alle braccia, alle gambe e depressione.

tutore per schiena per correggere la postura sbagliata. contro mal di schiena, cervicale, dolori muscolo scheletrici, tendiniti, sciaticaPOSSIBILI CAUSE DI SINTOMI CERVICALI

Il dolore cervicale può essere:

  • Movimenti inibiti a causa di un torcicollo
  • Simile ad un accoltellamento o dolore acuto in un punto preciso
  • Un dolore acuto che irradia verso la testa o verso le dita, le braccia o le spalle
  • Mollezza o indolenzimento in una particolare area

In altri casi, i sintomi associati alla cervicale possono rivelarsi più problematici come:

  • Problemi di coordinamento, camminata o equilibrio
  • Debolezza, intorpidimento o formicolio che si irradia attraverso le dita, le braccia o le spalle
  • Problemi di presa o sollevamento  di oggetti
  • Perdita di controllo dell’intestino o della vescica

 

DIAGNOSI DELLA CERVICALE

Un medico eseguirà un esame di tipo fisico e ciò include l’intera anamnesi famigliare.

È vitale che tu faccia sapere al tuo medico tutto ciò che c’è da sapere sui tuoi sintomi.

Inoltre, assicurati di informarlo di tutti gli integratori e farmaci da banco (FdB) e prescrizioni che stai assumendo.

Anche se sembra non correlato, dovresti anche considerare di far sapere al tuo medico di eventuali incidenti o lesioni che hai avuto.

Infatti, eventuali colpi o lesioni alla spina dorsale, come eventuali colpi di frusta, possono essere i fattori principali della cervicale.

I risultati diagnostici spesso determinano il trattamento della cervicale.

 

ULTERIORI ESAMI PER DIAGNOSTICARE LA CERVICALE

Oltre ad un esame fisico approfondito ed una serie di analisi della tua storia medica (anamnesi), ci sono altri controlli.

Il tuo medico potrebbe anche richiedere di sottoporti a più esami e studi con l’ausilio di lastre ed immagini per aiutarlo a determinare la causa del dolore.

Questi test e studi tramite analisi mediante immagini possono includere:

  • TAC
  • raggi X
  • Scansione MRI
  • mielogramma
  • Una scansione ossea
  • Un colpo spinale o una puntura lombare
  • Test elettrodiagnostici

I POTENZIALI EVOCATI SOMATOSENSORIALI (PES) E VIE AFFERENTI

Altri test possono includere potenziali evocati somatosensoriali (PES), o test di laboratorio specializzati per altre malattie.

Tali PES determinano probabili problemi del midollo spinale e alle fasce nervose collegate al nervo sciatico e alle estremità nervose.

Questi collegamenti di nervi arrivano al cervello in un continuo interscambio di informazioni e comandi.

Essi trasmettono impulsi della sensibilità tattile, propriocettiva oltre a termica e dolorifica e, si chiamano Vie Afferenti Somatosensoriali.

 

COME SI SVOLGONO I PES

I PES, costituiscono nel somministrare al paziente, sdraiato e rilassato,degli impulsi elettrici tramite elettrodi.

Questi vengono posizionati in zone diverse se si misurano tra parte superiore del corpo o parte inferiore.

Precisamente si posizionano sul nervo mediano del polso, per la parte superiore e sulla caviglia, sul nervo tibolare per la parte inferiore.

Si misurano le contrazioni muscolari in risposta ai lievi impulsi che collegano le estremità citate.

Ciò avviene tramite il midollo spinale alla corteccia somatosensoriale del cervello.

I medici valutano la conduzione di un impulso elettrico lungo le vie afferenti somatosensoriali.

L’impulso corre dal nervo mediano al polso e dal nervo tibiale alla caviglia, lungo il midollo spinale fino alla corteccia somatosensoriale.

L’esecuzione dei potenziali evocati richiede un tempo di circa un ora, sono ben tollerati ed è necessario il totale rilassamento del paziente.

CONTRALIP, colesterolo, riso, riso rosso, malattie, cardiovascolari, fermentato, valori colesterolo, compresse, Ministero della salute, naturale,coloranti, oli, derivati animali, parabeni, paraffine, olio di palma, altri agenti chimici, Monacolina K, farmaci anticolesterolo, monacolineALTRE DIAGNOSI MEDICHE

La maggior parte dei medici usa test diagnostici per confermare la causa più probabile del dolore.

Queste diagnosi si basano sulle informazioni che si ottengono durante l’esame fisico e passando attraverso la storia del paziente.

A volte, a seconda delle lamentele, la causa del dolore non viene mai diagnosticata con assoluta certezza.

La cosa interessante è che la maggior parte dei problemi più seri e dolorosi sono spesso più facili da diagnosticare.

 

dottore controlla allineamento spina dorsale, dolore cervicale,QUANDO RIVOLGERSI AL MEDICO

Normalmente, il dolore cervicale della colonna vertebrale normalmente svanisce da solo.

Però a volte, si possono presentare problemi gravi come meningite, HIV, cancro, lesione del midollo spinale.

Inoltre, possono capitare una serie di altre infezioni più difficili da scovare.

Se questi sintomi persistono per più di sette giorni, si rende opportuno consultare il medico.

 

QUANDO CONSULTARE IL MEDICO CON URGENZA ?

