Category Archives: Dieta

Dieta Atkins immagine copertina Alimenti, cibi dimagrire velocemente, dieta proteica, proteine, verdure, dieta chetogenica, carne alla brace, carne grigliata, limone,verdura

DIETA ATKINS. PERDERE PESO VELOCEMENTE

Ti piacerebbe perdere peso velocemente con una dieta a suon di bistecche, pancetta, frittate con uova e speck a cubetti, oppure grigliate di carne? Nella Dieta Atkins come per la Dieta Paleolitica, la Dieta Dukan e le Diete Chetogeniche in generale, tutto questo non è solo permesso, ma addirittura indicato dal programma.
In questo articolo parliamo di Dieta Atkins.

Questa dieta ti assicura di perdere peso già dai primi giorni, senza fare sacrifici mostruosi e disincentivanti.
Inoltre, promette che, pur limitando il contenuto di carboidrati, non sarai affamato durante la dieta.
In più, sarai sulla strada giusta per migliorare la salute del cuore e la funzione della memoria, oltre ad altri benefici per il benessere.

PRINCIPIO DELLA DIETA ATKINS

È stata creata dal cardiologo americano Robert Atkins negli anni ’60.
Con la pubblicazione del libro nel 1972 è avvenuta la pubblicazione e la sua ampia diffusione.
La Dieta Atkins si basa sul principio che le persone in sovrappeso mangiano troppi carboidrati.
I nostri corpi bruciano sia grassi che carboidrati per produrre energia, ma i carboidrati vengono usati per primi come fonte energetica del corpo.

Inoltre, le proteine non forniscono tutte le calorie che i carboidrati producono.
Perciò, riducendo drasticamente i carboidrati e mangiando più proteine e grassi, i nostri corpi perdono peso in maniera naturale e veloce.
In conseguenza, viene intaccato il grasso adiposo che si è accumulato nelle varie parti del corpo.
L’effetto è un dimagrimento naturale, visibile già dopo i primi giorni di dieta.

SCOPO DELLA DIETA ATKINS

Il Centro di Medicina Complementare di New York, con le sue affermazioni, spazza via dubbi e critiche. Fù fondato dal dr. Robert Atkins (1930-2003), l’inventore dell’omonima dieta.
Al Centro di Medicina si sostiene che, la maggior parte delle persone che segue la dieta Atkins lo fa per il mantenimento del peso, la buona salute, e per prevenzione delle malattie.
Proprio gli aspetti della perdita di peso, unita alle storie dei casi di successo, rendono la Dieta Atkins famosa e seguita, oltre che divulgata tramite i libri.

COME FUNZIONA LA DIETA ATKINS

La riduzione drastica dei carboidrati, nella propria dieta quotidiana, porta l’organismo ad uno stato di chetosi.
Si tenga presente che un corpo in chetosi trae il 70% della sua energia dai grassi e, solamente, il 5-10% delle calorie deriva dai carboidrati.
Ciò significa è proprio il grasso che brucia e fa da carburante.

LA CHETOSI

Quando un organismo entra in chetosi sta ricevendo energia dai chetoni, dei prodotti intermedi nella produzione di energia in un processo metabolico che si chiama Ciclo di Krebs.
I chetoni sono il combustibile creato dalla riconversione delle riserve di grasso.
Quando il corpo è in chetosi, tende a percepire meno la fame.
Pertanto, è probabile che si mangerà meno di quanto si sarebbe potuto altrimenti.
Tuttavia, in alcune persone la chetosi causa alcuni effetti spiacevoli ed imbarazzanti, come un insolito odore di acetone nell’alito e costipazione.

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALOREQUALCHE PICCOLO CENNO PER CAPIRE MEGLIO CERTI MECCANISMI

CICLO DI KREBS

È il ciclo metabolico che avviene nei mitocondri delle cellule, in particolare quelle epatiche.
Scoperto dallo scienziato biologo tedesco Hans Adolf Krebs, tale ciclo, detto anche il Ciclo dell’Acido Citrico è fondamentale per la produzione di energia per il corpo.

CICLO CATABOLICO

In sostanza, avviene il catabolismo, ovvero la combustione (ossidazione) dei grassi e dei carboidrati.
Per cui, ossidati con l’ossigeno della respirazione, questi producono CO2, o anidride carbonica che espiriamo.
Inoltre, tale reazione rilascia acqua ed energia che mantiene il corpo caldo e funzionante.

CICLO ANABOLICO

In carenza di ossigeno, dal ciclo catabolico si passa all’anabolico, in cui si ha la formazione dei tessuti come le fibre muscolari.
In questo ciclo, abbiamo la produzione di energia dalla fermentazione.
Inoltre, vi è la crescita muscolare e la formazione di tessuti adiposi dovuta a l’accumulo di carboidrati e grassi in eccesso.

Tale eccesso di zuccheri non viene impiegato nella produzione di energia, pertanto si accumula come riserva di grasso.

CICLO ANABOLICO E CARNE GREVE

Quando si compie uno sforzo troppo prolungato, anche per il non allenamento muscolare, si ha la formazione di acido lattico.
Questo provoca acidosi nei muscoli, a causa dell’effetto anabolico dovuto alla carenza di ossigeno nella muscolatura coinvolta.
Noi la conosciamo comunemente come “carne greve”.
Tale acido viene riassorbito con il riposo, o con altro allenamento, per effetto del ripristino del Ciclo Catabolico.

CARBOIDRATI

Dieta Atkins Prima e dopo,perdere peso, dimagrire velocementeSono composti a catena molecolare basata principalmente su molecole di Carbonio, Idrogeno, Ossigeno.
Sono la forma di combustibile più facile da usare per il nostro corpo, al fine di produrre energia.
Abbiamo carboidrati con catena lunga e complessa, come l’Amido.
Inoltre, abbiamo i carboidrati a catena più corta, più semplici come gli zuccheri.
Per menzionare alcuni degli zuccheri, ricordiamo il saccarosio o zucchero commerciale che usiamo in cucina, ed il fruttosio dalla frutta.

Ora che si è capito di più su certi meccanismi, torniamo alla Dieta Atkins.

CAMBIAMENTO DEL FUNZIONAMENTO DEL CORPO

Dicevamo che, in carenza di carboidrati, il corpo cambia combustibile passando dagli zuccheri, più o meno complessi, a l’utilizzo dei grassi.
Pertanto, si vanno ad aggredire le riserve, ovvero, la parte adiposa che è responsabile del sovrappeso.
Solitamente il grasso si accumula solo in alcune parti del corpo.
Infatti, lo troviamo sui fianchi, la pancia e le cosce. Utilizzando queste riserve come una fonte di energia primaria, si ottiene la perdita di peso ed il dimagrimento.

I CARBOIDRATI – ENERGIA PRONTA

Vediamo nel dettaglio cosa succede, quando introduciamo nel corpo un pasto ricco di carboidrati.
Questi, vengono facilmente scomposti in zuccheri, che entrano rapidamente nel flusso sanguigno.
Per mantenere il livello di zucchero nel sangue troppo alto, il corpo secerne l’insulina.

INSULINA – A CHE SERVE

L’insulina è un ormone creato nel Pancreas che regola la quantità di glucosio nel sangue.
Infatti, essa consente di conservare lo zucchero in eccesso nel fegato e nei muscoli, sotto forma di glicogeno.
Tuttavia, questi depositi vengono rapidamente riempiti fino al massimo della capacità.
Pertanto, l’insulina converte tutti gli zuccheri in eccesso in grassi, che si accumulano formando riserve nello strato adiposo.
Sono esattamente quelle che, con l’ausilio delle diete, si vuole eliminare.

DIETA ATKINS E L’INSULINA

Secondo il dr. Atkins, se il corpo continua a produrre un eccesso di insulina, rispetto a quella effettivamente richiesta per cercare di affrontare lo zucchero in eccesso, crea una controidicazione seria.
Questo perché, tale eccesso potrebbe rendere il corpo meno reattivo all’insulina stessa, con la probabilità di sviluppare un disturbo metabolico che conosciamo come “diabete”.
Il dr. Atkins definiva il livello di zucchero nel sangue come instabile.
Infatti , per l’effetto dell’insulina, il livello di zucchero prima aumenta nel sangue e, poi, diminuisce drasticamente.

DIETA ATKINS E LA CHETOSI

Quando un corpo va in chetosi brucia il grasso in eccesso.
Successivamente, secondo le affermazioni dr. Atkins, ritorna alla normale funzione metabolica, con il catabolismo degli zuccheri e dei grassi.
Può capitare che, il grasso introdotto con questa dieta possa, temporaneamente, aumentare il livello di colesterolo nel sangue.
Tuttavia, questo è un fattore soggettivo e di breve durata.
Inoltre, l’Istituto medico del dr. Atkins assicura che si prevede un abbassamento del livello di colesterolo ed acidi grassi nel sangue, dovuto alla perdita di peso.

DIETA ATKINS ED ESERCIZIO FISICO

Per la maggior parte delle persone che sposano la Dieta Atkins, il consumo di carboidrati non deve superare i 20 grammi al giorno, per non veder vanificare la dieta.
Tuttavia, questo dosaggio, che corrisponde al 5-10% dell’apporto energetico del corpo, per le persone attive fisicamente può non bastare.
Inoltre, nonostante l’esercizio fisico non sia espressamente richiesto dalla Dieta Atkins, esso è altamente consigliato.
A tal proposito, per coloro che volessero avere un’idea di dimagrire con il fitness da casa, potete trovare ben 22 esercizi per dimagrire cliccando QUI.
In effetti, anche per le teorie del dr. Atkins su cui si basa la Dieta, soprattutto per alcuni soggetti dal metabolismo lento, l’attività fisica migliori la chetosi.

L’APPORTO DI VITAMINE PECCA NELLA DIETA

I seguaci della Dieta Atkins sono consigliati di integrare vitamine.
Questo perché, la restrizione di frutta e certe verdure non consente di integrarle con il cibo.
Infatti, riguardo la verdura ne sono ammessi solo alcuni tipi, ma unicamente dopo la fase di induzione allo stadio chetogenico.
Invece, per la frutta è ammesso solo l’avocado.

CIBI AMMESSI NELLA DIETA ATKINS

La Dieta Atkins ti permette di mangiare cibi che molte persone, le quali devono perdere peso, possono solo sognare.
Anche se si hanno avuto insuccessi con diete nel passato, la Dieta Atkins porta risultati soddisfando chi la segue senza particolari privazioni.
Nella Dieta Atkins ci sono pochi limiti sulla quantità di cibo che è concesso mangiare.
Tuttavia, la dieta limita fortemente le tipologie dei cibi ammessi al programma.

Sono esclusi dalla Dieta Atkins:

  • Lo zucchero raffinato
  • Il latte (per la prima fase)
  • La farina di mais ed i mais
  • Il riso
  • Grassi idrogenati trans, con catena molecolare diritta che troviamo in alcune margarine.

Invece, ti permette di mangiare cibi considerati tradizionalmente “ricchi”, che addirittura sono tabù in altre diete.
La Dieta Atkins, si sostiene, riduce l’appetito durante il programma.
Questo perché si mangiano proteine e grassi quasi puri.

Sono ammessi alimenti come:

  • Carne rossa
  • Pesce (compresi i crostacei), pesci di mare da luoghi freddi. particolarmente ricchi di acidi grassi omega-3
  • Pollo e carni bianche
  • Formaggio stagionato, non quello spalmabile o formaggi a base di siero di latte, oppure dietetici.

Inoltre, la Dieta Atkins ammette l’uso del burro e dell’olio d’oliva per le insalate.
L’olio d’oliva, soprattutto quello extravergine o vergine, dovrebbe essere incentivato in ogni tipo di dieta.

Infatti questi oli, prodotti dalla “spremitura a freddo”, sono lavorati in modo tale da mantenere intatte alcune componenti e caratteristiche organolettiche come la clorofilla, più altri fitonutrienti ed antiossidanti.

DIETA, DETOX, NATURALE 100%, SCIOGLI IL GRASSO, TENERSI IN FORMAFASI DI DIETA ATKINS

La dieta Atkins è suddivisa in 4 fasi.
La quantità giornaliera di carboidrati prevista varia da fase a fase

Fase 1 – Induzione

Questa è la parte più restrittiva della Dieta Atkins, in cui ci si sazia con gli alimenti ammessi, evitando gli alimenti vietati come:

  • Frutta
  • Pane
  • Mais e Riso
  • Verdure amidacee
  • Latticini (tranne formaggio e burro)
  • Alcool

Ogni giorno, come detto sopra, si mangiano solo 20 grammi di carboidrati.
Questa è una quantità significativamente inferiore alla Razione Raccomandata Giornaliera (RDA) di 300 grammi di carboidrati al giorno.

L’induzione deve portare chi segue la Dieta Atkins alla Chetosi nell’organismo, aumentando la capacità del corpo di bruciare i grassi.
È la fase, fra le quattro, in cui si perde maggiormente peso.
L’induzione dovrebbe durare due settimane al massimo.
Tuttavia, per chi dovesse perdere molto peso e se il corpo lo tollera, l’induzione può essere prolungata per perdere ulteriormente peso.

Fase 2 – Perdita di peso in corso

Durante questa fase vengono aggiunti gradualmente dei carboidrati alla Dieta Atkins, con le seguenti integrazioni alimentari:

  • 2 o 3 cucchiai di succo di limone o lime
  • Yogurt
  • 2 o 3 cucchiai di panna oppure 50 grammi di panna acida
  • Frutti di bosco
  • 10 a 20 olive
  • Noccioline
  • La metà di un piccolo avocado

Puoi consumare dai 25 a 45 grammi di carboidrati al giorno.
La fase 2 dura fino a quando il soggetto arriva a 4-5 chili dal peso stabilito come traguardo.

Fase 3 – Pre-mantenimento

Durante la fase 3, si continua ad incrementare i carboidrati nella dieta tramite alimenti come:

  • Frutta
  • Verdure amidacee
  • Cereali integrali

Puoi mangiare da 50 a 70 grammi di carboidrati al giorno.
La fase 3 ha per durata un periodo che va oltre il mese, dopo l’aver raggiunto il peso stabilito.

Fase 4 – Mantenimento a vita

Questa è la fase chiave, che richiede la maggior costanza nell’osservare le regole.
Infatti, una volta ottenuto il peso stabilito, si deve proseguire con il rispetto dei criteri della Dieta Atkins per tutta la vita, come il controllo dei carboidrati assunti.
Tuttavia, è meno restrittiva delle fasi iniziali.
Infatti, consente un consumo giornaliero di 75 grammi di carboidrati al giorno.
L’alimentazione, come si può notare, resta con una logica di bassa assunzione di carboidrati, in regime “Low Carb”.
Si deve fare un calcolo delle calorie, per capire quanti carboidrati si possono mangiare per mantenere il giusto peso.

ragazza dimagrisce con dieta atkins, prima e dopo, perdere peso, dimagrire velocemente

tutore per schiena per correggere la postura sbagliata. contro mal di schiena, cervicale, dolori muscolo scheletrici, tendiniti, sciaticaBEVANDE

L’acqua è la bevanda ideale nella Dieta Atkins come nelle altre.
Infatti, essa disseta senza alterare il calcolo delle calorie ingerite.
Con la Dieta si consiglia di bere circa 1,5 litri di acqua al giorno.
Può essere tollerata anche l’acqua gassata.
Tuttavia, sono escluse le seguenti bevande tipo quelle zuccherate, i succhi di frutta, sidro compreso.
Anche le bevande alcoliche sono assolutamente proibite.
Questo poiché l’alcool è un prodotto che viene dagli zuccheri semplici e complessi, compromettendo la misura delle calorie assunte.
Il latte non è permesso nella fase di induzione.

Té, infusi, tisane in generale sono tollerate con succo di limone, ma senza zucchero.
Anche il caffé può essere tollerato se preso senza dolcificante, purchè si sia certi che non provochi disturbi nel metabolismo.
Le gazzose e le bibite gassate dolci sono assolutamente proibite.
Infatti, visto l’alto contenuto di zucchero, comprometterebbero gli esiti della Dieta Atkins.

ALIMENTI VIETATI

Ci sono alcuni cibi vietati nella Dieta Atkins perché, anche se non si direbbe, contengono carboidrati.

Sono vietati anche:

  • La farina e sfarinati, come pane, pasticcini, crackers
  • Prodotti caseari non stagionati come latte, fiocchi di latte o formaggi magri che, molto spesso, contengono zuccheri.
  • Verdure amidacee come le patate e, le barbabietole.
  • Legumi, come fagioli e piselli
  • Noccioline

CIBI LAVORATI INDUSTRIALI E DIETA ATKINS

Anche i cibi prodotti industrialmente non sono ammessi.

Questo poiché, oltre ad ingredienti già compromettenti di per sé, nell’industria alimentare gli zuccheri sono molto usati.
Infatti, il loro impiego massiccio è dovuto ad aspetti come il gusto ma, soprattutto, perché gli zuccheri hanno proprietà stabilizzanti e conservanti.

Pertanto, impediscono l’irrancidimento ed il deterioramento degli alimenti.
Per questo, gli zuccheri trovano impiego nella maggior parte dei prodotti alimentari trasformati.

DIETA ATKINS

ATTENZIONE AD ALCUNI CIBI

Alcuni alimenti come salumi, insaccati, pancetta e prosciutto sono consentiti purché, nella loro lavorazione non siano stati aggiunti zuccheri.
Inoltre, la Dieta Atkins ammette i prosciutti cotti ed i salumi senza nitrati.
Alcuni molluschi, come ostriche e cozze, contengono più carboidrati rispetto alle altre tipologie di prodotti ittici.
Pertanto, è richiesta una moderazione ed un’attenzione maggiore.

CONSIGLI UTILI PER CHI SEGUE LA DIETA ATKINS

Soprattutto per le prime fasi di induzione e di perdita di peso, sarebbe il caso di evitare di avere a disposizione in casa quegli alimenti che la Dieta Atkins proibisce.
Lo scopo della dieta è, oltre alla perdita di peso in sé, l’adesione ad un nuovo regime alimentare “lifetime”, ovvero per sempre.

Pertanto, non è più il caso di tenerli in casa.
Essi potrebbero indurre in tentazione, vanificando la dieta ed i sacrifici effettuati fino a quel momento.

Allo stesso modo, è il caso di tenere in casa alimenti “Low Carb”, a basso contenuto di carboidrati.

RACCOMANDAZIONI PARTICOLARI

Come per altre diete, in particolare le diete proteiche come la dieta Dukan, la dieta Paleolitica, o diete Chetogeniche in generale, anche per la Dieta Atkins si consiglia di tenere monitorati i valori nutrizionali.
Infatti, è il caso di consultare un medico periodicamente, secondo sua indicazione, per tenere osservati i livelli di analisi del sangue.
In tal modo, si possono individuare eventuali carenze alimentari a cui, purtroppo, è probabile andare incontro con la restrizione dei tipi di cibo.

Si possono evitare, così, spiacevoli controindicazioni.
Oltre all’aspetto sicurezza, che ha la precedenza su tutto, il monitorarsi permette di ottimizzare la dieta, incrementando i benefici.

