La dieta chetogenica è un tipo di dieta a basso contenuto di carboidrati.

Costringe l’organismo a bruciare grassi, invece di glucosio, per produrre energia.

Questo processo produce chetoni, che dà a questa dieta il nome “chetogenica”.

Scopriamo, leggendo di seguito, di più su vantaggi e svantaggi di queste diete, se e come iniziare.

ZUCCHERI- SEMPLICI E COMPLESSI

Quando si parla di zuccheri semplici, si intendono gli zuccheri a ridotta catena molecolare.

Essi sono solubili in acqua (idrosolubili) e facilmente assimilabili dal nostro corpo.

Alcuni di questi sono:

Il glucosio

Il fruttosio (dalla frutta)

Il saccarosio (lo zucchero che usiamo in cucina e nelle nostre bevande)

Il destrosio, ricavato dal mais, molto usato nell’industria alimentare per le sue caratteristiche fisico-chimiche.

COME FUNZIONA LA DIETA CHETOGENICA

I carboidrati sono la fonte di carburante preferita dal nostro corpo.

Essi vengono scomposti in zucchero semplice, che è il glucosio.

Senza un apporto sufficiente di carboidrati, il corpo passa all’utilizzo di proteine ​​come fonte energetica.

Se però, con la dieta si integrano poche proteine, l’organismo attacca e brucia il grasso immagazzinato.

Il corpo si trova costretto ad attaccare il grasso per trovare il carburante necessario.

Ciò porta alla perdita di peso, ed i chetoni sono un sottoprodotto del bruciare i grassi.

Il più grande fattore, che determina una dieta più o meno chetogenica, è il quanto è bassa in carboidrati.

Però, un ridotto consumo dei questi non necessariamente significa dieta chetogenica.

STORIA DELLA DIETA CHETOGENICA

dieta chetogenica, ciclo di krebs, ldieta per dimagrire,fette di avocado, salmome, broccoli, carne bianca, polloLa dieta chetogenica nasce circa un secolo fa ed, ha le sue radici nel mondo della medicina.

Negli anni ’20, i ricercatori, cercando una cura per l’epilesssia, scoprirono i benefici di questa dieta.

Videro che, l’aumento dei livelli di chetoni nei loro pazienti portava ad un minor numero di convulsioni.

Infatti, ancora oggi, la dieta chetogenica è un trattamento ampiamente accettato per l’epilessia.

FEBBRE, RILEVATORE DI TEMPERATURA, CORONA VIRUS, PANDEMIA, EPIDEMIA, VIRUS, TERMOMETRO, SENSORE DI CALORELA DIETA CHETOGENICA DIVIENE FAMOSA

Celebrità come Kourtney Kardashian, personaggi dello sport e dello spettacolo, hanno reso famosa

questa dieta.

L’hanno presentata come una dieta molto valida per riprogrammare il corpo, oltre che renderlo più

sano.

Inoltre, è piaciuta l’idea che puoi perdere peso sostituendo i carboidrati con i grassi.

Ciò significa che, i suoi seguaci possono godersi cibi come panna montata, maionese, burro e formaggio.

Ma è veramente così?

DIETA CHETOGENICA – ESSERE O NON ESSERE

Tra le modalità per assumere un basso contenuto di carboidrati, solo uno si concentra sulla chetosi.dieta chetogenica, ciclo di krebs, ldieta per dimagrire,fette di avocado avvolte nella pancetta e cotti

E questo è il principale obiettivo della dieta chetogenica.

Pertanto, diete come la Atkins, all’inizio, assomigliano ad una dieta chetogenica.

Infatti, possono anche essere diete povere di carboidrati, ma vengono poi falsate da chi le segue.

Durante la dieta, molte persone aggiungono troppi carboidrati, non riuscendo ad essere in chetosi.

Per questo motivo, è meglio considerare il grado chetogenico di una dieta, anziché se è o no chetogenica.

Ciò non toglie che, altri tipi di diete divenute famose si siano ispirate al principio dei chetoni dai grassi.

Per fare un esempio, sia la dieta Atkins che la dieta Dukan sono due varianti di una dieta chetogenica.

CICLO DI KREBS

Il ciclo metabolico che dallo zucchero semplice produce energia, si chiama Ciclo di Krebs.