Si consiglia di consultare urgentemente un medico se si verificano i seguenti sintomi:

  • Perdita di peso involontaria
  • Debolezza, intorpidimento o formicolio alle gambe o alle braccia
  • Difficoltà a respirare oa deglutire
  • Dolore al collo grave e improvviso senza causa apparente
  • Mal di testa
  • Perdita di controllo della vescica o dell’intestino
  • Brividi o febbre
  • Un nodulo al collo
  • vomito
  • Nausea
  • Irradiando dolore alle gambe o alle braccia
  • Ghiandole gonfie
  • Problemi con il coordinamento o l’equilibrio

 

CONSIGLI UTILI DA ADOTTARE RIGUARDO LA CERVICALE

In situazioni particolari, è buona norma usare il buon senso e non rischiare, sottovalutando dolore e circostanze.

Nel caso in cui una caduta dalle scale oppure un incidente d’auto, o incidente con forti urti, provochi una forte cervicale, si dovrebbe sempre e comunque chiamare un medico.

Nell’aspettare i soccorsi è meglio non muovere il collo e la schiena dell’infortunato per nessun motivo.

A meno che, unica eccezione da valutare, non si debba evaquare da un pericolo imminente e più grave, come per esempio un’incendio e non si possano aspettare i soccorsi.

In tal caso e, solo in tal caso, è bene bloccare la schiena ed il collo della persona da aiutare, in modo che non si peggiorino le cose.

Si potrebbero incorrere in casi di lesioni al midollo spinale con rischio paralisi, oppure provocare lesioni interne con formazioni di emorragie letali.

La valutazione del rischio di danno da soccorso di persone non preparate è  un fattore da valutare.

In breve, il paziente deve essere immobilizzato da un professionista medico qualificato, prima di essere trasportato in un centro di assistenza di emergenza.

Come principio generale, stare attenti alla propria postura e ai traumi o sollevamenti eccessivi di peso ,nel quotidiano, può prevenire molti problemi.

Fate attenzione a come piegate il collo quando guardate il cellulare.

In linea di massima, potete aiutarvi costringendovi ad indossare un supporto per la schiena  o tutore che oltre a farvi sentire meglio, vi costringe ad assumere una corretta postura che giova a schiena e cervicale.

 

OPZIONI PER IL TRATTAMENTO DELLA CERVICALE

A seconda degli esiti degli esami, il medico potrebbe indirizzarti da uno specialista per la cervicale.MASSAGGIO ALLA PARTE CERVICALE, dolore, cure mediche

Le opzioni per il trattamento della cervicale possono includere:

  • Antibiotici, in caso di infezione
  • Terapia fisica, stretching e esercizio fisico
  • Iniezioni di corticosteroidi
  • Farmaci antidolorifici
  • Calore e terapia del ghiaccio
  • Chirurgia
  • Un colletto
  • Rilassanti muscolari
  • Trazione
  • Trattamento ospedaliero se il problema è causato da qualcosa come un infarto o meningite

Altre opzioni includono:

  • Trattamento chiropratico
  • Agopuntura
  • Stimolazione del nervo elettrico transcutaneo
  • Massaggio

Assicurati sempre che il professionista che ti segue abbia tutte le abilitazioni professionali necessarie per praticare questi tipi di cure..

KRESTINA PRO, contrasta la caduta dei capelli, cura per capelli, rinforzare, stimolare, ricrescita, trattamento professionale, trattamento d'urto, caduta capelli, capelli deboli, capelli sfibratiCOME CURARE LA CERVICALE A CASA

Se si soffre di rigidità del collo o di cervicale minore, è il caso di seguire queste indicazioni per curarsi ed alleviare il dolore:

  • Applicare del ghiaccio sulla zona interessata per un paio di giorni.
  • Se il problema persiste, applicare calore sulla zona utilizzando un impacco caldo, una piastra riscaldante o facendo una doccia calda.
  • Prendere antidolorifici da banco come acetaminofene o ibuprofene.
  • Astenersi dal fare attività, come sport e sollevamento pesi che possono aggravare la cervicale.

    collo bloccato, distensione del collo fuori dal letto, stretching cervicale
    stretching cervicale
  • Riprendere lentamente le normali attività man mano che i sintomi si calmano.
  • Fai esercizi al collo costantemente ogni giorno.
  • Allunga la testa in movimenti lenti su e giù e da lato a lato, magari rilassandola col corpo disteso sul letto e la testa lasciata rilassarsi fuori del letto (stretching cervicale).
  • Migliora la tua postura:

Infatti, molte persone soffrono di cervicale a causa di infiammazioni dovute a posture sbagliate della testa e del collo.

  • Evita di lavorare tenendo il telefono tra la spalla e il collo.
  • È una postura sbagliata e rischiosa, soprattutto per chi già soffre di cervicale e ne è più soggetto di altri.
  • Cambia spesso le posizioni del corpo durante la giornata.
  • Il sedersi o lo stare in piedi in una singola posizione troppo a lungo provoca stress muscolari alla schiena ed al collo.
  • In questo modo viene innalzato il rischio di cervicale.
    Fai un delicato massaggio al collo.

Infatti deve essere delicato per non infiammare ulteriormente la parte cervicale dolorante.

  • Usa dei cuscini sostenitivi, studiati appositamente per chi soffre di cervicale, quando ti distendi o quando vai a dormire.

Non utilizzare collari se non quelli che ti ha indicato il medico che ti segue.

Se non utilizzati correttamente, questi accessori potrebbero peggiorare il dolore cervicale.

 

LEGGI ANCHE :

Alimenti per una pelle sempre giovane

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Chiropratica – Cos’è e quando serve

Dieta Chetogenica – Come funziona?

Dieta Dukan – Efficace o dannosa

Dieta Mediterranea ed i suoi benefici

Dieta Paleolitica – Una dieta del Momento

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Piedi – Benessere e salute del corpo

 

 

1 2