  CHETOSI, BRUCIA GRASSO, BRUCIARE I GRASSI, DIMAGRIRE, PERDERE PESO, AUMENTA L’ENERGIA, TRASFORMA GRASSO IN ENERGIA, ACCELERA IL METABOLISMO, MIGLIORA UMORE ED ENERGIA, PASTIGLIE, CAPSULE, BLISTER, KETO BIOATTENERSI ALLE INDICAZIONI

Quando si inizia una Dieta Atkins, si raccomanda di non alterarne le indicazioni, magari creando una versione a basso contenuto di grassi della dieta.
Infatti, la giusta quantità di grassi e di proteine è essenziale per poter indurre lo stato chetogenico del corpo, da cui dipende il successo della Dieta.
Infine, si consiglia di alimentarsi con grassi sani, naturalmente presenti nella carne.
Pertanto, si sconsigliano altri tipi di grassi lavorati o da fritture ripetute, che possono provocare problemi di salute anche gravi.

Ripetiamo la raccomandazione di tenersi controllati periodicamente dal medico.

L’alimentazione è una cosa seria ed è sempre meglio far le cose per bene.

LEGGI ANCHE :

  1. Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)
  2. Ipnosi – Da spettacolo a terapia
  3. Piedi – Benessere e salute del corpo
  4. Alimenti per una pelle sempre giovane
  5. Benessere fisico, mentale ed intimo
  6. Body Building e Caduta dei Capelli
  7. Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa
  8. Chiropratica – Cos’è e quando serve
  9. Dieta Chetogenica – Come funziona?
dieta detox, ragzazza con cesta di frutta fresca in mano, dimagrire velocemente, perdere peso

DIETA DETOX – È VALIDA E SICURA?

Dieta Detox sta per dieta disintossicante (Detox è l’abbreviazione di disintossicante).

Il suo scopo è di eliminare le tossine che assorbiamo dal cibo, dai prodotti chimici usati e dall’ambiente.

Una Dieta Detox vi potrebbe servire se avete la preoccupazione delle festività natalizie.

Con le abbuffate del pranzo o della cena di Natale, del cenone del Nuovo Anno, pensate di esagerare?

Se si, avrete bisogno di una Dieta Detox per redimere i vostri peccati di gola.

La Dieta Detox si propone di depurare l’organismo da tossine e chili in eccesso, in modo rapido.

È stata resa famosa da personaggi pubblici, come Khloe Kardashian  che l’hanno portata alla ribalta nello scenario delle diete.

khloe kardashan,dieta detox, dimagrire velocemente, perdere peso
Khloe Kardashian

DIETA DETOX – PRINCIPIO BASE

La Dieta Detox intende eliminare tutte quelle tossine che ogni giorno immettiamo nel nostro corpo.

Queste tossine arrivano dal cibo spazzatura,dall’alcol, dal fumo di sigaretta, dall’inquinamento atmosferico e dall’acqua che beviamo.
Si ritiene che queste tossine, se assorbite continuamente, portino ad aumento di peso, cellulite, gonfiore, affaticamento e problemi di salute gravi.
Da qui nasce l’esigenza di una disintossicazione, poiché il corpo non può e non deve oltrepassare certi limiti di sostanze nocive.

TOSSINE DALL’INTERNO

A queste sostanze dall’esterno, vanno aggiunte quelle prodotte dal corpo stesso.
Infatti, alcuni dei prodotti di scarto derivano dalla normale attività cellulare come l’ammoniaca, l’acido lattico e l’omocisteina.
I polmoni, il fegato, i reni l’intestino, la pelle, il sangue ed i sistemi linfatici hanno il duro compito di contrastare le tossine.
Questi organi devono essere in grado di isolare queste tossine e di espellerle dal corpo.

 

DIETA DETOX – IN COSA CONSISTE

Essa consiste nell’eliminare sostanze come la caffeina, l’alcol, il sale, lo zucchero ed alimenti trasformati.
Con la Dieta Detox si può perdere peso a causa delle limitate scelte alimentari, che fanno dimagrire di conseguenza.
Quando si sente parlare di disintossicazione si pensa subito ad un trattamento per togliere la dipendenza da alcol o droga.
Tuttavia, la dieta è usata per togliere le tossine di vario genere, contenute nel corpo.

 

dieta detox, salmone e verdure, asparagi, limone, dimagrire velocemente, perdita di pesoDIETA DETOX – BREVE O LUNGA

Quando si parla di dieta detox, ci si riferisce ad una  dieta solitamente a breve termine.
Questo perché, la sua restrizione serve appositamente per facilitare la rimozione delle tossine e, promuovere la perdita di peso.

In genere, la sua durata non super ai 7 giorni.

CALMA LA FAME, PIù ENERGIA, CARBOIDRATI, CONCENTRAZIONEI PRINCIPI BASE

Anche se ci sono diversi tipi di diete detox, generalmente seguono gli stessi principi:

  • Ridurre, se non eliminare, la quantità di sostanze chimiche ingerite (per esempio, mangiando alimenti biologici).
  • Si deve agevolare alimenti che forniscono vitamine, nutrienti ed antiossidanti, di cui il corpo ha bisogno per la disintossicazione.
  • Si devono selezionare gli alimenti, come cibi ricchi di fibre ed acqua, che agevolano le evaquazioni intestinali e della vescica.

 

COSA MANGIARE

Le diverse diete detox stabiliscono cosa si possa mangiare o meno, in funzione degli obiettivi fissati.
Quindi, ciò che puoi o non puoi mangiare dipende dal tipo di dieta detox, in funzione della situazione di partenza ed arrivo.
Alcune richiedono di bere spremute o bere infusi.

Altre diete detox concedono di poter assumere frutta e verdura, o una più ampia gamma di alimenti.

CONTAMINAZIONE DAGLI ALIMENTI

Studi condotti da università americane indicano che, tutti i composti chimici che immettiamo nel corpo si depositano nei tessuti e grasso adiposo.
Esse provengono da quel che si respira, che si mangia e che si beve.
In Paesi , come Canada, America e Cina, usano quantità massicce di pesticidi, diserbanti ed altre sostanze tossiche.
Le coltivazioni che ne derivano assorbono tutto questo.

Perciò, quando mangiamo i prodotti di queste terre, le introduciamo nel nostro corpo in cui questi veleni poi si trattengono.
Anche gli imballaggi possono trasmettere sostanze chimiche dannose ai cibi.
Per questo si consiglia sempre di conservare i cibi lontano dal sole e da fonti di calore.
Infatti, farebbero alterare la struttura chimica degli incarti che rilascerebbero sostanze chimiche ai cibi.

 

DALL’AMBIENTE DOMESTICO

Dai detersivi per la casa, a quelli che usiamo per i pavimenti e per il bagno, che contengono acido cloridrico volatile.
Dai detergenti che usiamo per lavarci, non sempre derivanti esclusivamente dalla sola glicerina,
agli ammorbidenti e detersivi per il bucato che vengono assorbiti dalla nostra pelle.

Sono un’altra fonte di sostanze che intasano il nostro organismo, portando problemi.

DALL’AMBIENTE ESTERNO

Dai metalli pesanti dall’aria piena di smog e di gas di scarico delle auto..
Dal fumo di sigaretta, che si propaga nell’aria e viene assorbito da chi fuma e dai “fumatori passivi”.
Termovalorizzatori che, sebbene dovrebbero distruggere le immondizia, in realtà creano centinaia di migliaia di composti chimici liberati nell’aria.

Non per nulla i cosiddetti termovalorizzatori inquinano ancor di più dei rifiuti solidi di partenza.

PATOLOGIE CORRELATE DA SOSTANZE ASSORBITE

È facile immaginare come tutte queste sostanze, assorbite dal nostro corpo, abbiano delle conseguenze sulla nostra salute.
Si parla di “carico corporeo” per intendere proprio questa quantità assorbita.dieta Detox prima e dopo risultati, ragazza, perdita di peso, dimagrire velocemente
I disturbi che ne derivano sono:

  • squilibri ormonali
  • allergie ed ipersensibilità a cibi o indumenti
  • compromissione della funzione immunitaria e carenze nutrizionali
  • sfoghi della pelle, irritazioni, macchie, arrossamenti
  • celiachia
  • indigestione
  • scarsa concentrazione
  • stanchezza
  • mal di testa
  • alitosi
  • dolore muscolare

 

LA DIETA DETOX PURIFICA?

La dieta detox è una tipologia che include varietà di diete disintossicanti, alcune anche famose.

Tuttavia, ci sono pochissimi studi che provano realmente i benefici  che le vengono attribuiti.

Sappiamo, per merito di altre ricerche ed esperienze, che ci sono alimenti che hanno proprietà decisamente benefiche  per il corpo.

Se inglobati nella dieta, come conseguenza, il risultato sarà positivo.

A proposito, trovate 30 alimenti che fanno bene alla vostra pelle, oltre che al vostro corpo cliccando qui.

DIETA DETOX E CONFRONTO CON ALTRE DIETE

Determinati alimenti e sostanze possono avere proprietà disintossicanti.
Tuttavia, la maggior parte delle ricerche ha come soggetti gli animali in laboratorio.
Per questo motivo, non abbiamo la certezza assoluta che questi alimenti abbiano stessi effetti per l’uomo che si riscontrano sugli animali.

 

DIETA DETOX – VANTAGGI

È facile immaginare come la dieta detox, con ricette basate su verdure, cibi naturali, acqua ed esercizio fisico, dia risultati positivi.
Alcuni cibi previsti aiutano la perdita di peso con alcune sostanze naturali, che hanno effetto buciagrassi.

Mangiare solo cibi sani e non lavorati aiuta ad abituare il palato.

In questo modo, si ha meno probabilità di desiderare cibi grassi, salati e zuccherati.
Proprio come qualsiasi dieta, la dieta detox può aiutare ad assumere buone abitudini alimentari.

Inoltre, riuscire a ridurre i livelli di stress durante la dieta detox, come per le altre, aiuta ad ottenere esiti positivi e sostenibili.
Un altro aspetto  della dieta detox, che si rifà al principio della Dieta Mediterranea, è il cambiamento nello stile di vita.
A questo punto, una volta che si conoscono le regole base, si deve condurre una vita sana sempre.

CHETOSI, BRUCIA GRASSO, BRUCIARE I GRASSI, DIMAGRIRE, PERDERE PESO, AUMENTA L’ENERGIA, TRASFORMA GRASSO IN ENERGIA, ACCELERA IL METABOLISMO, MIGLIORA UMORE ED ENERGIA 

DIETA DETOX – DURATA DEGLI EFFETTI

L’eliminazione di caffeina, alcol, sale, zuccheri e cibi lavorati porta a perdere peso, per la natura restrittiva della dieta.
Tuttavia, la maggior parte di questo peso perduto sarà costituito da acqua e glicogeno immagazzinato (che poi si accumula come grasso).
Pertanto, sarà molto probabile recuperare tale peso, una volta terminata la Dieta Detox.

 

khloe kardashan,dieta detox, dimagrire velocemente, perdere pesoCHI NON DOVREBBE PROVARLA

Una regola saggia, che riguarda sia la Dieta Detox che tutte le diete, è il consultare preventivamente un medico di vostra fiducia.
Chiedetegli se la dieta detox fa al caso vostro.

Valutate i pro ed i contro, se e quali sono i benefici, ma soprattutto, quali possono essere i rischi.
Infatti, la dieta detox potrebbe essere dannosa per le persone con determinate patologie, come il diabete.
Le donne incinte, od in periodo di allattamento, non dovrebbero seguire una Dieta Detox.

 

SINTOMI  E MALESSERI

Può capitare, durante la Dieta Detox, di provare dolori muscolari, insonnia e di non avere appetito.
Inoltre, se vi capita di far fatica a digerire, oppure tosse e mal di testa, è il caso di interrompere la dieta e farsi vedere da un medico.
È probabile che stiate sbagliando qualcosa e, che siate nel bel mezzo di una carenza alimentare.
Ricordatevi che le diete “fai da te” possono essere dannose, con rischi per la salute gravissimi, se non sapete ciò che fate.
La dieta detox non è creata per disintossicare il corpo da droghe e da alcool.

EFFETTI COLLATERALI

Eventuali effetti collaterali possono essere causati dalle scelte nel strutturare e gestire una Dieta Detox.
Abbiamo detto che se vi sentite fiacchi, affamati, vi gira la testa, avete dolori di testa e muscolari, c’è un problema.
È probabile che vi manchino sostanze come zuccheri e nutrienti, per il buon funzionamento del corpo.
Infatti, può capitare di essere confusi, di non riuscire a ricordare o compiere un semplice ragionamento.
In genere, il sintomo più diffuso è il mal di testa.

Può capitare nei primi giorni di Dieta Detox, spesso dovuto alla mancanza di caffeina.
Capita anche che, alcune diete detox possano essere troppo estreme e restrittive.
Se seguite e protratte per un periodo oltre i sette giorni, possono portare a pericolose carenze nutrizionali.
Tali carenze possono innescare alterazioni del comportamento, come irritabilità e rabbia, specialmente negli adolescenti.
Addirittura, potrebbero avere un impatto sulla salute e sul benessere a lungo termine.

 

DIETA DETOX E LA CAFFEINA

ragazza scatta per correre, dieta detox, caffeina, maggiore energia, perdita di peso, dimagrire velocemente,La caffeina è un alcaloide naturale presente nel caffé, nel té, nel cacao, nel guaranà ed altre piante.

Essa ha un effetto psicoattivo, stimolante nel corpo.
Accelera i battiti ed aumenta il metabolismo, liberando più energia a disposizione dell’organismo.
Inoltre, aumenta l’attenzione del cervello.
La caffeina provoca assuefazione nel corpo e, quando manca per qualsiasi motivo, ne avverte la mancanza ed il bisogno.
Questa mancanza è indicata dal corpo con alcuni sintomi, come il mal di testa e la spossatezza fisica.
Nella Dieta Detox la caffeina è esclusa, e ciò porta dei problemi di astinenza per i bevitori di caffé abitudinari.
Gli esperti di dieta ne consigliano la diminuzione graduale, prima di cominciare la Dieta Detox.

 

DIETA DETOX – ALTRE CONTROINDICAZIONI

Se i pazienti consumano troppe verdure e troppa fibra, possono avere blocchi intestinali dovuti ad intasamento.
In questo caso è bene integrare cibi liquidi ed acqua.
Oppure, si può avere effetto contrario con la diarrea.

Questa porta altre conseguenze come disidratazione e perdita di principi nutritivi.

Come abbiamo già detto, se certi sintomi persistono, è bene consultare immediatamente un medico.
Inoltre, se il ciclo della Dieta Detox risulta lungo oltre la settimana, è bene farsi monitorare da un medico.
Alcune carenze alimentari (esempio di calcio, fosforo, potassio, proteine ecc..) potrebbero causarvi problemi alla salute.

INCINTA, per curare i sintomi climaterici della menopausa IN MODO NATURALE. PROBLEMI DI INFERTILITÀ, per GRAVIDANZA .

CONSIDERAZIONI SULLA DIETA DETOX

Il corpo ha organi per la sua difesa dalle sostanze ed agenti esterni come pelle, fegato, reni per espellere le tossine, sistema digestivo e polmoni.
Le nostre cellule producono enzimi che hanno il compito di sentinelle e spazzini verso sostanze estranee, tossine e scarti.
Potrebbe capitare che, riducendo drasticamente nutrienti utili come le proteine, sia molto più probabile compromettere queste difese naturali, anziché aiutare il corpo a disintossicarsi.
Inoltre, l’aspetto di recuperare il peso dopo la fine della dieta, rendendola inutile, non la pone come una dieta effettivamente efficace.

SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,
SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO
PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,

ALTERNATIVA ALLA DIETA DETOX

Ci sono diete che, essendo molto varie nella scelta degli alimenti, hanno molti meno rischi.

Infatti, non escludono un cibo in particolare, ma giocando sulla varietà e su porzioni più numerose e ridotte, evitano abusi e carenze.
La più famosa di queste è la Dieta mediterranea.

È una valida alternativa alla Dieta Detox, per ritrovare la pace con la vostra coscienza dopo gli eccessi delle feste.
Inoltre, la Dieta Mediterranea prevede uno stile di vita attivo ed all’aperto, con riscontri positivi sul benessere e la salute.

 

LEGGI ANCHE:

Alimenti per una pelle sempre giovane

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa

Chiropratica – Cos’è e quando serve

Dieta Chetogenica – Come funziona?

Dieta Dukan – Efficace o dannosa

Dieta Mediterranea ed i suoi benefici

Dieta Paleolitica – Una dieta del Momento

Dieta Selvaggia- La Dieta N° 1 In America

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Ipnosi – Da spettacolo a terapia

Piedi – Benessere e salute del corpo

dieta selvaggia, carne grigliata, dieta dukan, dieta paleolitica, dieta chetogenica

DIETA SELVAGGIA- LA DIETA N° 1 IN AMERICA

Molte mode ed abitudini che abbiamo in Europa ed in Italia sono sbarcate dall’America.
Sarà il gusto dell’esotico.
Sarà che l’erba del vicino è sempre la più verde, ma anche nelle diete il principio è quello.
Per cui, se stai cercando la dieta numero uno in America oggi è:
la Wild Diet, ovvero la Dieta Selvaggia.
Una dieta nata non da un dottore esperto, ma da un ragazzo che aveva la semplice esigenza di perdere peso.

 

CONSIDERAZIONI PRELIMINARI

In molti cibi che consumiamo, specie quelli di produzione industriale, troviamo grassi idrogenati, zuccheri e cereali raffinati.
Considerando ciò, qualsiasi dieta che li taglierà  migliorerà la perdita di peso e la salute generale.

Quando limitiamo tutti questi carboidrati raffinati, stabilizziamo i livelli di zucchero nel sangue e di insulina.

Questa è evidentemente una buona cosa per la salute ed il benessere fisico.

 

DIETA SELVAGGIA E ABEL JAMES

Abel James è il creatore della Dieta Selvaggia.
Musicista con una laurea in psicologia, non ha alcun titolo da dietologo.
È noto anche come “The Fat Burning Man”, l’uomo bruciagrassi.
Egli lavorava come musicista, ma un giorno ebbe l’esigenza di perdere peso.
Era frustrato dalle comuni diete e dai sacrifici che esse chiedevano.

Erano molto dure e non davano i risultati sperati.
Si mise, quindi, a fare le sue ricerche per trovare un percorso dietetico adatto a lui.

 

ABEL JAMES CREA LA DIETA SELVAGGIA

Fu così che, dai princîpi della dieta paleolitica, creò la dieta selvaggia.
Questa dieta, creata per lui, gli permise di perdere peso e di mantenere il risultato ottenuto.
Abel James è descritto semplicemente come un “blogger” di dieta.
Tuttavia, nella trasmissione che lo ha reso famoso, con la perdita di peso grazie alla sua dieta, ha superato consulenti nutrizionali, esperti di diete e, personal trainer.