La respirazione ci da l’ossigeno che funge da comburente per “bruciare” gli zuccheri.

In questo ciclo avviene l’ossidazione degli zuccheri con produzione di calore, anidride carbonica e acqua.

È esattamente il Ciclo di Krebs che ci rende creature a sangue caldo.

Esso avviene nei mitocondri delle cellule nel fegato e, sono le centrali elettriche della cellula e del corpo.

Quando il sangue si impoverisce di carboidrati, alla cellula manca materia prima per produrre energia.

I chetoni sono prodotti intermedi nella produzione energetica.

In una dieta normale essi vengono prodotti dagli zuccheri dei carboidrati.

Però, in mancanza di questi, il corpo li produce dalle molecole di grasso che da adiposo ritorna liquido

nel sangue.

Anche quando manca insulina per la glicolisi degli zuccheri, o mancano i carboidrati, la cellula usa i grassi.

CONTRALIP, colesterolo, riso, riso rosso, malattie, cardiovascolari, fermentato, valori colesterolo, compresse, Ministero della salute, naturale,coloranti, oli, derivati animali, parabeni, paraffine, olio di palma, altri agenti chimici, Monacolina K, farmaci anticolesterolo, monacolineCHETOSI DAI GRASSI

Le molecole grasse subiscono una rottura (lipolisi) e sono metabolizzate per produrre energia.

A questo punto la Chetosi, cioè la produzione di chetoni per la produzione energetica, avviene dai grassi.

Una proprietà speciale dei chetoni è che, possono essere utilizzati al posto del glucosio per l’energia necessaria al cervello.

Ciò è positivo se si pensa che, in esso non tutti gli acidi grassi possono essere utilizzati.

 DIETA CHETOGENICA – BENEFICI

Il metabolizzare i grassi per produrre chetoni quindi energia, con perdita di peso, è il principio su cui si basa la dieta chetogenica.

Oltre alla perdita di peso, la dieta chetogenica attira l’interesse degli studiosi per una serie di benefici.

dieta chetogenica, successo, poche settimane, perdere peso, ragazza dimagrisceInfatti, si è visto che le condizioni della dieta chetogenica rallentano l’epilessia.

Inoltre, i ricercatori sono interessati al suo uso per altre condizioni neurologiche.

Infatti, l’aumento di chetoni  nel cervello aumenta il focus della mente e diminuisce lo stress.

Inoltre, la dieta chetogenica riduce gli antiossidanti che hanno proprietà degenerative per il cervello.

Si riducono le infiammazioni nel corpo e, la composizione dello stesso migliora.

Diminuendo l’utilizzo di zuccheri ed eliminando i grassi del colesterolo, è una dieta che aiuta i diabetici.

Alcuni atleti stanno sperimentando l’uso di una dieta chetogenica per migliorare la resistenza.

Come detto, un forte beneficio è stato trovato per l’epilessia, la perdita di peso ed il diabete di tipo 2.

Infine, sembra sia la dieta migliore per perdere peso, curando la massa muscolare.

DIETA CHETOGENICA – ULTERIORI BENEFICI

Altri benefici riguardano fattori di rischio cardiovascolare.

In particolare, il miglioramento si ha con trigliceridi, colesterolo HDL e LDL, più associati alla placca

arteriosa.

Altri benefici evidenti sono stati osservati con malattie di tipo neurologico.

Tra queste, si sono visti benefici contro il morbo di Parkinson, il morbo di Alzheimer e narcolessia.

Ulteriori benefici riguardano traumi cerebrali e sclerosi laterale amiotrofica, detta anche SLA.

Inoltre, benefici in fase di studio sono la sindrome dell’ovaio policistico, acne ed alcuni tipi di cancro.

formicolii ai piedi, senso di ffaticamento, vita frenetica, vita disordinata, trattamento, rcolazione, riflusso sangue, cuore, tensioni gambe, stress lavoro.DIETA CHETOGENICA – COME FUNZIONA

Nella maggior parte delle diete chetogeniche, consumi il 70-75% delle tue calorie dai grassi.

Per il resto, consumi circa il 5-10% delle tue calorie dai carboidrati ed il resto dalle proteine.