 

LA DIFFUSIONE DELLA DIETA SELVAGGIA

La sua dieta è diventata famosa grazie ad internet, poiché fu riportata in un PDF scaricabile, oltre che nel libro “La Dieta Selvaggia” che ha riscosso un buon successo.
Ma, la vera fama la ottenne partecipando ad uno show televisivo.
In questo programma si mettevano a confronto 5 diete dimagranti.

La dieta selvaggia arrivò seconda, anche se ottenne la maggior perdita di peso.
Nonostante il secondo posto, la fama esplose rendendola la dieta del momento in America.

 

COS’È LA DIETA SELVAGGIA?

Se ti piacciono le diete dove si mangia carne, come la Dieta Dukan e la Dieta Paleolitica, allora ti piacerà anche quella selvaggia.

Tra l’altro derivano tutte dal principio base della dieta chetogenica, ricco di proteine ed a basso consumo di carboidrati.
La dieta selvaggia è una dieta stile paleo che, per la maggior parte, si basa su cibi non lavorati, ricchi di nutrienti.
In particolare, la dieta selvaggia promuove il consumo di grassi sani e limita gli zuccheri ed i carboidrati raffinati.

 

DIETA SELVAGGIA E LA CUCINA DELLA NONNA

Rispetto alla dieta Paleolitica consente un’ampia gamma di alimenti ed una minore rigidità alimentare.
In altre parole, è la dieta consigliata dalle nostre nonne, basata su un consumo di carne, pesce, verdure, noci, frutta secca e frutti di stagione.
Questi cibi, non sono industriali ricchi di zuccheri ed additivi, ma sono cucinati secondo le tradizioni sane di una volta.

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALORE

DIETA SELVAGGIA – ALIMENTI CONSENTITI

Abel James, nella sua dieta, ci indica i cibi da mangiare ed i cibi da evitare.
Il principio è che siano alimenti biologici, a base di verdure e frutta, carne o frutti di mare allevati localmente, in un ambiente simile all’ambiente naturale.

 

I CIBI CONSENTITI SONO:

  • Prodotti animali come burro, panna e formaggio, che nella dieta paleolitica non sono ammessi.
  • Legumi – preparati correttamente.
  • Grani senza glutine (riso selvatico, quinoa, ecc.)
  • Nocciole, arachidi, noci ecc..
  • Oli vergini a base di olio pressato a freddo, come olio di avocado, olio di cocco, olio di oliva o olio di noci
  • Carni grasse al pascolo allevate ad erba, biologiche, selvagge o allevate come manzo, tacchino, pollo, cavallo, cinghiale, vitello, maiale.

 

ALTRI CIBI CONSENTITI SONO:

  • Pane a lievitazione naturale (occasionalmente).
  • Patate dolci o riso, per chi fa sport, dopo gli allenamenti.
  • Verdure a foglia verde come insalate, bietole, spinaci e cavoli.
  • Verdure ricche di fibre colorate come carote, zucca, carciofi, peperoni e melanzane.
  • Pesce, crostacei o molluschi selvatici compresi.
  • Gamberetti, merluzzo, salmone, branzino, vongole, granchi o tonno.
  • Uova di pollo, anatra, quaglia, ecc..,purché, gli animali siano allevati a terra con cibi naturali, senza mangimi industriali.

 

BEVANDE CONSENTITE:

  • Vino rosso e birra con moderazione
  • Caffé

 

CIBI DA EVITARE:ragazza perde peso con la dieta selvaggia, carne grigliata, dieta dukan, dieta paleolitica, dieta chetogenica

  • Pane da lievito di birra (eccetto pasta madre)
  • I cibi ricchi di glutine
  • Cibi ricchi di amido come la pasta
  • Zucchero

 

 

 

DIETA SELVAGGIA – COME COMPORRE I PASTI

Come pricipio di base della Dieta Selvaggia, i piatti vanno composti come segue:
Circa 2/3 del piatto dovrebbero essere costituiti da insalata di verdure a foglia verde e non amidacee.
Le verdure amidacee, come patate dolci o barbabietole, sono consentite in quantità limitata per gli sportivi che si esercitano regolarmente.
La parte di proteine da ​​carne, pesce o uova, dovrebbe essere di una quantità pari a circa 50-60 grammi.
La parte restante dovrebbe essere riempita con frutta e grassi vegetali o di pesce.CONTRALIP, colesterolo, riso, riso rosso, malattie, cardiovascolari, fermentato, valori colesterolo, compresse, Ministero della salute, naturale,coloranti, oli, derivati animali, parabeni, paraffine, olio di palma, altri agenti chimici, Monacolina K, farmaci anticolesterolo, monacoline

DIETA SELVAGGIA – QUANTO MANGIARE?

Le porzioni variano a seconda del soggetto, della sua stazza, dell’età e dei chili da perdere.
Anche l’aspetto di vita sedentaria, o meno, è importante.
Come per tutte le diete, anche in questa si raggiungono risultati migliori se associata a movimento fisico regolare.
In altre parole, la dieta selvaggia va adattata al soggetto che la adotta, in base al suo stile di vita ed al suo corpo.
Abel James fornisce una guida su come preparare i pasti giornalmente.

ELASTICITÀ DELLA DIETA SELVAGGIA

Nella dieta selvaggia ci sono giorni in cui puoi mangiare qualsiasi cosa.
Alcuni potrebbero obiettare che, questi giorni aiutano a rendere la dieta meno restrittiva, aumentando i tempi di perdita peso ed i casi di insuccesso.
D’altra parte, questi giorni “liberi” possono essere un problema per coloro che hanno una dipendenza da cibo.
Infatti, molte persone hanno difficoltà a controllarsi ed a rinunciare al consumo di zucchero e di pasta.
Di conseguenza, mangiarli solo per un giorno può essere estremamente difficile.

 

PIANO ALIMENTARE SETTIMANALE

James afferma che il tuo piano alimentare dovrebbe essere organizzato per raggiungere obiettivi settimanali.
Questo rende alla dieta selvaggia una maggiore flessibilità e, rende il programma più facile da seguire.
Per esempio, se non puoi mangiare abbastanza verdure il lunedì, mangia più verdure nei giorni successivi.
In questo modo, entro la fine della settimana, avrai comunque mangiato il 65% di verdure richieste.
Le cene dagli amici ed il ristorante sono permessi.

 

DIETA SELVAGGIA ED IL CIOCCOLATO FONDENTE

cioccolato in pezzi, cioccolato fondente, 70%, cacao amaro, cacao, flavonoidiJames consiglia aver a disposizione il cioccolato fondente.
Il cioccolato può fornire alcuni benefici per la salute importanti.
La fava di cacao, da cui deriva il cioccolato, è ricca di flavonoidi.

 

COSA SONO I FLAVONOIDI

Potenti antiossidanti, sono utili per garantire l’ottimale funzionamento di fegato, del sistema immunitario e del sistema cardiocircolatorio.
Essi contribuiscono, inoltre, alla prevenzione di numerose patologie anche tumorali.
Inoltre, hanno proprietà anti infiammatorie che fanno bene alla pelle, perché contrastano l’invecchiamento causato dai radicali liberi.
Ma non tutto il cioccolato ha questi benefici.
Infatti, man mano che i semi di cacao vengono lavorati, questi benefici sono ridotti al minimo.
Per questo motivo, la scelta migliore è il cioccolato fondente.
Ma anche il cioccolato fondente lavorato fornisce zucchero e grassi, quindi, dovrebbe comunque essere consumato con moderazione.

 

PROGRAMMA DI ALLENAMENTO FISICO

La dieta selvaggia prevede anche un programma di esercizi fisici.
Il programma di allenamento include semplicemente una sessione di allenamento ad alta intensità di 7 minuti al giorno.
Va però precisato, che si parla di attività fisica minima consigliata.
Infatti, è chiaro che se il soggetto effettua regolarmente attività fisica, è sicuramente meglio.

LA DIETA SELVAGGIA FA BENE?

Questa dieta ha delle caratteristiche che potrebbero farti sentire meglio.
Infatti, il fatto che per 2/3 sia composta da verdure non amidacee, ricche di nutrienti sani, è già positivo.
Le persone che seguono il programma godranno di un maggiore apporto di proteine di alta qualità.
Inoltre, il fatto che si debbano escludere i cibi lavorati industrialmente è ulteriormente salutare.
Infatti, questi sono solitamente ricchi di additivi zuccherati e dolcificanti per aumentare la conservazione ed esaltare il gusto.
Le bevande zuccherate ed i prodotti da forno come le merendine e le caramelle, non sono ammesse.
Ciò rende la dieta selvaggia ancora più salutare.

Infine, si può ammettere che la dieta selvaggia sia valida; Una buona dieta per dimagrire velocemente.

DIETA, DETOX, NATURALE 100%, SCIOGLI IL GRASSO, TENERSI IN FORMAPREOCCUPAZIONE DEI DIETOLOGI

Alcuni dietologi sollevano il problema delle carenze nutrizionali dovute alla mancanza di cereali e formaggi di questa dieta.
Queste carenze sono state rilevate anche nella analoga dieta paleolitica.
Sollevano i loro dubbi circa l’indicazione del consumo di grassi saturi.
Infatti, se pur questi grassi siano ridotti in quantità e di qualità migliore, potrebbero essere ancora troppi per chi sta cercando di aumentare la salute del cuore.
Infine, anche il programma di esercizi ha sollevato preoccupazioni.
Non tutti i soggetti che seguono la dieta sono abbastanza in forma, o in salute per completare esercizi ad alta intensità.

 

DIETA SELVAGGIA E LA PERDITA DI PESO

DIETA SELVAGGIA, perdita di peso, prima, dopo

Con questo programma alimentare puoi perdere peso, in particolare nelle fasi iniziali.
Se parti da un’alimentazione con abuso di zuccheri e carboidrati, magari con poche verdure, la dieta selvaggia è una miglioria.
Poniamo che la vostra dieta attuale sia ricca di carne, cibi industriali, carboidrati e bevande dolci.
Il passaggio ad una alimentazione a basso contenuto di carboidrati, con molte verdure, può provocare una rapida perdita di peso in acqua.
A livello di immagine ci sarebbe un bel miglioramento visivo.
Ti potresti anche sentire più energico, dopo una riduzione dei carboidrati trasformati.

 

LA DIETA SELVAGGIA È ADATTA A TUTTI?

Come per tutte le dieta, anche i risultati di quella selvaggia sono soggettivi.
Infatti, non tutti avrebbero la stessa perdita di peso.
Abel James dice che puoi perdere 20 chili in 40 giorni con questa dieta.
È possibile che alcune persone raggiungano questo obiettivo e, che molte altre non riescano.
I più, le persone molto attive possono avere difficoltà a ottenere l’energia di cui hanno bisogno per le attività quotidiane.
Infine, non tutti hanno tempo e soldi per trovare e comprare selvaggina allevata, pesce catturato e verdure biologiche.

LA FAMA DELLA DIETA SELVAGGIA

abel james, inventore della dieta selvaggia, dieta paleolitica, dieta proteica, a basso consumo di carboidrati, perdita di peso veloceAbel James ha partecipato ad un reality show che mette in competizione diversi guru della dieta.
Avrebbe vinto chi avesse presentato il programma che portava alla maggior perdita di peso.
La dieta selvaggia non ha vinto il testa a testa finale.
Tuttavia, il programma di James è arrivato al secondo posto con il suo soggetto che ha perso 87 chili.
Questo show, ha portato alla crescita della fama del suo libro “LA DIETA SELVAGGIA” nonché del sito Web.

CONSIGLI DI FITNESSUP

La dieta selvaggia, come le altre diete, sono soggettive.
Hanno diversi esiti, essendo le persone diverse e con diversi problemi.
Anche se la dieta selvaggia ha funzionato per Abel James, non è detto che funzioni allo stesso modo per tutti.
Infatti, egli ha perso grasso e non l’ha recuperato.

Ma si consideri che pratica attività fisica costante per essere in forma, quando esibisce la sua dieta.
Se provi la dieta selvaggia, ma non vedi i risultati che desideri, non abbatterti.
Infatti, puoi servirti di tale dieta per avere una linea guida.
Inoltre, con l’aiuto di un medico, puoi apportarle modifiche in base al tuo stile di vita.
In questo modo, puoi soddisfare le tue esigenze di salute personale in maniera mirata ed efficace.
La consulenza di un buon medico esperto ti garantisce, maggiormente, il risultato con salute e benessere psicofisico.

CHETOSI, BRUCIA GRASSO, BRUCIARE I GRASSI, DIMAGRIRE, PERDERE PESO, AUMENTA L’ENERGIA, TRASFORMA GRASSO IN ENERGIA, ACCELERA IL METABOLISMO, MIGLIORA UMORE ED ENERGIALEGGI ANCHE:

Alimenti per una pelle sempre giovane

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa

Chiropratica – Cos’è e quando serve

Dieta Chetogenica – Come funziona?

Dieta Detox-Èvalida e sicura?

Dieta Dukan – Efficace o dannosa

Dieta Mediterranea ed i suoi benefici

Dieta Paleolitica – Una dieta del Momento

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Ipnosi – Da spettacolo a terapia

Piedi – Benessere e salute del corpo

Dieta paleolitica, dieta per dimagrire, dieta chetogenica, cibo naturale, cibo industriale, perdere peso, dieta,

DIETA PALEOLITICA – UNA DIETA DEL MOMENTO?

In cosa consiste la dieta paleolitica?
Si tratta di evitare gli alimenti che non erano disponibili ai tempi degli uomini delle caverne.

A quei tempi non c’erano alimenti trasformati, prodotti industriali, conservanti, fertilizzanti, insetticidi.
Gli alimenti base di una dieta paleolitica, ovviamente, includono soprattutto carne e pesce.
La dieta comprende anche frutta e verdura fresca, noci e semi, uova ed alcuni oli.
Nella dieta paleolitica possiamo trovare dei benefici, ma ci sono anche alcuni svantaggi.

Infatti, se non si sta attenti, la dieta paleolitica può portare ad alcune carenze nutrizionali.
Per fare un esempio, il calcio è uno degli elementi che possono scarseggiare.
Per ora, non sono provati i benefici nel lungo termine della dieta paleolitica.
Questo perché, mancano ancora prove affidabili per sostenere la sua bontà per la salute.

COS’È LA DIETA PALEOLITICA

La dieta paleolitica, è conosciuta anche come “dieta paleo” o “dieta del cavernicolo”.
La si può trovare come “dieta dell’età della pietra”, oppure “del cacciatore raccoglitore”.

Il principio, alla base della dieta paleolitica, è la convinzione di tornare ai cibi del passato.
Secondo questa idea, gli esseri umani dovrebbero mangiare cibi naturali, freschi, non trasformati.
Si vuole tornare, quindi, alla dieta degli antenati cacciatori raccoglitori vissuti durante l’era paleolitica.

Il Paleolitico iniziò 2,5 milioni di anni fa e si concluse circa 10.000 anni fa.
La dieta paleolitica comprende alimenti che devono essere cacciati o pescati.
Si ha quindi carne e pesce, oltre a quelli che si possono raccogliere, come frutta e verdura.

CARATTERISTICHE DELLA DIETA PALEOLITICA

dieta paleolitica, dieta paleo, dieta preistorica, cibo della preistoria, cibo non lavorato,La dieta paleolitica esclude gli alimenti che non erano disponibili per l’uomo a quel tempo.
Inoltre, si escludono alimenti che, pur disponibili, non soddisfano le esigenze nutrizionali della dieta.
Coloro che seguono la dieta paleolitica credono che tali alimenti siano migliori per noi.
Il motivo è che il nostro corpo è già predisposto geneticamente per poter assimilare tali cibi.

Essi sostengono che, la nostra genetica non è cambiata molto dal tempo del Paleolitico. Credono che, corpo umano e metabolismo non siano stati in grado di cambiare abbastanza.
Ovvero, che l’evoluzione del corpo non sia andata di pari passo con l’evoluzione agricola.

Perciò, il corpo non è ancora pienamente adattato per far fronte alla moderna dieta umana.
Oggi, la nostra alimentazione è ricca di prodotti lattiero-caseari, alimenti trasformati e cereali.

I seguaci della dieta paleolitica credono che, il seguirla porti benefici alla salute e al benessere.

DIETA PALEOLITICA – OSSERVAZIONI SCIENTIFICHE

Alcune ricerche hanno studiato i benefici del cibo in alcuni popoli, come gli australiani aborigeni.

Hanno scoperto la relazione cibo-malattie come l’obesità, diabete e malattie cardiache.
Esse aumentavano solo quando venivano introdotti nella dieta alimenti trasformati.
Ricerche recenti hanno osservato i fattori di rischio per diabete tipo 2 e malattie cardiovascolari.

Hanno notato che tali malattie si riducevano con una dieta paleolitica.
Tuttavia, si è ritenuto opportuno che ci fossero ulteriori conferme per sostenerlo.

DIETA PALEOLITICA – DIVERGENZE TRA ESPERTI

Ci sono varie opinioni tra studiosi ed autori sulla bontà della dieta paleolitica.
Tuttavia, essi concordano sul fatto che non c’è modo di replicare il cibo di allora.

Non si può replicare esattamente il cibo del paleolitico, essendo variati animali e vegetali di allora.
Quindi, in alcuni casi è necessario apportare delle sostituzioni.
Questo spiega molte delle diverse scelte degli autori nelle loro pubblicazioni.

DIETA PALEOLITICA E LOREN CORDAIN

Negli anni, molti autori hanno scritto articoli, libri e riviste sulla dieta paleolitica.inventore della dieta paleolitica, dieta paleo, dieta preistorica, cibo della preistoria, cibo non lavorato
Colui che l’ha creata, resa famosa e ne detiene il Copyright è il dott. Loren Cordain.
Il dott. Cordain ha pubblicato molte ricerche sui benefici della dieta paleolitica.
Ora è professore al Dipartimento di Scienze della salute presso l’Università del Colorado.

Il dott. Cordain possiede il marchio di fabbrica della Dieta Paleolitica.
Inoltre è il fondatore del Movimento Paleo, nonché suo presidente.

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALORE

LISTA DI ALIMENTI DELLA DIETA PALEOLITICA

La dieta Paleolitica ha sette caratteristiche fondamentali che la compongono :

1. Vi è un ridotto consumo di carboidrati.
Inoltre, i carboidrati mangiati sono quelli con un basso indice glicemico.
Frutta e verdure fresche non amidacee costituiscono la principale fonte di carboidrati,.
Esse forniscono tra il 35-45% dell’apporto calorico giornaliero.
Questi alimenti hanno un basso indice glicemico.
Ciò significa che, se mangiati, vengono digeriti ed assorbiti più lentamente dal corpo.

Questo causa un minore impatto sui livelli di zucchero nel sangue.
A tal proposito, le patate sono ricche di amido che è uno zucchero complesso.
Infatti, le patate hanno un alto indice glicemico, quindi, sono escluse dalla dieta.
2. La dieta paleolitica ha un alto uso di carne, pesce e legumi ad alto apporto proteico.
3. Anche l’assunzione di fibre è consistente.

ANDIAMO AVANTI…

I cibi con le quantità di fibre utili nella dieta paleolitica provengono da frutta e verdure.
Si escludono le verdure amidacee, mentre si utilizzano cereali integrali e cereali raffinati.
4. I seguaci consumano molte vitamine, minerali, fitofarmaci vegetali ed antiossidanti.
5. Nella dieta paleolitica c’è un alto contenuto di grassi.
Quelli mangiati dovrebbero essere per lo più monoinsaturi e polinsaturi anziché saturi.
6. L’assunzione di sale di potassio è alta e l’assunzione di sale di sodio (più dannoso) è bassa.
I cibi freschi non trasformati, consumati sulla dieta, contengono percentuali più elevate di sale di potassio rispetto al sale di sodio.

DIETA PALEOLITICA – ACIDO ED ALCALINO

La dieta paleolitica fornisce un equilibrio tra acido ed alcalino nell’alimentazione.
I cibi alcalini, come frutta e verdura, equilibrano i cibi acidi come carne e pesce.
Sappiamo che un corpo troppo acido è esposto a malattie, per cui dagli alcalini c’è un beneficio in salute.

ALIMENTAZIONE NELLA DIETA PALEOLITICA

Nella dieta paleolitica sono ammessi cibi come:

  • Carne da animali da pascolo o pollame
  • Frutta e verdura fresca
  • Pesce e frutti di mare
  • Uova
  • Noci, semi di lino, avocado e cocco
  • Olive ed oli di oliva
  • Bevande

CARNI E UOVA

Le carni rosse e bianche, anche i pesci e le uova, sono cibi importanti nella dieta paleolitica.

Secondo i suoi princîpi, gli animali da cui si ha carne e uova, sono nutriti con una dieta biologica.

Cioè, i polli si cibano di verdure, insetti, ecc., oltre che a cereali.
I bovini mangiano erba di pascolo, il pesce deve venire dai fiumi o dai mari.
In alternativa, il pesce deve almeno essere nutrito da ciò che mangiano i pesci in natura.
Inoltre, le impanature, certe salse o certe elaborazioni non sono ammesse per la cottura della carne.

Il fondatore della dieta paleolitica, Loren Cordain, parla delle carni a bassa percentuale di grassi.
Secondo lui le carni di oggi hanno molti più grassi saturi.
Pertanto, dovremmo unire carni magre con grassi provenienti da altre fonti.

VERDUREcibo preistorico, cibo dalla natura, dieta paleo, dieta preistorica, cibo della preistoria, cibo non lavorato

Nella dieta paleolitica le verdure vanno benissimo.
Tuttavia in certe versioni di dieta, non sono accettati legumi come fagioli verdi ed i piselli.

Addirittura, in certe interpretazioni della dieta paleolitica dicono di mangiare crudo.
O meglio, dicono di prendere verdure che si possono mangiare anche crude.
Questo però, non significa che debbano essere mangiate per forza crude.
Le patate e altri tuberi amidacei come la manioca, sono in balia di diverse opinioni.
Alcuni seguaci della dieta mangiano patate dolci ed altri tuberi, evitando le patate bianche.

SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,

FRUTTA

Coloro che devono dimagrire dovrebbero limitare il consumo di frutta troppo zuccherina.
I frutti sono generalmente ammessi, ma per questo motivo, si consiglia frutta secca e succhi.

NOCI E SEMI

In genere, le noci ed i semi sono ammessi nella dieta paleolitica.
Tuttavia, Cordain suggerisce che, chi vuole dimagrire si deve limitare a consumarne 100 gr al giorno.
Poi capita che le arachidi, che sono legumi, non siano ammesse.
Questo perché gli anacardi non possono essere mangiati crudi, ma vanno tostati.
Il latte di mandorle e di cocco, non zuccherati, sono spesso usati come sostituti del latte.

OLI

Ci sono discussioni su questo tipo di alimento, ma gli oli delle piante consentite vanno bene.

Olio di oliva ed olio di noci, compreso l’ olio di cocco, sono generalmente accettati.
Gli integratori di olio di pesce sono accettati e, addirittura, consigliati.

BEVANDE

L’acqua è la bevanda per eccellenza, ma anche il tè è consentito.
Il caffé e gli alcolici sono oggetto di interpretazioni differenti.
Le bevande dolci, addolcite da zuccheri o dolcificanti artificiali, non sono accettate.
Il prof. Cordain ritiene che si possano prendere occasionalmente le bevande dietetiche.

Questo vale praticamente per gli alimenti ammessi nella dieta paleolitica.

Assicurati, però, di controllare anche gli alimenti che sono vietati da questa dieta.

Non sono ammessi cibi come:

Cereali

Prodotti della lavorazione del latte come formaggi, yogurt ecc..
Zuccheri raffinati come il saccarosio
Legumi, compresi fagioli e arachidi
Patate
Alimenti trasformati
Sale
Oli vegetali raffinati

La dieta paleolitica ammette solo cibo che era disponibile per i cacciatori-raccoglitori antichi.
Infatti, prima della nascita dell’agricoltura, molti degli alimenti a cui siamo abituati non esistevano.

Per questo sono alimenti esclusi da questa dieta.

Vediamo qui di seguito quali cibi sono da eliminare, se si segue la dieta paleolitica.

ZUCCHERI RAFFINATI

Alcune interpretazioni della dieta ammettono, parlando di zuccheri naturali, il miele.
Gli zuccheri raffinati, essendo prodotti da lavorazioni, non sono ammessi.
Infatti, questi non erano disponibili in epoca preistorica.

GRANI

In antichi resti di incendi, sono stati rinvenuti dei chicchi tostati di grano selvatico.
Erano molto diversi, per forma e resa, dai grani moderni ed ibridati in laboratorio.
Questi chicchi moderni sono manomessi in laboratorio e, per questo, non esistevano anticamente.
Quindi, non sono ammessi nella dieta paleolitica.

KRESTINA PRO, contrasta la caduta dei capelli, cura per capelli, rinforzare, stimolare, ricrescita, trattamento professionale, trattamento d'urto, caduta capelli, capelli deboli, capelli sfibrati

TUBERI AMIDACEI

Anche i tuberi sono oggetto di diverse interpretazioni tra i seguaci della dieta paleolitica.
Alcuni dicono di non mangiarli.
Altri dicono che, le persone del Paleolitico mangiavano radici.
Ci sono diverse vedute tra chi vuole i tuberi e chi non li vuole, rifiutando le patate.
Poi ci sono fazioni che accettano anche le patate in quanto tuberi.
Si può decidere quale interpretazione seguire, anche basandosi su quello che il nostro corpo tollera bene.

In generale, è meglio evitare:

  • Patate
  • Patate dolci
  • Manioca
  • Barbabietole (secondo alcuni autori)

LEGUMI

I legumi, come i fagioli, i piselli, le arachidi di solito sono vietati dalla dieta paleolitica.
Questo perché, molti di loro non possono essere mangiati senza essere cucinati.
Quindi non dovrebbero essere stati mangiati durante l’era paleolitica.
I legumi hanno un alto contenuto di lectine ed altri anti-nutrienti.
La ricerca sulle lectine è ancora ai primordi, perciò non si sa molto su queste, con certezza.

piramide del cibo, dieta preistorica, cibo della preistoria, cibo non lavorato

LATTICINI

Anticamente, non si mangiavano latticini prima che gli animali fossero addomesticati.
Si crede che, vi sia stato un adattamento del corpo, nei millenni, a latticini e formaggi prodotti.
Molti esperti della dieta escludono il latte, burro, panna, yogurt, gelato, formaggio, ecc.
Altri dicono che, il burro e la panna, a volte, si possono accettare.
Ma tutti concordano sul fatto che, se si mangia latticini, assicuratevi che gli animali si nutrano con erba.
La maggior parte degli esperti incoraggerebbe le persone a cercare forme crude di latticini.

ALCUNE CARNI

Molte carni lavorate contengono nitriti ed additivi, pertanto non sono consentite.
Alcune di queste carni sono:

  • Gli hot dog,
  • la pancetta,
  • le salsicce,
  • la carne conservata come gli insaccati.

Altri dicono che, c’è diversità tra carni lavorate e carni semplicemente curate, tipo la pancetta.

Tutti concordano sull’importanza di sapere come è stato allevato e trattato l’animale.

OLI

Evita gli oli qui riportati:

  • Olio di mais
  • Di semi di cotone
  • Quello di di arachidi
  • Olio di soia
  • Quello di crusca di riso
  • Infine, l’olio di germe di grano
    Questo include alimenti prodotti, come la maionese, che include questi oli.

Il dott. Loren Cordain, autore di “The Paleo Diet”, ha una lunga lista di oli preferiti nel suo libro.

Egli disapprova gli oli vegetali tropicali come cocco e palma.
Essi hanno alti livelli di grassi saturi.
Altri sostenitori approvano, addirittura, incoraggiano a mangiare questi oli tropicali.

CHETOSI, BRUCIA GRASSO, BRUCIARE I GRASSI, DIMAGRIRE, PERDERE PESO, AUMENTA L’ENERGIA, TRASFORMA GRASSO IN ENERGIA, ACCELERA IL METABOLISMO, MIGLIORA UMORE ED ENERGIASALE

Seguendo questo tipo di dieta, si consiglia di usare molta moderazione con il sale.

CURIOSITÀ

Esperti di dieta paleolitica erano contrari all’aceto, mentre oggi si moderano su questo.

DIETA PALEOLITICA – EFFETTI SULLA SALUTE

ragazza perde 90 chili con, dieta paleo, dieta preistorica, cibo della preistoria, cibo non lavoratoI sostenitori della dieta paleolitica affermano che possa portare benefici alla salute.

Infatti, essa dovrebbe ridurre le probabilità di:

  • Malattie del sistema cardiocircolatorio
  • Diabete di tipo 2
  • Malattie degenerative croniche.

Altri benefici della dieta paleolitica sono:

  • Aumenta l’energia del corpo, compresa quella intima.
  • Favorisce la perdita di peso.
  • Contrasta o rallenta la progressione della malattie autoimmuni.
  • Migliora il sonno.
  • Migliora l’acne con i suoi inestetismi.
  • Aumentare le prestazioni muscolari ed atletiche.
  • Aumentare la libido
  • Migliora la chiarezza mentale, cioè la capacità di ragionamento e di concentrazione.

LA DIETA PALEOLITICA È SICURA?

C’è da dire che, gli studi e le ricerche per la dieta paleolitica condotte finora sono poche.
Inoltre, hanno esaminato solo un numero molto limitato di persone.
In più, le osservazioni non sono state eseguite nel lungo periodo, per cui non ci sono dati certi.

STUDIO SULLA BONTÀ DELLA DIETA PALEOLITICA

Nel 2014, è stato pubblicato uno studio riguardante la bontà della dieta paleolitica su donne.
Il gruppo di soggetti esaminati era più ampio e, per il clamore, l’osservazione fu più lunga.
70 donne, che avevano attraversato la menopausa, si erano sottoposte ai test.
Le donne erano divise in due gruppi:

Un gruppo seguiva una dieta nordica.

Percui, le donne assumevano un basso contenuto di grassi e, non escludevano alcun gruppo alimentare.
Un altro gruppo seguiva una dieta paleolitica.
I test, a cui sono stati sottoposti i due gruppi di donne, sono durati due anni.

Dopo sei mesi, le donne seguaci della dieta paleolitica avevano perso più peso delle altre.

ragazza dimagrisce in 9 settimane con, dieta paleo, dieta preistorica, cibo della preistoria, cibo non lavoratoTuttavia, dopo due anni il peso era uguale in entrambi i gruppi.
Dopo i due anni, si è misurata una differenza nei livelli di trigliceridi tra i due gruppi.
I trigliceridi sono i grassi coinvolti nelle malattie cardiache.
Le donne nella dieta paleolitica avevano livelli di trigliceridi migliori a due anni, che durante questo periodo.
Tuttavia, le donne nel gruppo di controllo avevano ancora livelli di trigliceridi più bassi e ritenuti sicuri.

 

 

 

ESITI DELLA RICERCA

In conclusione, è ancora difficile trarre conclusioni esatte dagli studi su una dieta paleolitica.

Servono altri esami su un campione ampio di soggetti e per altri lunghi periodi di tempo.
Per ora, non si può sostenere, con certezza, i benefici per la salute della dieta Paleolitica.

MOTIVI PER SEGUIRE LA DIETA PALEOLITICA

È positivo basare la propria dieta su alimenti freschi, presenti in natura, non trasformati.
Gli alimenti lavorati sono generalmente stati trattati o preparati con criteri industriali.
Nei processi di produzione industriale si usano conservanti, aromi artificiali, stabilizzanti ecc..
Gli alimenti prodotti tendono ad essere ad alto contenuto di calorie per aromi e zuccheri.
Lo zucchero, in particolare il destrosio, sono usati come conservanti ed antiossidanti.
Inoltre, spesso, troviamo anche un alto contenuto di sale, perché rende il cibo più appetitoso.
È risaputo però che, troppo sale nella dieta aumenta il rischio di sviluppare pressione alta.
A sua volta, la pressione alta può portare a malattie cardiache ed ictus.
Inoltre, il sale contenente sodio può portare all’indurimento delle vene ed altri rischi gravi.

DIETA, DETOX, NATURALE 100%, SCIOGLI IL GRASSO, TENERSI IN FORMADIETA PALEOLITICA È FACILE DA SEGUIRE?

La dieta paleolitica è relativamente più facile da seguire.
Infatti, non comporta gli impegni tipici delle diete come, contare calorie o pesare gli alimenti.

PUNTI NEGATIVI DELLA DIETA

Al momento, la dieta paleolitica non ha molte ricerche e prove scientifiche per sostenerla .

In alcuni Paesi, come il Regno Unito, gli enti di vigilanza sulla salute forniscono consigli utili.
Essi sostengono che non si dovrebbe mangiare oltre 70 g di carne rossa al giorno.
Lo stesso per quella lavorata, a causa di un aumento del rischio di cancro dell’intestino.
La dieta paleolitica, per l’elevato contenuto di carne, va contro questo consiglio.
Lo stesso si può dire per la Dieta Dukan e le Diete Chetogeniche in genere.

RISCHI DI CARENZE ALIMENTARI

Anche il non consentire il consumo di prodotti caseari è criticato da esperti nutrizionisti.

L’eliminazione di gruppi alimentari, come i latticini dalla dieta, aumenta le carenze nutrizionali.
Uno dei maggiori rischi di carenze della dieta paleolitica è il calcio.
Questo, proprio a causa dell’esclusione dei prodotti caseari.
Il calcio è necessario per avere denti e le ossa sani.
Inoltre, è anche coinvolto nella coagulazione del sangue e nella contrazione muscolare.

Ci sono prove che, anche i cereali integrali riducono il rischio di malattie gravi.

Fra loro ci sono: Le malattie cardiache, ictus, diabete di tipo 2 e alcuni tipi di cancro.
Le diete paleolitiche, escludendo i cereali, mettono in allarme gli esperti nutrizionisti.

Un altro aspetto negativo della dieta paleolitica è il costo.
Infatti, anche solo comportando un consumo prevalente di carne, sono costose.
Infine, proprio per l’elemento carne ,non possono essere seguite dai vegetariani o vegani.

 

LEGGI ANCHE :

Alimenti per una pelle sempre giovane

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa

Chiropratica – Cos’è e quando serve

Dieta Chetogenica – Come funziona?

Dieta Dukan – Efficace o dannosa

Dieta Mediterranea ed i suoi benefici

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Ipnosi – Da spettacolo a terapia

Piedi – Benessere e salute del corpo

alimenti, frutta, verdura,peperoni, vino, limoni, arance, pomodori, mele, zucchine, melanzane, uva

DIETA MEDITERRANEA E SUOI BENEFICI

LA DIETA MEDITERRANEA, SCOPERTA PER I SUOI BENEFICI È LA DIETA FAMOSA NEL MONDO, PER ESSERE COMPLETA E BILANCIATA, OLTRE CHE PIÙ FACILE DA SEGUIRE.

 

LA DIETA MEDITERRANEA, BENEFICI

È generalmente risaputo che gli abitanti dei paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo vivano più a lungo e si ammalino meno della maggior parte delle popolazioni del pianeta, anche degli americani.

Nell’area Mediterranea ci sono minori incidenze di cancro e malattie cardiovascolari.

Curiosamente, capita che gli Americani ci copîno la nostra dieta migliore e più sana della loro.

Noi Italiani, invece, importiamo la loro dieta meno sana, ricca di grassi animali e zuccheri raffinati, con riscontri sulla salute della popolazione, che vede aumentare malattie cardiovascolari e tumorali.

 

IL SEGRETO DELLA DIETA MEDITERRANEA

peperoni rimpieni di carne e pomodoro, parmigiano, olio di oliva, rosmarino, cotti al forno
peperoni ripieni di carne, pomodoro, rosmarino e parmigiano.

Il segreto, non così sorprendente, è uno stile di vita attivo con una certa attenzione al peso corporeo ed un’alimentazione sana.

È una dieta varia, a basso consumo di carne rossa, zuccheri semplici raffinati (saccarosio) e grassi saturi (quelli cattivi di origine animale).

 

È una dieta ricca di prodotti come frutta e verdure di stagione, come noci, legumi e altri alimenti salutari, pesce, pasta, formaggi, yogurt ecc.

La dieta mediterranea, se seguita, può offrire una serie di benefici per la salute, tra cui la perdita di peso, la salute del cuore e del cervello, la prevenzione degli infarti, del cancro e la prevenzione ed il controllo del diabete.

Con la dieta mediterranea si potrebbe anche mantenere il peso oltre certi limiti, pur tuttavia evitando le diffuse malattie croniche.

 

DIETA MEDITERRANEA E PIRAMIDE ALIMENTARE

frutta, verdura,stagione, legumi,olio di oliva, peperoni ripieni,grana padano, parmigiano reggiano
Piramide alimentare della Dieta Mediterranea

Non esiste una “Dieta Mediterranea” vera e propria.

Essa è più un principio, secondo il quale la varietà dei prodotti di cui cibarsi deve essere ampia e seguire i prodotti freschi di stagione.

I greci mangiano in modo diverso dagli italiani, che mangiano in modo diverso dai francesi e dagli spagnoli .

Tuttavia, condividono molti degli stessi princîpi.

Le abitudini alimentari delle popolazioni del Mediterraneo si possono riassumere in una piramide alimentare di facile consultazione.

Questa offre linee guida su come seguire una dieta sana, molto varia, dove si va dal consumo di olio extravergine di oliva, ai cereali, legumi, frutta secca, uova e latticini, carne e pesce, perfino dolci.

Ci sono anche bevande salubri come spremute d’arancia e succhi di frutta fresca.

SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,
SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO
PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,

IN CHE CONSISTE LA DIETA MEDITERRANEA

lasagna al salmone, panna, pepe, prezzemolo e parmigiano reggiano o grana padano
Lasagne al salmone, panna e pepe

Diciamo subito che la Dieta Mediterranea è stata riconosciuta Patrimonio culturale dell’umanità dall’UNESCO.