I pasti sono più spesso costruiti intorno a fonti di grassi come pesce grasso, carne, noci, formaggio e oli.

piramide cibi per dieta chetogenica, carboidrati, proteine, grassi, dieta per dimagrireFONTI ENERGETICHE

La produzione di energia arriva da 3 fonti energetiche:

Carboidrati

Il successo di una dieta chetogenica dipende, soprattutto, dalla quantità di carboidrati consumata.

Inoltre, dipende dal metabolismo e dal livello di attività dell’individuo.

Una dieta con meno di 50 o 60 grammi di carboidrati netti effettivi al giorno è, generalmente,

chetogenica.

Alcune fonti dicono di consumare non più di 20 grammi di carboidrati al giorno.

Invece altri citano fino a 50 grammi e, molti raccomandano non più del 5% di calorie dai carboidrati.

Tuttavia, gli atleti e le persone con metabolismo sano possono mangiare 100 grammi di carboidrati al

giorno.

Ciò nonostante, sono in grado di mantenere un livello desiderato di chetosi.

Nel mentre, una persona anziana con diabete tipo 2, dovrebbe mangiarne meno di 30 grammi/giorno,

per lo stesso livello di chetosi.

Proteine

Quando le persone evitano i carboidrati e vanno in chetosi, non si curano di quante proteine mangiare.

Però, coloro che seguono la dieta Dukan o la Atkins ne mangiano in quantità elevate.

Nelle fasi iniziali, rimangono in chetosi per l’ìutilizzo dei grassi, ma poi le proteine diventano necessarie.

Pertanto, molte persone in dieta chetogenica devono stare attente alla quantità di proteine ​​che

assumono.

Il consumo di proteine indicato va da un 10% ad un massimo del 35%, per non uscire dalla chetosi.

I corpi di molte persone sembrano “migliorare” nel convertire le proteine ​​in glucosio (gluconeogenesi).

Infine, ogni individuo deve trovare la giusta quantità di proteine da assumere per restare in chetosi.

frittata con olive, funghi, pomodoro, olio di oliva extravergine, peperoni, zingara

Grassi

Il grasso utilizzato per l’energia fornisce la maggior parte delle calorie in una dieta chetogenica.

La giusta quantità di grasso, che una persona deve mangiare, dipende dal suo consumo di carboidrati e proteine.

Inoltre, dipende dal numero di calorie che si usano durante il giorno e, dal peso che si sta perdendo.

A seconda di questi fattori, tra il 60 e l’80 per cento delle calorie, su una dieta chetogenica, arriverà da

grassi.

La percentuale sale al 90 per cento nella dieta chetogenica per l’epilessia.

Le persone a dieta tendono a non mangiare troppi grassi, quindi il conteggio delle calorie è raramente

necessario.

Attività fisica, mangiare meno, proprietà benefiche, HCA, acido idrossicitrico, capsule, vegetale, curativa, vie urinarie, calcoli, colesterolo cattivo, muscoli, estratti standardizzati, nutrienti, GARCINIA, dimagrante, brucia il grasso, grasso in ecccesso, depura l'organismo, MELONE AMARO, fisiologico.TIPOLOGIE DI GRASSI

Dovendo mangiare una certa quantità di grasso, è evidente che siano importanti i tipi di grasso

mangiato.

Autori di diete chetogeniche consigliano di evitare i grassi polinsaturi OMEGA6.

GRASSI OMEGA-6

Oli ricchi di grassi omega-6 polinsaturi.

Questi sono gli oli di soia, mais, semi di cotone, cartamo.

Il motivo è che, alle persone non fa molto bene consumare molti di questi oli.

Li troviamo nella maionese e condimenti per insalata, solo per fare un esempio.

Il motivo potrebbe essere che, i grassi omega-6 possono essere infiammatori se assunti in grandi

quantità.

GRASSI MTC

D’altra parte, i grassi ricchi di trigliceridi a catena media (MCT), come l’olio di cocco sono consigliati.

Questo poiché, questi grassi sono facilmente trasformati in chetoni dal corpo.

In genere, le persone che seguono una dieta chetogenica tendono a consumare cibi come l’olio d’oliva.

Altri tipi sono i grassi monoinsaturi e saturi come il burro, l’avocado ed i formaggi.

Anche l’olio di cartamo e di girasole, alti oleici, cioè ricchi di acido oleico, sono buone scelte di oli.

Questo perché sono ricchi di grassi monoinsaturi e di grassi polinsaturi.

QUANDO SI INIZIA LA DIETA CHETOGENICA

Controllate i menù dietetici a basso contenuto di carboidrati (meno di 50 grammi di carboidrati netti al

giorno).

In tal modo si può vedere come potrebbe essere una dieta chetogenica.

Questi menù, tuttavia, saranno troppo ricchi di proteine ​​perché alcune persone rimangano in chetosi.

Inoltre, alcuni di loro potrebbero essere un po’ alti di carboidrati, se scarsamente tolleranti al

carboidrato.

Si deve considerare che ogni individuo deve seguire la dieta adatta a lui.

ESEMPIO DI MENÙ PER 7 GIORNI DI DIETA CHETOGENICA

Note di Responsabilità

L’esempio seguente è a solo scopo indicativo.

Serve per dare uno spunto di quel che si può mangiare per una dieta chetogenica.

Per una dieta precisa, ci si deve necessariamente rivolgere ad un medico esperto in nutrizione.

Ognuno ha una situazione clinica personale diversa dagli altri.

Pertanto, le diete che vanno bene per tutti, come gli oroscopi del mattino, non esistono.

Esistono però dei princîpi sani che è sempre opportuno seguire.

Il più importante è, appunto, farsi seguire da un professionista esperto di alimentazione.

Per questo esempio, di 7 giorni di dieta, si considerano un apporto calorico medio di 1500 cal.

La media in peso è:

circa 120 gr.di grassi

80 gr ca. di proteine

20 gr di carboidrati al giorno

Si ribadisce che è solo a scopo indicativo

suppoto energetico, glutine, naturali, vegani, senso di fame, chili di troppo, gonfiore, leggerezza, naturale 100%, alimentazione sana, brucia grassi1 GIORNO

prima colazione:dieta chetogenica, frittata su fette di avocado, rucola, mandorle crude, semi di zucca, dieta per dimagrire

Frittata 1 porzione con 1 sottiletta e spinaci

Caffè con 2 cucchiai di panna

pranzo:

½ porzione di insalata con uova e 4 foglie di lattuga romana

2 fette di pancetta ai ferri

½ avocado

merenda:

24 mandorle (2 manciate)

cena:

160-170 gr di pollo arrosto

120 gr di cavolfiore al forno

2 porzioni di lattuga romana tritata con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva o di salsa Worcestershire

dessert:

2 pezzi di cioccolato ad alta percentuale di cacao

2 GIORNO

prima colazione:

Frittata 1 porzione con 1 sottiletta e spinaci

Caffè con 2 cucchiai di panna

pranzo:

160-170 gr di pollo arrosto

5 gambi di sedano con due cucchiai di pinzimonio

2 porzioni di insalata romana tritata, con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva o salsa Worcestershire

merenda:

½ avocado

cena:

1 salsiccia di maiale, cotta e affettata

150 gr di broccoli cotti  con 1 cucchiaio di burro

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

dessert:

2 pezzi di cioccolato ad alta percentuale di cacao

3 GIORNO

prima colazione:

2 crepes con crema di formaggio

2 pezzi di pancetta cotta

Caffè con due cucchiai di panna

pranzo:

1 salsiccia di maiale, cotta e affettata

120 gr di cavolfiore al forno con 2 manciate di formaggio tipo emmenthal o cheddar a filetti

merenda:

1 tazza di brodo di ossa

cena:cibo per dieta chetogenica, perdere peso, dieta per dimagrire, formaggio, salmone, avocado, noci, mandorle, nocciole, cocco, peperoncino, pollo

90 grammi tazza di spaghetti con peperoncino

150 gr di spinaci

1 cucchiaio da tavola di salsa di pomodoro con olio extravergine di oliva, cipolla ed aglio soffritti

dessert:

2 pezzi di cioccolato ad alta percentuale di cacao

DIETA, DETOX, NATURALE 100%, SCIOGLI IL GRASSO, TENERSI IN FORMA4 GIORNO

prima colazione:

Frittata 1 porzione con 1 sottiletta e spinaci

Caffè con 2 cucchiai di panna

pranzo:

120 grammi di spaghetti con peperoncino

½ avocado

merenda:

1 tazza di brodo di ossa

cena:

insalata con lattuga e pomodoro

4 polpette di carne con Feta

120 gr di spinaci con 1 cucchiaio di olio all’aglio

Dessert:

2 pezzi di cioccolato ad alta percentuale di cacao

5 GIORNO

prima colazione:

2 toast con sottilette

Un paio di pezzi di pancetta cotta

Caffè con due cucchiai di panna

pranzo:

Insalata con lattuga e pomodoro

4 polpette di carne con Feta

1 tazza di brodo di ossa

merenda:

5 gambi di sedano in pinzimonio

cena:

1 porzione di arrosto di manzo

1 porzione abbondante di lattuga romana tritata, 2 cucchiai di panna acida, 1 manciata di coriandolo

tritato

30 grammi di formaggio emmenthal o cheddar grattugiato

Dessert:

2 pezzi di cioccolato ad alta percentuale di cacao

spray per smettere di fumare velocemente,no sigarette elettroniche, no fumo, vietato fumare6 GIORNO

prima colazione:

3 uova strapazzate in un cucchiaio di burro e 2 pezzi di pancetta cotta a cubetti

Caffè con 2 cucchiai panna

pranzo:

1 tazza di brodo di ossa

Una porzione di arrosto di manzo

1 porzione abbondante di lattuga romana tritata, 2 cucchiai di panna acida, 1 manciata di coriandolo

tritato

30 grammi di formaggio emmenthal o cheddar grattugiato

merenda:

24 mandorle (2 manciate)

cena:

100 gr di spaghetti con peperoncino con 1 cucchiaio da tavola di salsa di pomodoro con olio extravergine

di oliva, cipolla ed aglio soffritti

2 porzioni di spinaci crudi con 1 cucchiaio di olio all’aglio

Dessert:

2 pezzi di cioccolato ad alta percentuale di cacao

7 GIORNOdieta chetogenica funziona, dieta per dimagrire, dottore ne testimonia la validità

prima colazione:

2 crepes con crema di formaggio

Un paio pezzi di pancetta cotta

Caffè con due cucchiai di panna

pranzo:

½ porzione di insalata con lattuga e pomodoro

4 polpette di carne con Feta

30 grammi di emmenthal o cheddar

merenda:

1 tazza di brodo di ossa

cena:

1 porzione di arrosto di manzo

2 porzioni abbondanti di lattuga romana tritata, 2 cucchiai di panna acida, 1 manciata di coriandolo

tritato

30 grammi di formaggio emmenthal o cheddar grattugiato

Dessert:

2 pezzi di cioccolato ad alta percentuale di cacao

POSSIBILI EFFETTI NEGATIVI

La chetosi prodotta dal digiuno, o limitando l’assunzione di carboidrati, non ha effetti negativi.

Questo per la maggior parte delle persone, una volta però che il corpo si è adattato a quello stato.

COM’È L’INIZIO DI UNA DIETA CHETOGENICA

L’inizio probabilmente sarà duro, mentre il fegato inizierà a trasformare il grasso in chetoni da

utilizzare come energia.

L’inizio è difficile dal momento che, il nostro corpo predilige i carboidrati a questa forma di carburante.

Capita di provare la nebbia del cervello, mal di testa, nausea e stanchezza, alito che odora di acetone.

Anche la pelle e l’urina emanano odore di acetone.

Tendiamo anche ad avere un forte calo dei livelli di elettroliti, quando perdiamo peso in acqua.

Questo ci fa sentire un senso di affaticamento.

Dopo che il corpo si  sarà adattato, molti di questi sintomi si saranno placati e le cose miglioreranno.

Alcune ricerche puntano anche a migliorare l’attività cognitiva e, concentrarsi quando il cervello si

abitua a funzionare sui chetoni.

Nei primi giorni di dieta, l’allenamento potrebbe rivelarsi estenuante senza carboidrati a farti andare

avanti.

CHETOSI E CHETOACIDOSI

La chetoacidosi diabetica è una condizione pericolosa, che colpisce le persone che non hanno insulina.

Si manifesta principalmente nel diabete di tipo 1 oppure, nel diabete di tipo 2 insulino-dipendente.

Nella chetoacidosi diabetica i livelli di chetoni sono più alti, rispetto alla chetosi prodotta dalla dieta.

C’è un periodo di transizione nella chetosi, mentre, il corpo si sta adattando all’uso di grassi e chetoni, invece che glucosio come combustibile principale.