In sostanza è uno stile di vita e di alimentazione che, povero di carne rossa, delinea una dieta a base di frutta e verdure di stagione.

 

Ci sono anche la pasta, i cereali, pane e sfarinati, pesce, formaggi e legumi.

L’acqua è la bevanda per eccellenza nella dieta mediterranea.

Tuttavia, c’è anche posto per un buon bicchiere di vino, magari rosso che è ricco di polifenoli, potenti antiossidanti naturali che contrastano l’invecchiamento.

Un bicchiere di vino aiuta la digestione, alleviando cuore e fegato, oltre che deliziare il palato.

Per le sue indiscusse ed ormai famose proprietà salutari la Dieta Mediterranea è conosciuta in tutto il mondo.

 

IL DR. ANCEL KEYS : CHI ERA 

DR ANCEL KEYS, 1946, foto, scopritore della dieta mediterranea e dei suoi benefici
1946,  dr. Ancel Keys

Il primo che dimostrò in maniera scientifica i benefici sulla salute della dieta Mediterranea fu il biologo e nutrizionista americano Ancel Keys, nella prima metà del ‘900.

Scoprì la dieta mediterranea, anche se si parla di lui come del suo “’inventore”.

Di fatto, poté solo constatare quello che già esisteva da secoli come tipologia di dieta delle popolazioni mediterranee.

Suo fù il merito di aver elaborato la “Razione K”, un pasto nutriente e poco ingombrante che venne utilizzato durante la seconda guerra mondiale dall’esercito americano.

Ora è in dotazione anche a tutti gli eserciti occidentali.

 

LA DIETA MEDITERRANEA E IL DR. KEYS

Dopo la seconda guerra mondiale il dottor Keys, si stabilì a Pioppi in provincia di Salerno, dove visse

verdure miste, minestrone di verdure, ,dieta mediterranea, dieta per dimagrire, alimentazione varia, di stagione, olio di oliva. minestrone
verdure fresche per minestrone

fino a pochi mesi dalla morte, avvenuta nella sua Minneapolis nel 2004, alla venerabile età di quasi 101 anni.

Osservò le abitudini alimentari della gente del posto, molti erano pescatori, che avevano condizioni fisiche e di salute decisamente considerevoli.

Avevano una bassissima incidenza di malattie gravi come infarto, ictus, pressione arteriosa elevata ecc.

Incuriosito, il dr Keys continuò i suoi studi a Pioppi, portando a termine una ricerca molto importante nominata i 7 Paesi.

Per tale ricerca, analizzò la correlazione tra abitudini alimentari e malattie cardiovascolari in 7 Paesi situati sul Mare Mediterraneo e Oceani (Italia, Grecia, Jugoslavia, Olanda, Finlandia,USA e Giappone).

BENEFICI DELLA DIETA MEDITERRANEA

CONCLUSIONI DEL DR.KEYS

Confrontando le diverse abitudini alimentari, soprattutto nel diverso utilizzo di carni, in particolare rosse, stabilì una correlazione tra l’abuso di carne nella dieta e malattie come Arteriosclerosi, Infarti, Ictus, Ipertensioni, Colesterolo alto.

Concluse che i grassi animali, in particolare il loro abuso, sono molto dannosi per il corpo umano, risaltando, di conseguenza, la bontà della Dieta Mediterranea, intesa come un’abitudine alimentare sana che previene tutte queste malattie.

Certamente la Dieta Mediterranea è, se seguita nei suoi princîpi base, una dieta per dimagrire.

fianchi di donna con metro, perdita di peso, dieta per dimagrire
la Dieta Mediterranea fa dimagrire

Lo è,,ma non tanto perché si possa considerare una dieta ipocalorica.

Bensì, si deve parlare di giusto apporto di calorie, proprio perché è una dieta molto varia.

I princîpi base della Dieta Mediterranea, cioè il consumo di varie verdure e frutta di stagione oltre a formaggi, uova, legumi, pesce, carne rossa e carne bianca, la rendono una dieta molto varia.

Questo fa si che non si esageri con nessun cibo in particolare.

La sua varietà cioè, oltre ad assicurare un apporto completo di nutrienti, permette di non eccedere in nessuno di essi e, questo equilibrio non fa dimagrire velocemente, ma garantisce, nel rispetto di giuste porzioni di cibo, la perdita di peso.

Lo stile di vita della Dieta Mediterranea, inoltre, prevede una vita attiva dove lavoro e movimento all’aria aperta sono ottimi esercizi per dimagrire ed avvicinarsi al peso forma.

CONTRALIP, colesterolo, riso, riso rosso, malattie, cardiovascolari, fermentato, valori colesterolo, compresse, Ministero della salute, naturale,coloranti, oli, derivati animali, parabeni, paraffine, olio di palma, altri agenti chimici, Monacolina K, farmaci anticolesterolo, monacoline

LA DIETA MEDITERRANEA CONQUISTA IL MONDO

..e le diete meno salutari sbarcano in Europa

Keys con le sue conclusioni scientifiche, che vennero pubblicate in diversi libri, riviste mediche e non, contribuì enormemente a diffondere la “dieta Mediterranea” in tutto il mondo.

La Dieta Mediterranea, riguardava tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo occidentale.

Oggi però, lo sdoganamento di alcune multinazionali americane in Europa, unite alla nostra voglia del “qualcosa di nuovo”, ha permesso che il consumo di carne rossa sia aumentato considerevolmente anche in Italia.

Questo fatto è aggravato per la concomitanza della perdita delle buone abitudini indicate dalla Dieta Mediterranea.

frutta mista di stagione, fragola, banana, mirtilli, kiwi, pesca, melone, ananas
macedonia di frutta

Il risultato evidenzia ancora una volta la validità delle conclusioni di Keys.

È un significativo aumento, nei Paesi del Mediterraneo come l’Italia, delle patologie legate all’abuso di carne rossa in particolare.

Se a questo aggiungiamo l’incremento dello stress per i nuovi e più frenetici ritmi di vita, capiamo che ci stiamo allontanando dallo stato di salute ideale.

 

Ciò porta con sé tutte le conseguenze che si possono immaginare, come l’aumento di malattie che prima erano poco probabili.

 

 

LA DIETA MEDITERRANEA E L’AMERICA

olive verdi fresche, olio extravergine di oliva , oliera sul tavolo di legno
olio extravergine di oliva

Allo stesso tempo, in America si sta diffondendo, per mezzo di campagne educative, la conoscenza e l’educazione della Dieta Mediterranea.

Questo perché si è visto che, l’abuso di sostanze grasse animali e di zuccheri complessi sta costando caro in termini di decessi e cure ospedaliere.

Grazie al Dr. Keys l’America ha capito l’importanza fondamentale di una sana alimentazione.

 

PRINCIPI GENERALI DELLA DIETA MEDITERRANEA

In 7 punti le nozioni generali di una buona alimentazione

.. il sapere delle nostre nonne

verdure miste, minestrone di verdure, verdure fresche
verdure fresche per minestrone

1) La gamma degli alimenti deve essere ampia, per poter avere un apporto completo dei vari nutrienti di cui il corpo necessita.

In alcuni casi, per le caratteristiche del tipo di nutriente, il corpo non è in grado di accumularle (es. vitamine).

2) Tenere presente il principio che “un po’ di tutto” fa bene.

L’eccesso di qualsiasi cosa la rende dannosa anche se innocua consumata in quantità ragionevoli.

Mantenendo un’ampia gamma di alimenti è più difficile cadere in eccessi.

3) Consumare frutta e verdura di stagione che, se fresche, sono più ricche di vitamine e nutrienti che si distruggono nel tempo e nei vari sistemi di conservazione.

La natura, in tutte le stagioni, ci offre una varietà di frutta e verdure ideali per comporre una dieta completa e varia.

ANDIAMO AVANTI..

4) Ogni alimento ha una cottura ideale propria. Cucinare gli alimenti in maniera corretta, per esempio a vapore per le verdure, permette di non disperdere sostanze nutritive fondamentali per il nostro corpo.

5) Considerate che carne e legumi forniscono energia e proteine; la pasta e le patate hanno zuccheri complessi (amido) che forniscono energia e sali minerali.

Le verdure sono fibra, sali minerali, vitamine e grassi insaturi (buoni) per tener pulito l’apparato digestivo e far funzionare bene il nostro corpo.

Gli alimenti di origine animale forniscono proteine, energia e grassi saturi (cattivi).

Di proteine e di carne nell’alimentazione ne parliamo meglio dell’articolo dedicato alla Dieta Dukan.

Tenendo conto di questo, bilanciate gli alimenti in funzione della vita che conducete; sedentaria o meno, pesante o meno.

mezzo bicchiere di viro rosso rubino, ricco di polifenoli
Vino rosso ricco di polifenoli

6) Bere molta acqua, lontano dai pasti. Il berne troppa durante i pasti ostacola la digestione.

Mezzo bicchiere di vino, magari rosso, durante il pasto aiuta la digestione alleviando cuore e fegato.

7) Quando è possibile, fare più pasti in minori quantità è meglio che abbuffarci con 2 pasti al giorno.

Fate una buona colazione al mattino. Spezzate la fame tra un pasto e l’altro, magari con un frutto di stagione.

Vi renderà meno affamati e più energici durante tutta la giornata.

Inoltre, non avrete la sensazione di pesantezza dovuta all’ossigeno impegnato nella digestione, che vi rende più stanchi.

spray per smettere di fumare velocemente,no sigarette elettroniche, no fumo, vietato fumareL’OTTAVO CONSIGLIO

Inseriamo un ottavo punto che non riguarda strettamente la dieta, ma è un buon consiglio.

8) Datevi un motivo per tenere in movimento il corpo.

Donatevi una camminata veloce al giorno di qualche chilometro, esercizi vari eseguiti con consigli di esperti per non farsi male.

Anche il semplice parcheggiare lontano, mantiene attivo il corpo con enormi benefici.

 

COSE DA FARE E DA NON FARE

Cercate sempre il parere medico quando volete seguire una dieta.

Questo per non eseguire sacrifici inutili allo scopo, o non duraturi, o peggio andare incontro a carenze alimentari che possono portare problemi anziché benefici

 

LEGGI ANCHE :

 

 

Alimenti per una pelle sempre giovane

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa

Chiropratica – Cos’è e quando serve

Dieta Chetogenica – Come funziona?

Dieta Dukan – Efficace o dannosa

Dieta Paleolitica – Una dieta del Momento

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Piedi – Benessere e salute del corpo

 

 

dieta proteica, proteine, ipocalorico,

DIETA DUKAN EFFICACE O DANNOSA

LA DIETA DUKAN È DIVENUTA FAMOSA NEL MONDO PER ESSERE STATA SEGUITA DA PERSONE FAMOSE COME JENNIFER LOPEZ. MA È VERAMENTE VALIDA OPPURE DANNOSA ?

DIETA DUKAN – COS’È ?

È una dieta formulata dal medico francese Pierre Dukan, divenuta molto famosa per aver fatto dimagrire personaggi di fama mondiale.

Jennifer Lopez in abito nero scollato
Jennifer Lopez

Tra questi troviamo Carole Middleton e, attrici molto famose dopo la gravidanza come Jennifer Lopez.

Addirittura, il presidente francese Mitterrand ha usufruito della sua dieta.

Grazie agli illustri clienti la dieta Dukan è esplosa in Europa ed in America, con oltre 11 milioni di libri venduti e decine di milioni di seguaci.

È una dieta basata su una teoria che va in controcorrente rispetto le diete fino al suo esordio somministrate.

Infatti, il conteggio delle calorie non è più la chiave per perdere peso.

 

 

CRITERIO DELLA DIETA DUKAN

L’elemento fondamentale per questa dieta è la proteina.

Le proteina, la cui catena molecolare è composta da aminoacidi, è una centrale elettrica per dimagrire e raggiungere il peso forma.

Ha la caratteristica di saziare e, fa spendere tempo ed energia all’organismo per essere digerita.

Inoltre, messa a confronto con i carboidrati, fornisce pochissime calorie per ogni grammo di cibo.

Pertanto, limitare i carboidrati, la fonte di energia preferita dal corpo, lo costringe a trasformare se stesso in un combustibile alternativo.

Quando nel sangue scarseggiano gli zuccheri semplici e complessi, l’organismo comincia ad attaccare il grasso adiposo, che ha la funzione di un magazzino ambulante di energia.

 

barbeque, carne condita, carne al fuoco, salsa barbeque, carne rossa, manzo, maiale, angus, chianina, mucca
carne ai ferri

DIETA VELOCE

Si afferma che con la dieta Dukan, si possa dimagrire velocemente.

È possibile perdere fino a 10 chili entro la prima settimana e continuare a perdere da 2 a 4 chili a settimana.

La dieta Dukan prosegue fino a quando si è raggiunto il proprio obiettivo di peso.

 

Questa è già, di per se, una motivazione sufficiente per coloro che seguono strettamente una dieta.

In un secondo momento, si premiano i fedeli seguaci aggiungendo lentamente il pane, il formaggio e naturalmente la frutta.

 

CHI È IL DOTT. PIERRE DUKAN ?

Era un medico generico parigino della classe 1941, fino al 2013.

In tale anno, all’età di 72 anni è stato bandito dal praticare il lavoro di nutrizionista dietologo in Francia.

Sospeso per otto giorni, per aver infranto l’etica medica, prescrivendo una pillola dimagrante ad uno dei suoi pazienti negli anni ’70, che è stata successivamente ritirata dal mercato.

dietologo, medico, dietista, kate middleton, jennifer lopez
Dr. Pierre Dukan

Cominciò ad occuparsi di alimentazione nel 1975 e, dopo 20 anni di ricerche, divulgò la sua dieta proteica per dimagrire.

Dopo aver curato personaggi famosi e potenti, la sua popolarità è esplosa facendogli vendere oltre 11 milioni di copie del libro della sua dieta.

CURIOSITÀ

La Dieta Dukan si è classificata al 39° posto nelle 40 migliori diete al mondo.

40 tipi di dieta, tra le più diffuse al mondo, sono state valutate con il contributo di un gruppo di esperti in alimentazione americani.

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALORE

COME FUNZIONA LA DIETA DUKAN?

Le Dieta Dukan è suddivisa in 4 fasi da seguire molto attentamente:

1) Fase di “Attacco” in cui si mangiano cibi esclusivamente proteici.

Dura 5-10 giorni a seconda del peso e dell’andamento della dieta. Si mangia finché si è sazi, in stile americano “All You Can Eat”.

carne nell’affumicatore

Lo scopo principale di questa fase è quello di introdurre buone abitudini alimentari, mentre si affrontano i soliti problemi di fame compulsiva.

Per la maggior parte delle persone questa è anche la fase con la più grande perdita di peso.

Con il passare del tempo il corpo si adeguerà al nuovo regime e dimagrirà ad un ritmo più stabile.

2) Fase di “Crociera” che consente di consumare verdure selezionate in giorni selezionati, consentendo alle persone a dieta di raggiungere più gradualmente il peso a cui mirano.

Sono escluse verdure amidacee o grasse, come le patate o l’avocado.

La durata di questa fase, in cui si perde 1 kg a settimana, è puramente personale.

3) La terza fase, di “Consolidamento”, è studiata per aiutare a prevenire futuri enormi aumenti di peso; il cosidetto “Effetto yo-yo”.

Durante questa fase, la frutta, il pane, il formaggio e gli amidi vengono reintrodotti nella dieta normale.

4) Nell’ultima fase, di “Stabilizzazione permanente“, si è relativamente liberi di mangiare quello che si vuole senza ingrassare, purché si seguano alcune regole.

Il giorno delle proteine è una volta alla settimana, mangiando la crusca d’avena ogni giorno e impegnandosi a praticare quotidianamente degli esercizi per dimagrire.

pesce, carne bianca, pesce di mare, gamberetti, gamberi, polpi, seppie
Antipasto di-pesce misto

 

QUANTO COSTA LA DIETA DUKAN ?

Carne rossa o bianca, pesce, verdure e latticini sono costosi, soprattutto se ne mangi in quantità, come è previsto da questa dieta.

La dieta Dukan è una dieta proteica fondata principalmente sul consumo di carne di vario genere.

 

La Dukan è agli antipodi della Dieta Mediterrana, che è basata su un’ampia gamma di alimenti con incidenza sul portafoglio accettabile per tutti.

Questo porta la soglia di spesa ben più in alto rispetto ad una classica dieta dimagrante.

Inoltre, non è nemmeno una dieta personalizzata più di tanto, poiché è sufficiente che si mangi a volontà all’interno di una tipologia di alimenti.

LA DIETA DUKAN TI AIUTERÀ A PERDERE PESO?

ragazza si pesa su bilanciaUna dieta ipocalorica dà SEMPRE risultati soggettivi, anche perché si deve vedere da che livello di obesità si parte.

Tuttavia, dalle informazioni di chi l’ha seguita si parla, nelle prime due fasi, di mezzo chilo al giorno di media.

Quindi, parlare di dieta veloce è sempre diverso dallo specificare con esattezza il tempo necessario per raggiungere il peso ideale fissato.

 

QUANTO È FACILE SEGUIRE LA DIETA DUKAN?

La dieta Dukan è basata sulle 4 fasi sopra descritte, composte da regole molto ferree di comportamento.

Ciò richiede una buona dose di volontà, come del resto per tutte le diete, escluso la dieta Mediterranea.

Mentre le fasi restrittive sono brevi ma molto rigide, non si deve sottovalutare la forza di volontà di cui si ha bisogno.

Non è nota per la sua convenienza. Le sue ricette sono abbondanti e semplici.

cena al ristorante, tavolata, ragazzi giovani a cenaMangiare al ristorante è consentito, ma l’alcool è bandito in maniera assoluta durante le prime fasi della dieta.

Questo perché, con il suo apporto calorico, ne pregiudicherebbe il risultato.

Mangiare fuori è permesso, a patto che si ordini dal menù i cibi che sono consentiti dalla dieta.

Nella Dieta Dukan sono indicate delle ricette per poterla seguire al meglio.

Nella fase di “attacco”, un esempio di piatto proteico è la bistecca con contorno di gamberetti, perché coniuga le proteine animali con quelle del pesce.

Durante la fase di “crociera” si possono mangiare alcune verdure al vapore che però, se ci si trovasse al  ristorante, andrebbero richieste senza olio o peggio, burro.

Niente dolce

Nella dieta Dukan non sono ammessi i dolci, pertanto si suggerisce di ordinare un caffè o di consumare uno yogurt per terminare il pasto con una nota dolce.

 

CONTRALIP, colesterolo, riso, riso rosso, malattie, cardiovascolari, fermentato, valori colesterolo, compresse, Ministero della salute, naturale,coloranti, oli, derivati animali, parabeni, paraffine, olio di palma, altri agenti chimici, Monacolina K, farmaci anticolesterolo, monacoline

DIETA IMPEGNATIVA NELL’IMPIEGO DI TEMPO

Ci si deve preparare i pasti, in base al programma, per cui si impiega anche il tempo di preparazione e programmazione.