Ci possono essere sintomi negativi durante questo periodo iniziale.

Alcuni sintomi sono affaticamento, debolezza, sensazione di testa vuota, mal di testa, lieve irritabilità.

Tuttavia, di solito, possono essere alleviati abbastanza facilmente.

La maggior parte di questi sintomi spariscono entro la prima settimana di una dieta chetogenica.

Alcuni però, possono estendersi fino a due settimane.

Alcuni atleti in dieta chetogenica possono notare minime variazioni di prestazione fino a 8 settimane.

Altri, invece, possono impiegare anche 12 settimane, per l’adattamento al 100%.

MISURANDO IL NUMERO DEI CHETONI

Non tutti possono essere interessati al proprio livello chetogenico per i propri obbiettivi fisici.

Infatti, a chi sta assumendo pochi carboidrati e raggiunge i suoi benefici, il numero di chetoni non

interessa.

Molti pensano che, una dieta a basso contenuto di carboidrati, che ha effetti positivi, sia già una

dieta chetogenica.

Per basso contenuto di carboidrati, si intende meno di 50 grammi al giorno di alimento come pasta o

pane.

MISURARE I CHETONI

Molti hanno scoperto che monitorare i loro chetoni, almeno un po’, fornisce informazioni utili.

Spesso, servono due/quattro settimane per ottenere i livelli chetonici desiderati.

Questo perché è spesso necessario un aggiustamento della dieta.

MISURARE I CHETONI DEL SANGUE O DELLE URINE?

Misurare i chetoni del sangue è il metodo più affidabile.

C’è un test del sangue a casa che puoi usare, ma le strisce possono essere molto costose.

Un’alternativa è misurare i chetoni nelle urine con un test molto più accessibile e poco costoso.

Tuttavia, questo metodo è meno affidabile col passare del tempo poiché il corpo si adatta alla chetosi.

CONCLUDENDO, LA DIETA CHETOGENICA FUNZIONA?

Nel periodo iniziale la dieta chetogenica funziona.

Nelle prime settimane della dieta, il corpo perde diversi chili, mentre mangia una certa quantità di cibo.

Tuttavia, per gli esperti, il tipo di perdita di peso non è sostenibile a lungo.

Questo poiché é in gran parte il peso dell’acqua.

Conserviamo circa sei grammi di acqua per ogni grammo di carboidrati.

Perciò, quando le nostre riserve di carboidrati sono esaurite, rilasciamo molta acqua in una volta.

Inoltre, studi su ciclisti e ginnaste professionisti non hanno trovato cambiamenti significativi nelle

prestazioni.

Neppure nella massa muscolare, dopo mesi di dieta chetogenica, si sono riscontrati cambiamenti.

tutore per schiena per correggere la postura sbagliata. contro mal di schiena, cervicale, dolori muscolo scheletrici, tendiniti, sciaticaCONSIGLI UTILI

Vuoi provare una dieta chetogenica?

Tieni presente che dovrai adattarla al tuo metabolismo individuale.

Inoltre, dovrai sperimentare il giusto equilibrio di carboidrati e calorie.

La dieta va adattata alle caratteristiche della persona, ai suoi ritmi di vita.

A detta dei dietisti, ci saranno diete a basso contenuto di carboidrati che risulteranno efficaci.

Altre che, secondo loro, sarà difficile continuare a seguirle, anche per non incorrere in carenze gravi.

La cosa migliore da fare in questi casi è:

1)Consultare un bravo dietista per creare un menù cheto adatto a soddisfare i tuoi obiettivi di peso.

2)Informare il proprio medico quando si inizia una nuova dieta.

Questo vale, soprattutto,  per coloro che hanno già dei problemi particolari di salute.

LEGGI ANCHE :

Alimenti per una pelle sempre giovane

Benessere fisico, mentale ed intimo

Body Building e Caduta dei Capelli

Cervicale – Cos’è e come curarla, anche a casa

Dieta Mediterranea ed i suoi benefici

Chiropratica – Cos’è e quando serve

Dieta Dukan – Efficace o dannosa

Fitness e Bodybuilding – Una vera Ossessione (Una Storia Vera)

Piedi – Benessere e salute del corpo

Dieta Paleolitica – Una dieta del Momento