Sentirsi sazi non dovrebbe essere un problema.

Gli esperti di nutrizione sottolineano l’importanza della sazietà, la soddisfazione di averne avuto abbastanza.

Sicuramente non si soffre di fame con la Dieta Dukan. Ci si riempie di proteine e si mangia finché si è sazi.

LE SPEZIE PER MIGLIORARE IL GUSTO

In assenza di molti condimenti come burro ed alcuni tipi di oli, si possono usare erbe e spezie per insaporire i piatti.

Ci si prepara tutto da sé, quindi se qualcosa non ha un buon sapore, si sa di chi è la colpa.

In assenza di molti condimenti e oli tradizionali, si possono sfruttare pienamente la fantasia e le abilità culinarie.

 

piatto con carne, roast-beef e verdure
Dukan-carne-verdure

QUANTI ESERCIZI PER DIMAGRIRE SERVONO CON LA DIETA DUKAN?

La Dieta Dukan, sul come dimagrire velocemente con l’esercizio fisico, prevede:

  • almeno 20 minuti di camminata veloce al giorno in fase di attacco
  • da 30 a 60 minuti in crociera
  • 25 minuti in consolidamento
  • 20 minuti in stabilizzazione permanente.

Il programma di Dukan prevede anche esercizi per tonificare lo stomaco, le cosce, le braccia e il sedere.

Pertanto, l’esercizio fisico si rivela importante per seguire correttamente la dieta.

È bene sapere che, con la camminata veloce si bruciano più calorie che con la corsa, ed è più sostenibile come sforzo fisico.

LA DIETA DUKAN: DETTAGLI

ALTO CONTENUTO DI PROTEINE

Questa dieta prevede di assumere più proteine rispetto alla RDA, la quantità raccomandata giornaliera.

Questo porta una serie di vantaggi e svantaggi che andiamo qui ad elencare.

VANTAGGI

carne al fuoco su griglia
hamburger alla griglia
  1. Non si patisce la fame, anzi
  2. Mangi un’ampia scelta di cibo rispetto le altre diete
  3. Non è monotona

 

SVANTAGGI

  1. Molte regole
  2. Potrebbe avere squilibri nutrizionali
  3. Ha un costo maggiore di gestione

 

LA DIETA DUKAN PRESENTA RISCHI PER LA SALUTE?

A breve termine, una dieta ricca di proteine e basso contenuto di carboidrati può non essere dannosa, perché  è troppo presto per vederne eventuali conseguenze.

Infatti, se protratta per lungo tempo, si potrebbero riscontrare dei problemi che nel breve termine non erano ancora evidenti.

Durante la digestione della carne, la proteina crea acido urico, che deve essere eliminato.

A causa dell’elevata quantità di proteine, i reni sono particolarmente esposti ad un sovraccarico di lavoro.

Per questo, si potrebbero creare problemi renali o peggiorare quelli esistenti.

bruschette con sardine, dieta dukan, dieta mediterranea, pesce, omega3
bruschette con sardine

La Dieta Dukan prevede che, per bilanciare questo aspetto si debba bere abbastanza acqua, in modo da tenere i reni efficienti.

Questo però, non esclude l’insorgenza di rischi soprattutto per il fegato.

Con questa dieta, il fegato è comunque sottoposto ad un lavoro intenso che, alla lunga, si ripercuote anche sul cuore.

L’esclusione di interi gruppi alimentari, in particolare cereali e frutta, potrebbe anche mettere a rischio di carenze nutrizionali.

Inoltre, si possono verificare controindicazioni come letargia, alito cattivo, secchezza delle fauci e stitichezza.

 

suppoto energetico, glutine, naturali, vegani, senso di fame, chili di troppo, gonfiore, leggerezza, naturale 100%, alimentazione sana, brucia grassi

LA DIETA DUKAN È UNA DIETA SALUTARE PER IL CUORE?

Questo non è chiaro.

Alcuni pazienti, sottoposti a dieta di Dukan, hanno riportato che i loro livelli di colesterolo e trigliceridi sono rimasti uguali o migliorati.

Tuttavia, questi risultati sono tutt’altro che la prova dei benefici cardiaci della dieta.

In generale, i dietologi nutrizionisti esperti raccomandano una dieta molto ricca di frutta, verdura e cereali integrali ricchi di fibre, povera di grassi saturi e sale.

Può sembrare che la dieta vegana sia descritta nei loro consigli, ma in realtà si riferiscono di più ad un modello tipo dieta Mediterranea.

I risultati della ricerca, sulle diete altamente proteiche in generale ed il loro effetto sulla salute del cuore, rimangono confusi ed incerti.

Come già riportato, il maggiore sforzo del fegato e del cuore per la digestione fa ragionevolmente pensare che, nel lungo periodo, si possano avere delle conseguenze serie anche a livello cardiaco.

 

DIETA DUKAN E DIABETE

LA DIETA DUKAN PUÒ PREVENIRE O CONTROLLARE IL DIABETE?

prevenzione, salute, benessere, stare bene, curare, sangue
Diabete: misurazione tasso glicemico

Questo aspetto è sconosciuto, ma se si considera che il sistema Dukan vieta i dolci e zuccheri semplici, si può pensare che ragionevolmente non lo provochi.

Nella dieta Dukan si escludono soprattutto  zuccheri raffinati, pertanto di sicuro non lo aggrava.

Ciò detto è un aspetto sul quale non vi sono ancora certezze, per questo motivo è bene usare cautela.

 

PREVENZIONE AL DIABETE

Il sovrappeso è uno dei più grandi fattori di rischio per il diabete del tipo 2.

Se questa dieta permette di perdere peso tenendolo sotto controllo, quasi certamente si terranno lontani anche i rischi di insorgenza del diabete del tipo 2.

CONTROLLO 

Almeno nelle fasi iniziali, questa dieta non assomiglia alle classiche diete che enfatizzano il consumo di frutta, verdura e cereali integrali.

Le fasi successive, che sono meno rigorose, ti permetteranno di garantire che il tuo menù sia in linea con le raccomandazioni del tuo medico.

 

LA DIETA DUKAN È ADATTA A TUTTI?

Alcune persone a dieta potrebbero avere difficoltà a seguire la dieta Dukan.

Chi ha problemi ai reni, oppure ha problemi al sangue tipo la Sindrome di Hughes, o di pressione arteriosa, è consigliato di rivolgersi al suo medico per un parere.

A causa del suo alto contenuto di carne, la Dieta Dukan, nella versione originale, è inadatta ai principi dei vegani o dei vegetariani.

tofu, seitan, vegani, vegetariani
hamburger vegani-vegetariani

Per queste tipologie di alimentazioni si possono coniugare dieta dukan e  la dieta vegana o la dieta halal o altre tipologie di dieta.

I VEGANI

Per esempio, nella fase di attacco i vegani dovrebbero mangiare parecchio tofu e seitan; le uniche opzioni per ottenere il livello proteico necessario.

 

I VEGETARIANI

I vegetariani, che sono meno restrittivi dei vegani, hanno sicuramente meno problemi a seguirla adattando i piatti in chiave vegetariana.

Si possono somministrare bistecche di soia, latte, yogurt, tempeh e hamburger vegetariani.

Nota Bene: Il dr. Dukan consiglia di usare queste tipologie di proteine con una certa misura, poiché contengono più alti livelli di carboidrati e possono falsare la dieta.

I vegetariani che hanno la possibilità di mangiare uova e latticini nella fasi di attacco, per poi introdurre frutta e verdura nella fase della crociera, sono sicuramente più avvantaggiati dei vegani.

 

DIETA DUKAN PER CELIACI

Per i celiaci, la dieta deve essere variata con alimenti naturalmente privi di glutine come uova, carne e verdure.

Pertanto, basta fare attenzione a scegliere i cereali durante l’acquisto di crusca d’avena priva di glutine.

fiocchi d'avena, cereali, kellog's,, colazione
fiocchi d’avena

Chi soffre di pressione alta deve adeguare la dieta ad un basso contenuto di sale.

Infatti, chi è soggetto deve fare attenzione ad alimenti per dimagrire proteici con alto contenuto di sodio, per restare sotto la soglia consigliata.

Per fare un esempio, i gamberetti in salamoia è meglio evitarli.

 

DIETA DUKAN ED ALTRE RELIGIONI

Coloro che sono di religione Ebraica possono usare solo alimenti kosher.

Per chi è di religione Musulmana si può usare solo carne Halal.

LA DIETA DUKAN È UNA DIETA VALIDA?

CONSIDERAZIONI

L’elevata quantità di proteine potrebbe portare a problemi di salute nel lungo termine, ed il divieto a determinati gruppi alimentari può comportare un rischio di carenze nutrizionali.

Le calorie consigliate si basano su un livello di attività moderato.

Quindi , il divieto di assumere interi gruppi alimentari comporta un rischio di insorgenza di disturbi dovuti alla carenze di certi nutrimenti.

SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,
SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO
PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,

EFFETTI COLLATERALI POSSIBILI

Possibili effetti collaterali includono letargia, alitosi e costipazione.

In più, oltre gli eccessi delle prime due fasi, non è previsto alcun piano alimentare per la stabilizzazione permanente, che è l’ultima fase altamente variabile.

Infine, a causa della natura in stile “all-you-can-eat” di questa dieta, i livelli calorici qui sotto indicati sono molto variabili e soggettivi.

Quindi, non vi è un vero e proprio monitoraggio completo preliminare, se non postumo a seguito delle analisi del sangue.

Qui di seguito ci sono i dati nutrizionali calcolati per un programma di Dieta Dukan nelle prime 3 fasi, considerando adulti di 19 anni che svolgono una moderata attività fisica..

Dieta Dukan: attacco Dieta Dukan: crociera Consigliato
calorie 1.722 1.200 Donne

19-25: 2200

26-50: 2000

51+: 1800

Uomini

19-25: 2,800

26-45: 2,600

46-65: 2,400

65+: 2200

Percentuale di grasso totale

dell’assunzione calorica

23% 18% 20% -35%
% Di grasso saturo

di apporto calorico

8% 5% Meno di 10%
% Di grasso

corporeo di assunzione calorica

0% 0% N / A
Carboidrati totali

% di apporto calorico

27% 38% 45% -65%
Zuccheri

(totale eccetto come notato)

17% 25% N / A
Fibra 4 g. 11 g. Donne

19-30: 28 g.

31-50: 25 g.

51+: 22 g.

Uomini

19-30: 34 g.

31-50: 31 g.

51+: 28 g.

Proteina

% di assunzione calorica

46% 41% 10% -35%
Sodio 3.945 mg. 1.672 mg. Sotto 2.300 mg.
Potassio 3.297 mg. 2.544 mg. Almeno 4.700 mg.
Calcio 1.497 mg. 1.307 mg. Donne

19-50: 1.000 mg.

51+: 1.200 mg.

Men

1.000 mg.

Vitamina B-12 8,2 mcg. 3,4 mcg. 2,4 mcg.
Vitamina D 11,6 mcg. 8,9 mcg. 15 mcg.

Le raccomandazioni si applicano agli adulti dai 19 anni in su, eccetto per quanto indicato.

Le calorie consigliate si basano su un livello di attività moderato.

 

QUALI PASTI SONO AMMESSI CON LA DIETA DUKAN?

Questo dipende dalla fase.

Durante le prime due settimane, quindi nella “fase di attacco” si assumono a volontà i cibi ad alto contenuto proteico.

salmone affumicato, cotto,dieta dukan, mediterranea, omega 3
salmone affumicato

Quelli approvati comprendono:

  • manzo magro, vitello, maiale e selvaggina;
  • organi come cuore, fegato e lingua; pesce;
  • frutti di mare;
  • tacchino e pollo magri; uova;
  • tofu e seitan.

Si trovano anche i latticini senza grassi e crusca d’avena.

Nelle fasi di “crociera” e di “consolidamento” si aggiungono altri gruppi di alimenti:

Prima le verdure, poi le porzioni di frutta, il pane integrale, i formaggi e i cibi amidacei come la pasta o la quinoa.

Sono ammessi uno o due pasti dove si può “sgarrare”.

Alla fine, si è liberi di mangiare a piacimento, a patto di rispettare il menu delle proteine un giorno alla settimana.

 

PIANIFICAZIONE DEI PASTI NELLA DIETA DUKAN

Ecco una giornata di piatti tipici durante le prime tre fasi di Dukan.

La guida “La dieta di Dukan” fornisce piani pasto per le fasi “Attacco” e “Crociera”.

Anche se tecnicamente si può mangiare tutto, sono state applicate le porzioni per poter calcolare le analisi nutrizionali.

Tenete conto, quindi, che questi valori sono solo un riferimento.

Mentre la guida “La dieta di Dukan” non offre alcun menù per la fase di consolidamento, ne è stata illustrata una a random basata sulle sue linee guida.

KRESTINA PRO, contrasta la caduta dei capelli, cura per capelli, rinforzare, stimolare, ricrescita, trattamento professionale, trattamento d'urto, caduta capelli, capelli deboli, capelli sfibratiDI SEGUITO SI RIPORTA UN ESEMPIO DI DIETA DUKAN

FASE “ATTACCO”

Prima colazione

1 tazza di caffè con dolcificante artificiale a scelta

200 gr di yogurt senza grassi

1 Dukan gallette Dukan o pancake *

Snack (se affamato)
100 gr di ricotta senza grassi

Pranzo

Uovo sodo con maionese alle erbe *

125 gr di bistecca barbecue *

200 gr di yogurt senza grassi

Snack (se affamato)
200 gr di yogurt senza grassi

Cena

gallette di riso, di farina, di crusca
gallette dukan

1 chilo di gamberetto saltato in erbe

200 gr di cotolette di pollo

Dukan crema pasticcera *

gallette Dukan

 

FASE “CROCIERA”

Prima colazione

1 tazza di caffè con dolcificante artificiale a vostra scelta

200 gr di yogurt senza grassi

1 galette di crusca d’avena (pancake) *

Snack (se affamato)
100 gr di ricotta senza grassi

Pranzo

maiale, carne affumicata, salsa barbeque
costine di maiale affumicate

Insalata di lattuga con vinaigrette

Gratin di cavolfiore

Crema pasticcera

Snack (se affamato)

100 gr di yogurt senza grassi

Cena

Cetrioli, serviti caldi o freddi

200 gr di pollo Marengo

Crema alla vaniglia

Attività fisica, mangiare meno, proprietà benefiche, HCA, acido idrossicitrico, capsule, vegetale, curativa, vie urinarie, calcoli, colesterolo cattivo, muscoli, estratti standardizzati, nutrienti, GARCINIA, dimagrante, brucia il grasso, grasso in ecccesso, depura l'organismo, MELONE AMARO, fisiologico.FASE “CONSOLIDAMENTO”

Prima colazione

yogurt di frutta, bianco, yogurt greco, yogurt acido, panna
gallette yogurt bianco

1 tazza di caffè con dolcificante artificiale a scelta

200 gr di yogurt senza grassi

1 galette di crusca d’avena (pancake)

2 fette di pane integrale con 2 cucchiaini di burro leggero

Snack (se affamato)
100 gr di ricotta senza grassi

1 mela

Pranzo

Insalata di lattuga con vinaigrette

Gratin di cavolfiore

Crema pasticcera

Snack (se affamato)
100 gr di yogurt senza grassi

40 gr di formaggio cheddar

Cena

Cetrioli, serviti caldi o freddi

200 gr di pollo Marengo

200 gr di quinoa cotta

Crema alla vaniglia

 

COSA POSSO MANGIARE NELLA DIETA DUKAN?

ATTACCO

È una fase da sogno per un ghiotto essendo “all-you-can-eat”.

La fase dura da uno a 10 giorni, a seconda di quanto peso devi perdere.

Per la maggior parte delle persone a dieta il peso da perdere va dai 5 ai 10 chili.

L’attacco è in genere di cinque giorni e, la perdita di peso è in genere da 4 a 7 chili, secondo Dukan.

Qui di seguito si riporta un esempio di quello che si può mangiare.

CARNE

Si intende magra di manzo, vitello, maiale, pollame, tacchino, prosciutto magro e carne di organi, inclusi fegato e lingua
Pesce

PESCI E MOLLUSCHI

Proteine ​​vegetali e uova

pesce, carne bianca, pesce di mare, gamberetti, gamberi, polpi, seppie
Antipasto di-pesce misto

Le proteine vegetali vengono dai legumi come i fagioli ed i ceci, poi il tofu, il seitan e
Latte senza grassi

BEVANDE CALORICHE

Crusca d’avena: 1 cucchiaio e 1/2 cucchiai richiesti

Spezie ed erbe aromatiche

 

CROCIERA

In questa fase, aggiungerai di nuovo alcune verdure in stile “all-you-can-eat”.

Questi includono cetrioli, funghi, zucchine, peperoni e  insalate di verdure
Crusca d’avena: 2 cucchiai necessari

Nota Bene: Dukan consiglia di alternare un giorno della fase di attacco “proteine ​​pure” con un giorno di proteine ​​e verdure.

È anche un’opzione a piacere assumere proteine per cinque giorni e verdura per cinque giorni, alternando fino a raggiungere il peso prefissato.

 

CONSOLIDAMENTO

È una fase importante in cui vi è il rischio di riacquistare del peso.

Ogni giorno puoi avere:

  • Proteine: tutto ciò che puoi mangiare
  • Verdure: tutto quello che puoi mangiare
  • Una porzione di frutta
  • Due fette di pane integrale
  • Formaggio: 40 gr
  • Crusca d’avena, 2 cucchiai da tavola richiesti
girelle di tonno,girelle ripiene, pane morbido, pane bianco, tonno, sottaceti
girelle di tonno

Ogni settimana, sono anche consentite due porzioni di:

  • Cibi amidacei come la pasta, la patata o la quinoa
  • Tre pietanze proteiche specifiche (cosciotto d’agnello, maiale arrosto e prosciutto cotto)
  • Uno o due “festeggiamenti” dove puoi mangiare tutto quello che vuoi, a patto di non abbuffarti.
  • Sei obbligato a tornare alla fase di attacco “pura-proteina” una volta alla settimana.

GARCINIA COMBOGIA, GARCINIA, CALMA LA FAME, ENERGIA, CARBOIDRATI, CONCENTRAZIONE, PASTIGLIE, DIMAGRIMENTO, STITICHEZZA, PERDERE PESO, NATURALE, BLISTER, STIPSI, regolarità del transito intestinale e le funzionalità depurative., dimagrire, peRdere peso, fitness, pastiglie, compresse, capsuleSTABILIZZAZIONE PERMANENTE

In questa fase si può mangiare quello che si vuole sei giorni alla settimana, più il giorno di proteine, a patto di non abbandonare ciò che hai imparato durante il consolidamento.

I 3 cucchiai quotidiani di crusca d’avena sono ormai un’abitudine.

Il settimo giorno è una giornata puramente di proteine ​della fase di attacco.

Questa fase è destinata a durare una vita.

N.B.: Nel 2014, il nutrizionista dietologo Pierre Dukan è stato rimosso dal registro medico francese.

Da allora, egli ha potuto promuovere la sua dieta sull’esclusivo piano commerciale, come riportato dal Guardian.

 

COSA VIETA DI MANGIARE LA DIETA DUKAN ?

 

pane, faruina, panificati, sfarinati,
pane, baguette

Nella dieta Dukan non si può barare, poiché renderebbe nulla tutta la dieta stessa.

Comunque, visto tutte le fasi e le varietà di cibi consentiti, non sarebbe nemmeno opportuno.

A questo punto, meglio non seguire proprio la dieta.

 

 

 

A seconda della fase in cui ti trovi non puoi avere:

  • Tutto ciò che non è proteico durante l’attacco
  • Verdure amidacee durante la crociera
  • Alcool, fino a raggiungere la fase di consolidamento

 

QUALI ALIMENTI DOVREI LIMITARE O EVITARE SULLA DIETA DUKAN?

In ogni fase esiste quel che si può avere e quello che si deve evitare.

Ecco alcune limitazioni giornaliere:

  • Verdure: zero durante la fase di attacco ed alcune sono consentite durante la fase di crociera.
  • Una porzione di frutta
  • Due fette di pane integrale
  • Formaggio: 40 gr

 

RECENSIONI DELLA DIETA DUKAN

Le valutazioni riportate da medici specialisti indicano punteggi da 1 a 5 assegnati alla dieta Dukan.

Sette categorie consultate tra dietologi nutrizionisti, specialisti in diabete e malattie cardiache ed altri esperti di dieta, forniscono il loro giudizio su un pannello di valutazione.

L’esito per la Dieta Dukan non è stato soddisfacente in nessuno dei criteri valutati.

Gli esperti hanno riconosciuto che Dukan è abbastanza probabile che aiuti con la perdere peso, nel dimagrire velocemente, come per la maggior parte delle diete esaminate.

Tuttavia, nei giudizi sul livello nutrizionale, sono stati nettamente critici riguardo alla completezza della dieta.

Hanno criticato la facilità con cui la si può seguire, la sua capacità di prevenire o controllare il diabete e  malattie del cuore, persino la sua sicurezza.

Un medico del comitato di giudizio ha definito la dieta “sconsiderata”.

Si parla, tuttavia, di una classifica sulle 40 migliori diete.

 

 

braciola di maiale
braciola di maiale

KRESTINA PRO, contrasta la caduta dei capelli, cura per capelli, rinforzare, stimolare, ricrescita, trattamento professionale, trattamento d'urto, caduta capelli, capelli deboli, capelli sfibratiLE RECENSIONI COMPLESSIVE

1,9 stelle su 5

La dieta Dukan è troppo restrittiva e, non ci sono prove che funzioni, hanno concluso gli esperti.

Un medico del comitato l’ha descritta come una dieta “idiota”.

La dieta Dukan si è classificata al 39° posto su 40 nella categoria delle diete migliori.

 

GESTIRE O PREVENIRE IL DIABETE

2 stelle su 5

Gli esperti mettono Dukan al 37° posto nell’elenco delle diete classificate per la prevenzione del diabete..

Una mancanza di ricerca sulla sua efficacia, come regime per prevenire o controllare il diabete, ha dato al comitato poca possibilità di fornire una valutazione efficace.

 

FACILE DA SEGUIRE

1,5 stelle su 5
Gli esperti hanno classificato Dukan tra le diete più difficili da seguire.

La lunga lista di regole e le fasi severamente restrittive la rendono difficile da sostenere.

Ci sono “così tante regole che potrebbe essere meglio rinunciare a mangiare”, ha commentato un membro del comitato.

In questa categoria la dieta Dukan è classificata al 36° posto delle diete più facili da seguire.

 

SALUTE DEL CUORE

salute cardiaca, aorta, valvola, salute del cuore
salute del cuore

1,5 stelle su 5

Non c’è stata fiducia nel giudizio nella capacità della dieta Dukan di prevenire o gestire malattie cardiovascolari.

Diverso il giudizio rispetto alla capacità di prevenire o gestire il diabete.

Lo hanno posizionato per ultimi in questa categoria.

La dieta Dukan è classificata al 40 ° posto nelle migliori diete salutari per il cuore.

 

PERDITA DI PESO A LUNGO TERMINE

1,9 stelle su 5

Generalmente, “A lungo termine” nella ricerca dietetica significa almeno due anni, perciò è stato difficile dare un giudizio obbiettivo.

I relatori hanno ritenuto che la dieta Dukan fosse inefficace nel tenere lontani i chili per così tanto tempo.

Questo perché, il piano ha troppe regole ed è troppo restrittivo per essere sostenibile.

 

NUTRIZIONE

1,6 stelle su 5

Gli esperti esaminatori non hanno ritenuto favorevole che la dieta Dukan escluda cereali e frutta.

Questo perché, in tal modo, si porrebbe a rischio di carenze nutrizionali la salute di chi la segue.

“È contrario alle raccomandazioni per una dieta sana”, ha detto un membro del comitato.

Per completezza nutrizionale, gli esperti hanno valutato il piano al di sotto della media.

SICUREZZA

2,1 stelle su 5

La dieta Dukan ha segnato un punteggio ben al di sotto della media del gruppo per l’aspetto sicurezza.

È stata una delle valutazioni più scarse nella valutazione degli esperti sui possibili rischi per la salute.

Ciò a causa del suo profilo nutrizionale incompleto e della mancanza di dati nel lungo termine per esaminarne gli effetti.

ALOE FEROX, PASTIGLIE, DIMAGRIMENTO, STITICHEZZA, PERDERE PESO, NATURALE, BLISTER, STIPSI, regolarità del transito intestinale e le funzionalità depurative., dimagrire, pedere peso, fitness, pastiglie, compresse, capsulePERDITA DI PESO VELOCE

3,1 stelle su 5

La dieta Dukan è stata giudicata abbastanza efficace per la perdita di peso nel breve termine, pertanto si è classificata al 21° posto di questa categoria.

Anche se in questo aspetto non è andata male, come valutazione generale ha totalizzato un punteggio sotto la media.

Si  è mostrato scetticismo sulle affermazioni secondo le quali si possono perdere fino a 10 chili entro la prima settimana, per continuare con una tendenza da 2 a 4 chili a settimana.

 

LEGGI ANCHE :

Alimenti per una pelle sempre giovane

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa

Chiropratica – Cos’è e quando serve

Dieta Chetogenica – Come funziona?

Dieta Mediterranea ed i suoi benefici

Dieta Paleolitica – Una dieta del Momento

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Piedi – Benessere e salute del corpo

verdure miste, minestrone di verdure,alimenti naturali, alimenti vegetali,dieta mediterranea, dieta per dimagrire, alimentazione varia, di stagione, olio di oliva. minestrone

ALIMENTI PER UNA PELLE SEMPRE GIOVANE

30 ALIMENTI DALLA NATURA DAVVERO STRAORDINARI..

PER QUELLE PERSONE CHE DESIDERANO UN ASPETTO GIOVANE E CURATO, I SUOI FRUTTI NATURALI CI AIUTANO ALLA MEGLIO

 

30 ALIMENTI UTILI AL CORPO ED ALLA PELLE

 Alimenti che la terra fornisce per piatti deliziosi e salutari

Questi frutti e verdure, infatti, sono alimenti naturali che aiutano a mantenere una pelle sana e luminosa.
Quando si tratta di anti-invecchiamento, molte persone concentrano i loro sforzi su particolari creme per gli occhi, sieri antirughe e persino interventi di chirurgia plastica.

Mentre queste cose possono sicuramente aiutare, c’è un approccio più naturale che si può adottare per tornare indietro nel tempo: I giusti alimenti.

 

MANGIA LUNGO LA STRADA VERSO UNA PELLE PIÙ GIOVANE

Gli alimenti ricchi di vitamine e minerali possono aiutare ad invertire i segni dell’invecchiamento.

I migliori alimenti per la tua pelle sono quelli che contengono acido ellagico, biotina e vitamine C ed E, che sono fortemente utili per la produzione naturale di collagene .

Il collagene è la proteina più abbondante nella pelle. Costituisce il 75-80 per cento di essa.

Situato nel livello medio della pelle chiamato “derma”, il collagene è ciò che dà alla pelle la sua pienezza e la rotondità.

Con l’avanzare dell’età, i nostri depositi di collagene si esauriscono, perciò è indicato mangiare alimenti ricchi di questi nutrienti utili alla pelle, poiché favoriscono la sintesi del collagene.

Gli alimenti ricchi di vitamina C contribuiscono a ridurre i segni dell’invecchiamento cutaneo, migliorando la struttura della pelle, la compattezza e può aiutare a prevenire le linee sottili.

 

PRINCÎPI ATTIVI NATURALI ANTI INVECCHIAMENTO

Il dr. Jaliman, un importante dermatologo americano, dice che l’acido ellagico è anche un nutriente vitale anti-invecchiamento, migliorando l’elasticità della pelle.

La biotina, una vitamina del gruppo B, con l‘acido ialuronico, è un altro importante sostenitore del collagene e combattente dell’acne.

La biotina aiuta a produrre acidi grassi che nutrono la pelle per mantenere una carnagione chiara.

 

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALORE30 ALIMENTI PER UNA PELLE GIOVANE

Ecco 30 alimenti ricchi di nutrienti e antiossidanti che amano la pelle per aiutarti a tenere a bada le rughe.

 

1 di 30

Avocado

Avocado frutto della passioneNel complesso, i grassi possono aiutare a nutrire la pelle e prevenire la secchezza.

Fortunatamente, gli avocado sono ricchi di grassi monoinsaturi e di alcuni grassi polinsaturi – i ”grassi buoni “, RDN, CDN.

In effetti, gli avocado sono alimenti nutrienti sotto diversi aspetti.

Gli studi suggeriscono che esiste un’associazione benefica tra il consumo di avocado e la salute della pelle.

La ricerca rileva che la luteina e la zeaxantina presenti nel frutto possono aiutare a proteggere la pelle dai danni dei raggi UV.

Gli avocado sono anche stimolanti di nutrienti.

Significa che possono aiutare a migliorare l’assorbimento del corpo della vitamina A e di altri nutrienti liposolubili.

In definitiva, questa funzione può portare ad aumentare l’effetto protettivo che alcuni di questi nutrienti hanno sulla salute della pelle e sulla salute generale.

 

2 di 30

Uova

Le uova ci forniscono due alimenti come il tuorlo e l’albume.

uova sodo, uovo alla coque, pan carré
uovo alla coque

La proteina è il tessuto del collagene e, le uova sono una fonte di proteine di alta qualità contenute nell’albume.

I tuorli contengono altri nutrienti che stimolano la pelle, compresa la biotina.

Quest’ultima ha dimostrato di contribuire a promuovere la salute dell’epidermide, dei capelli e delle unghie.

Tra i vari nutrienti, come sali minerali c’è lo Zinco, che favorisce la ricrescita dei capelli ed aiuta il buon funzionamento del sistema immunitario.

L’uovo contiene anche Lecitine che mantengono elastiche le arterie. Al contrario di quel che si crede, l’uovo è molto digeribile.

L’ideale per consumarlo è la cottura alla coque, ossia bollito in acqua per un minuto.

3 di 30

Prugne

prugne e prugne secche
prugne e prugne secche

Le prugne sono un alimento molto utile nella nostra dieta.

Infatti, sono conosciute per favorire ossa sane e l’apparato digerente.

Forniscono anche molti altri benefici. Uno di questi benefici è la bellezza della pelle.

Le prugne offrono un modo gustoso e conveniente per aumentare l’assunzione di polifenoli, che sono potenti antiossidanti.

I polifenoli possono aiutare a proteggere la pelle dall’impatto potenzialmente negativo dei raggi UV, oltre a costituire una protezione solare.

 

4 di 30

Semi di melograno

C’è una buona ragione per cui, i melograni sono sia un ottimi alimenti che un ingrediente di tanti prodotti di bellezza.

I semi di melograno contengono i potenti antociani antiossidanti e l’acido ellagico, che aumentano la produzione di collagene.

L’acido ellagico, il principale ingrediente antiossidante, è presente solo nel succo  e nella buccia di melograno.

L’acido ellagico abbassa il colesterolo cattivo, una delle principali cause di problemi cardio-circolatori.

I potenti anti-ossidanti e l’acido ellagico contribuiscono ad evitare il cancro della pelle e gli effetti dell’invecchiamento.

Proteggono anche  il cervello contro il morbo di Alzheimer ed altre diverse malattie e, allevia i sintomi delle scottature.

 

5 di 30

Mirtilli

mirtilli
mirtilli

I mirtilli sono ottimi alimenti, fonti di potenti antiossidanti che combattono contro i radicali liberi.

Questi radicali possono danneggiare il collagene della pelle, rendendolo più incline alle rughe.

Pertanto, rallentano l’invecchiamento.

Sono Antiinfiammatori naturali che contrastano infiammazioni cutanee, urinarie, artriti.

Aiutano il cervello e la vista.

Contengono anche vitamine C ed E, che illumineranno la tua pelle e le daranno un aspetto sano.

Sono un tipo di bacca straordinario, oltre che buono.

 

6 di 30

Olio extravergine d’oliva

olive verdi fresche, olio extravergine di oliva , oliera sul tavolo di legno
olio extravergine di oliva

Molto semplicemente, l’olio extravergine d’oliva mantiene la pelle più giovane.

Tutto ha a che fare con i “buoni” (HDL) grassi monoinsaturi offerti dall’olio.

Tali grassi sono associati ad una maggiore elasticità e consistenza della pelle.

In quanto grassi, gli HDL mantengono la corretta idratazione cutanea.

La parte grassa, infatti, fa anche da “schermo protettivo” dell’epidermide verso gli agenti ambientali.

Olive e olio di oliva, in particolare extravergine (di prima spremitura a freddo) sono ottimi alimenti.

Ciò è dovuto alla capacità di regolare il colesterolo cattivo (LDL), favorendo il buon funzionamento del sistema cardiocircolatorio.

Aiutano il sistema immunitario, per cui ci si ammala di meno, grazie ai flavonoidi ed ai polifenoli che aiutano a prevenire il cancro.

KRESTINA PRO, contrasta la caduta dei capelli, cura per capelli, rinforzare, stimolare, ricrescita, trattamento professionale, trattamento d'urto, caduta capelli, capelli deboli, capelli sfibrati7 di 30

Tè verde

tazzina té verde
té verde

Se vuoi sembrare più giovane, potresti voler sostituire la tua tazza di caffè del mattino con il tè verde.

I tè verde in generale, sono alimenti particolarmente ricchi di polifenoli e flavonoidi.

In particolare, il té verde protegge il collagene e non solo.

Questi potenti antiossidanti, contrastando i radicali liberi, aiutano a prevenire l’invecchiamento.

Favoriscono il sistema immunitario allontanando raffreddori, influenze ed altre malattie anche gravi.

Il tè verde depura l’organismo da scorie e grassi con numerosi benefici, che vanno dalla perdita di peso all’aiutare il sistema cardiocircolatorio.

Regola quindi la pressione arteriosa e, mantiene una corretta pulizia delle vene oltre all’efficienza cardiaca.

 

8 di 30

Salmone

salmone affumicato, cotto, omega3
salmone affumicato

Tutte le specie ittiche, o quasi, sono ottimi alimenti per tirare indietro le lancette dell’orologio,  compreso il salmone.

Ciò è merito della loro abbondanza di omega-3 come EPA e DHA, acidi grassi fondamentali per la nostra salute.

Il popolare pesce d’acqua dolce contiene anche l’antiossidante carotenoide chiamato astaxantina, che migliora l’elasticità e l’idratazione della pelle.

Dona molti benefici al corpo, come antiossidanti che prevengono infezioni e infiammazioni come le artriti.

La Vitamina D contrasta l’osteoporosi e, come il tonno, la carne ha proteine molto assimilabili dagli atleti per favorire la massa muscolare.

Per non perdere i suoi nutrienti, è un alimento che si consiglia consumare affumicato.

 

9 di 30

Sardine

bruschette con sardine, dieta dukan, dieta mediterranea, pesce, omega3
bruschette con sardine

Le sardine potrebbero sembrare un pesce non pregiato, ma  sono alimenti molto utili a livello nutritivo.

Come il salmone, sono ricche di acidi grassi omega-3, per cui fanno bene al sistema cardiocircolatorio.

Hanno vitamine del gruppo B, che sostengono il sistema nervoso e servono per la muscolatura.

Contengono vitamine del gruppo D e Zinco che favoriscono le ossa, le unghie ed aiutano il sistema immunitario.

Sono un alimento ricco di Fosforo che aiuta la memoria e le funzioni cerebrali, oltre a favorire il buon metabolismo, facendoci sentire più carichi energeticamente.

 

10 di 30

Ostriche

ostriche al forno, al vapore, omega3
ostrica

Anche se non trovi una perla nella tua ostrica, troverai molti benefici di bellezza.

Consumate cotte o crude, le ostriche sono un ottime, come pochi alimenti ittici.

Esse, infatti, forniscono elementi nutritivi che aiutano a rinnovare e riparare le cellule.

Lo zinco favorisce il sistema immunitario e la ricrescita dei capelli.

Sono ricche di omega 3, ferro, rame, selenio ed altri minerali.

La loro carne offre vitamine A, del gruppo B, C e D, aminoacidi essenziali, sali minerali, Selenio per cui fanno molto bene alla salute.

Inoltre, aiutano a prevenire problemi di tiroide, artrosi e malattie legate all’età, problemi alla pelle aiutandola contro le infezioni.

SAZIANTE RAPIDO, INTEGRATORE ALIMENTARE, RIDUCE LA FAME, SAZIA, FA DIMAGRIRE, DIMAGRIMENTO PER DIMAGRIRE, PERDITA DI PESO, PERDERE PESO, MANGIARE MENO, IN FORMA,

11 di 30

Cioccolato fondente

cioccolato in pezzi, cioccolato fondente, 70%, cacao amaro, cacao
cioccolato

Il cacao ed il cioccolato che ne deriva sono alimenti non solo piacevoli al palato, ma anche molto utili alla pelle ed al  corpo.

Il profilo antiossidante del cioccolato fondente è ancora più potente delle bacche di acai e dei mirtilli.

Il cioccolato contiene antiossidanti chiamati flavonoidi, che proteggono la pelle dai danni del

sole.

In altri studi, sono stati confrontati il cacao alto-flavonoide con il contenuto di flavonoide presente nella pelle dei soggetti esaminati.

Le persone nei gruppi con alto flavonoide hanno sperimentato un migliore flusso sanguigno alla pelle e, miglioramenti in spessore, idratazione, levigatezza e morbidezza al tatto.

Più alto è il contenuto di cacao, maggiore è il contenuto di flavonoide.

Quindi assicurati di scegliere il cioccolato fondente con almeno il 70% di cacao.

Il cioccolato contiene anche la serotonina, che è conosciuta come l’ormone del “buon umore”.

Inoltre, la serotonina mantiene lontano lo stress favorendo il cuore e, pare, abbia un effetto afrodisiaco.

 

12 di 30

Carote

carote a cuore, lessate, vitamina A, vitamina E
carote lessate

Le carote, come le altre verdure arancio, sono alimenti ricchi di beta carotene.

Questo carotenoide offre davvero molti benefici per la salute, compresi quelli relativi alla pelle ed ai capelli.

Non solo fa brillare la pelle e la protegge dai danni del sole, ma favorisce l’abbronzatura, stimola la ricrescita dei capelli e previene la forfora.

Non c’è da meravigliarsi se, il beta carotene è un ingrediente popolare in molti prodotti per la cura della pelle e dei capelli.

Questo alimento, consumato ogni giorno, allunga la vita grazie ai suoi antiossidanti.

Grazie alla vitamina A la carota fa bene anche alla vista.

 

13 di 30

Patate dolci

patate dolci lessate su piatto bianco
patate dolci lessate

Come molte verdure arancioni, le patate dolci, sono a molto ricche di beta carotene.

Pertanto, possono essere alimenti perfetti come contorno per il vostro antipasto.

Semplicemente lessate, scolate e condite con olio extra vergine di oliva, sale e pepe, è il miglior modo di consumarle per acquisire tutti gli elementi nutritivi.

Se si vuole, arrostite in forno per circa 35 minuti, sono un ottimo pasto per il palato e per la salute del corpo e della pelle.

Contengono vitamina D, fondamentale per la salute delle ossa, dei denti, del cuore, della pelle.

Forniscono energia e favoriscono il sistema immunitario. Aiutano la tiroide ed accelerano il metabolismo.

Cucinatele al forno insieme alla buccia. per mantenere intatto il contenuto oltre 4 volte maggiore la razione giornaliera raccomandata di vitamina A.

Tale vitamina è importante per la vista, lo sviluppo delle ossa e delle difese immunitarie.

Le patate dolci sono anche una buona fonte di vitamina C, che aiuta a combattere le infezioni e ad assorbire il ferro.

Contengono betacarotene, fibre, vitamina B6,vitamina E e, Potassio fondamentale per regolare il battito cardiaco ed il sistema nervoso.

14 di 30

Zucca

insalata di zucca ,
insalata di zucca

Anche se il beta carotene non è altrettanto alto come nelle altre verdure arancioni, la zucca è pur sempre un ottimo alimento.

Infatti, anch’essa è una fonte di beta-carotene che protegge la pelle.

Contiene vitamina A, vitamina C, vitamina E, potassio, rame e manganese, vitamina B-6, folato, acido pantotenico, ferro, magnesio e fosforo.

Ciò la rende molto utile anche come nutrimento del cervello e, può ritardare l’invecchiamento e la degenerazione del corpo.

È ricca di grassi buoni Omega-3, che riducono il colesterolo.

Aiuta ad abbassare la pressione sanguigna, a prevenire le malattie cardiovascolari e cardiache.

Attività fisica, mangiare meno, proprietà benefiche, HCA, acido idrossicitrico, capsule, vegetale, curativa, vie urinarie, calcoli, colesterolo cattivo, muscoli, estratti standardizzati, nutrienti, GARCINIA, dimagrante, brucia il grasso, grasso in ecccesso, depura l'organismo, MELONE AMARO, fisiologico.15 di 30

Verdure a foglia verde

insalata, barbabietola, verdura, lattuga, gentile,
verdure a foglia verde

La vitamina C presente negli alimenti a foglia verde, per merito della clorofilla,  incoraggia la produzione di collagene.

Sempre la vitamina C aiuta anche a proteggere la pelle dai danni causati dal sole, per il suo effetto fotoprotettivo ed anti infiammatorio.

Inoltre, protegge la pelle anche dall’inquinamento ambientale e dagli agenti atmosferici.

La vitamina C, ha anche un effetto anti invecchiamento oltre che schiarente delle macchie cutanee.

Questo grazie alla sua caratteristica di inibire, ostacolare, la sintesi della tirosina.

La tirosina è una molecola che va a comporre la melanina, la quale protegge la pelle dai raggi UV e ne provoca l’abbronzatura.

La vitamina C è importante anche come fattore che concorre alla giusta densità del collagene.

Tuttavia, è ancor più fondamentale perchè è tra i costituenti del collagene.

Le verdure a foglia verde, tra cui le varietà di cavoli e spinaci, sono validi alimenti.

Essi, infatti, forniscono un importante apporto di clorofilla, ricca di vitamine A, C ed E.

 

16 di 30

Peperoni

peperoni rossi ripieni,rosmarino, forno,prezzemolo,
peperoni rossi ripieni

Un’altra grande fonte di vitamina A e vitamina C , sono i peperoni.

Sia che scegliate il giallo, il verde od il rosso, i peperoni sono tra gli alimenti che contengono più vitamina C.

Al contrario di quel che si crede, contengono molta più vitamina C di un’arancia.

Hanno un potente effetto anti-età.

Inoltre, grazie al contenuto di vitamina A e betacarotene, sono alimenti utili alla vista ed alla protezione della pelle ai raggi UVA.

Forniscono vitamine del gruppo B che servono alla muscolatura.

Sono ricchi di fibre, soprattutto cellulosa e pectina che aiutano l’intestino.

I peperoni, come tutti gli alimenti che la terra ci dona, forniscono sali minerali come ferro, magnesio, potassio e calcio.

Aiutano a sgonfiare la pancia ed a depurare il corpo.

Si consiglia di consumarli crudi per non perdere molti nutrienti.

 

17 di 30

Pomodori

pomodori attaccati alla pianta
pomodori

I pomodori, così come il succo di pomodoro, sono ottime fonti di vitamina C.

Tagliati a fette per aggiungerli all’insalata, i pomodori sono alimenti molto preziosi e molto apprezzati.

Anche la passata di pomodoro, ideale per creare numerose salse, è un ottimo modo per consumarli.

In Italia sono il condimento per eccellenza della pasta.

Forniscono vitamina K, folati, vitamina E, vitamina A, pertanto fanno bene alla vista ed alla pelle.

I pomodori aiutano la prevenzione di alcune forme tumorali e, fanno bene alle ossa ed al sistema circolatorio.

Meglio consumati crudi per non perdere tanti nutrienti, come per tutta la frutta e la verdura.

Tuttavia, le salse di pomodoro, prodotti cotti, sono alimenti conosciuti in tutto il mondo.

18 di 30

Broccoli

broccoli

I broccoli sono alimenti ricchi di vitamine, come la vitamina A, K, C, B6 ed E.

Forniscono anche fibre, potassio, selenio, acido folico, manganese, triptofano, e fosforo.

Insomma, che i broccoli facciano bene alle ossa, al cuore, e in generale, alla salute è un dato di fatto.

Tale caratteristica benefica è dimostrata da moltissime ricerche scientifiche.

 

I broccoli donano molti benefici anche ai capelli, e alla pelle, grazie al selenio.

I benefici dei broccoli per la nostra bellezza sono davvero moltissimi.

CONTRALIP, colesterolo, riso, riso rosso, malattie, cardiovascolari, fermentato, valori colesterolo, compresse, Ministero della salute, naturale,coloranti, oli, derivati animali, parabeni, paraffine, olio di palma, altri agenti chimici, Monacolina K, farmaci anticolesterolo, monacoline19 di 30

Semi di lino

semi di lino tostati, cucchiaio di legno
semi di lino tostati

Alimenti  che hanno numerose proprietà benefiche per il corpo sono i semi di lino.

Sono molto ricchi di lignani, potenti antiossidanti che contrastano l’invecchiamento ed aiutano il sistema immunitario.

I semi di lino favoriscono la perdita di peso, poiché sono alimenti ricchi di fibre.

Abbassano il colesterolo, hanno un effetto anti infiammatorio e, proteggono le vie urinarie da infezioni come la cistite.

Usati esternamente, sotto forma di gel si usano per dare lucentezza ai capelli ed alla pelle.

Questi semi aiutano a combattere la forfora regolando la produzione sebacea, togliendo le irritazioni del cuoio capelluto.

Per consumarli, potete cospargere i semi di lino sulla vostra farina d’avena, frullati ed insalate.

Sono una grande fonte di un acido grasso omega-3 chiamato ALA.

Tale ALA protegge la pelle dai raggi solari e, aiuta a ridurre le infiammazioni cutanee dovute alla esposizione al sole.

 

20 di 30

Noci

noci salmone avocado, olio extravergine di oliva
noci salmone avocado

Per contrastare gli effetti dell’invecchiamento cutaneo ed avere una bella pelle, le noci sono un alimento da includere nella dieta.

Offrono antiossidanti come gli omega 3, per contrastare i radicali liberi che causano l’invecchiamento.

Aiutano a prevenire, se consumate regolarmente, il tumore al seno ed alla prostata.

 

Concorrono a proteggere il sistema cardiocircolatorio e immunitario.

Grazie alla presenza del Triptofano, il consumo regolare favorisce il buon umore e, quindi, allontana lo stress.

Sono un ottimo alimento anche per la buona funzionalità celebrale.

Mangiando noci, tra i molti elementi benefici per la salute, si assumono anche la vitamina E, melatonina e polifenoli non flavonoidi.

 

21 di 30

Brodo d’osso

brodo di carne, zuppa,brodo vegetale, brodo di dado, glutammato di sodio
brodo di carne

Cosa ottieni quando unisci le ossa di pollo con gli avanzi di acqua e verdura? Il brodo d’osso.

Più a lungo fai bollire il brodo, più il collagene e la gelatina vengono rilasciati dalle ossa.

Ciò conferisce al brodo una consistenza più densa.

Il brodo di ossa è un alimento ricco di collagene, aminoacidi e minerali, che promuovono una pelle sana dall’aspetto più giovane.

 

22 di 30

Cannella

cannella da macinare
cannella da macinare

La cannella è stata apprezzata per avere grandi quantità di proantocianidine.

Queste sono una classe di polifenoli con potenti proprietà anti-infiammatorie.

Una spolverata di cannella nel tuo latte mattutino è l’ideale per promuovere una sana produzione cellulare.

È uno degli alimenti che fanno bene alla salute ed alla bellezza della pelle, grazie all’importante quantità di antiossidanti.

Accelera il metabolismo del corpo, bruciando gli zuccheri ed il grasso che, come si sa, è una riserva di energia.

Gli antiossidanti, contenuti nella cannella in quantità elevate, hanno la capacità di frenare l’invecchiamento precoce.

Inoltre, aiutano a mantenere un viso più giovane, tonico ed elastico.

sigarette, fumo, fumare, smettere di fumare, sigarette elettroniche, vietato fumare, rimedio, cura, cerotto23 di 30

Peperoncini

lunghi
peperoncini rossi piccanti

I peperoncini sono alimenti particolarmente ricchi di vitamina C, che, come sappiamo, aiuta nella produzione di collagene.

Sono anche un toccasana contro influenze e malanni tipici dei cambi di stagione.

Sono ricchi di vitamina A, D, K1 e K2.

La piccantezza è data dalla capsaicina, che da anche l’effetto ai peperoncini di vasodilatatori.

Per questo motivo, i peperoncini (ne esistono vari tipi) sono alimenti che migliorano la circolazione del sangue.

Aiutano anche a bruciare i grassi, favoriscono l’apporto di ossigeno e, contrastano la caduta dei capelli.

Contrastano l’invecchiamento, prevengono arteriosclerosi e trombosi.

Per godere di tutti i loro benefici è consigliato consumarli crudi.

 

24 di 30

Zenzero

zenzero cotto, cucchiaio con sugo di zenzero
zenzero

Lo zenzero fresco è un alimento che contiene un composto chiamato gingerolo.

Il glicerolo ha dimostrato di avere proprietà anti-infiammatorie, per aiutare a controllare il processo di invecchiamento e, antibatteriche per prevenire le infezioni.

Lo zenzero è anche raccomandato per migliorare la circolazione del sangue, per aiutare l’organismo a prevenire o curare vari tipi di infiammazioni  come l’artrosi.

Inoltre, per le sue proprietà benefiche è usato per smettere di fumare.

Tra le infiammazioni che lo zenzero può curare, ve ne è una che è particolarmente imbarazzante : La Psoriasi.

Questa malattia, molto fastidiosa ed imbarazzante si può anche curare con gli Alchilgliceroli.

Sono grassi buoni, che possono contrastare infezioni anche gravi, addirittura che  possono sfociare in tumorali.

 

Lo zenzero aiuta a prevenire il cancro, allevia i disturbi mestruali, le malattie cardiache per effetto dell’abbassamento del colesterolo.

Oltre ad aiutare a prevenire l’Alzheimer, pare sia anche arfodisiaco.

È un elemento da mangiare preferibilmente crudo, per poter godere di tutti i suoi benefici.

 

25 di 30

Funghi Shiitake

scodella bianca con spaghetti giapponesi e funghi shiitake e peperoni gialli e verdi
speghetti giapponesi con funghi shiitake

Si sostiene che i funghi shiitake siano alimenti fonte meravigliosa di rame minerale essenziale.

Il rame favorisce la sintesi e la stabilizzazione delle proteine presenti nella pelle, tra cui il collagene e l’elastina.

Il rame aiuta anche nella produzione di un enzima antiossidante presente nella pelle, contro i radicali liberi.

Grazie alla Vitamina A, i funghi Shiitake proteggono la pelle da infezioni e cicatrici.

Con la vitamina D, prevengono malattie legate alle ossa come osteoporosi ed artrite reumatoide.

Questi funghi tengono basso il colesterolo DHT contrastando la caduta dei capelli, ed aiutano a dimagrire fornendo un senso di sazietà.

I funghi shiitake sono anche alimenti che, forniscono un’azione di stimolo del sistema immunitario ed antitumorale.

Si dice che siano anche questi afrodisiaci.

 

26 di 30

Fagioli di soia

pasta fresca e fagioli di soia, trofie
fagioli di soia e pasta fatta in  casa

I giovani semi di soia, noti anche come edamame, sono alimenti ricchi di proteine.

Questo li rende uno snack gustoso, oppure una grande aggiunta a qualsiasi insalata.

Inoltre, contengono una varietà di vitamine e minerali, tra cui calcio, acido folico utile alle donne in gravidanza e, vitamina A.

Tengono sotto controllo il colesterolo, proteggendo il sistema circolatorio ed allontanando il pericolo di ictus.

Sono ricchi di proteine e si prestano come una buona fonte energetica.

Contengono anche un gruppo di polifenoli chiamati isoflavoni, che rafforzano la difesa della pelle contro le radiazioni UV e l’infiammazione cutanee.

 

ALOE FEROX, PASTIGLIE, DIMAGRIMENTO, STITICHEZZA, PERDERE PESO, NATURALE, BLISTER, STIPSI, regolarità del transito intestinale e le funzionalità depurative.27 di 30

Pompelmo

pompelmo

Si sa che la vitamina C presente nei pompelmi è un potente antiossidante.

Come notato in precedenza, la vitamina C aiuta a prevenire il danno cellulare ed aiuta nella produzione di collagene.

Ciò riduce gli effetti dell’invecchiamento, mantenendo la pelle più piena ed elastica.

ll pompelmo come alimento vanta anche altre proprietà benefiche ed, un contenuto calorico molto basso.

Questo aspetto lo rende un frutto perfetto per i nostri spuntini, sopratutto durante l’estate per la sua caratteristica dissetante.

Il pompelmo rosa ha un sapore più gradevole, dolce e meno aspro rispetto al pompelmo giallo.

Il pompelmo apporta enormi benefici al nostro organismo, soprattutto alla pelle.

Questo grazie al suo contenuto di Vitamina A, con la quale favorisce la produzione di melanina e la differenziazione cellulare a livello dei tessuti.

La vitamina A è utile anche per la cura dell’acne, dei foruncoli e delle ulcere cutanee.

La frutta molto ricca di antiossidanti, come pompelmo, limoni, arance, sono alimenti molto preziosi.

Infatti, quando previsti in una dieta costante, aiutano a prevenire non solo l’invecchiamento cutaneo, ma anche quello da stress ed inquinamento ambientale.

 

28 di 30

Il mango

 

frutto mango intero e sbucciato tagliato
mango

Il mango è un alimento, fonte abbondante di vitamina A che fa bene alla vista.

Tale vitamina è fondamentale nel trattamento dell’acne e dei suoi fastidiosi inestetismi.

Come tutti gli alimenti che contengono carotenoidi sono efficaci antiossidanti, proteggono la pelle dai raggi UVA favorendone l’abbronzatura.

Sono coinvolti nella crescita cellulare e, nella difesa immunitaria aiutando a prevenire le infezioni cutanee.

lnoltre, il burro di mango, che si estrae dalla spremitura a freddo dei semi del frutto dell’albero, penetra velocemente nella pelle.

Il mango contiene vitamine B e C.

La vitamina C, protegge dai danni dei radicali liberi prevenendo l’invecchiamento, facilita l’assorbimento del ferro ed è necessaria per la sintesi di collagene.

 

29 di 30

Lenticchie

piatto di lenticchie con forchetta
lenticchie cotte

Le lenticchie sono alimenti ricchi di polifenoli come procianidina e prodelfinidina.

Questi polifenoli hanno dimostrato di aiutare a prevenire lo stress ossidativo, che è un fattore di invecchiamento della pelle.

Inoltre, le lenticchie sono anche una ricca fonte di proteine, fibre e minerali come il rame e il ferro e le vitamine del gruppo B.

Sono un alimento importante nella dieta dei celiaci per l’alto contenuto proteico.

Abbassano il colesterolo, favorendo il sistema cardio-circolatorio.

Essendo ricche di ferro, aiutano la formazione di globuli rossi che portano ossigeno al sangue.

Inoltre, migliorano l’ossidazione degli zuccheri e dei grassi.

Le fibre in esse contenute depurano l’organismo e contrastano la stipsi o stitichezza.

tutore per schiena per correggere la postura sbagliata. contro mal di schiena, cervicale, dolori muscolo scheletrici, tendiniti, sciatica30 di 30

Bacche di Acai

tortini con bacche di acai
bacche di acai e tortino

Le bacche di Acai non sono solo frutti deliziosi, ma alimenti davvero unici.

In una ricerca recente, emerge che le bacche di acai possono contribuire a ridurre il rischio di cancro della pelle.

Uno studio ha rilevato che, con l’olio di acai sul melanoma (cancro della pelle) in soggetti animali, vi era una diminuzione dell’incidenza del cancro e della crescita del tumore.

Fare colazione con le bacche di acai in un frullato o nel latte, non è solo un modo di trattarsi bene e con gusto.

Infatti, è un regalarsi un alimento salutare molto valido, purché ci si ricordi di ridurre lo zucchero.

 

LEGGI ANCHE :

 

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa

Chiropratica – Cos’è e quando serve

Dieta Chetogenica – Come funziona?

Dieta Dukan – Efficace o dannosa

Dieta Mediterranea ed i suoi benefici

Dieta Paleolitica – Una dieta del Momento

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Piedi – Benessere e salute del corpo